Cina: passò 19 anni nei Laogai, morto dissidente Harry Wu

(ANSA) – PECHINO, 27 APR – E’ morto a 79 anni, durante un viaggio in Honduras, Harry Wu, da decenni difensore dei diritti umani in Cina e fondatore della Laogai Research foundation. Lo ha riferito all’ AP l’amministratrice dell’ omonima organizzazione per i diritti umani. Wu, all’epoca studente universitario, fu arrestato e condannato a trascorrere 19 anni nei campi di prigionia cinesi noti come ‘laogai’ ovvero ‘rieducazione attraverso il lavoro’ . Dopo il suo rilascio, Wu si trasferì negli Stati Uniti, ma tornò spesso in Cina per condurre ricerche sui ‘laogai’. Diventato cittadino statunitense, fu arrestato durante un viaggio in Cina nel 1995 e condannato a 15 anni con l’accusa di spionaggio. Fu però presto estradato negli Strati Uniti dove ha continuato a documentare le violazioni di diritti umani in Cina.

Condividi: