Cina: passò 19 anni nei Laogai, morto dissidente Harry Wu

Pubblicato il 27 aprile 2016 da ansa

(ANSA) – PECHINO, 27 APR – E’ morto a 79 anni, durante un viaggio in Honduras, Harry Wu, da decenni difensore dei diritti umani in Cina e fondatore della Laogai Research foundation. Lo ha riferito all’ AP l’amministratrice dell’ omonima organizzazione per i diritti umani. Wu, all’epoca studente universitario, fu arrestato e condannato a trascorrere 19 anni nei campi di prigionia cinesi noti come ‘laogai’ ovvero ‘rieducazione attraverso il lavoro’ . Dopo il suo rilascio, Wu si trasferì negli Stati Uniti, ma tornò spesso in Cina per condurre ricerche sui ‘laogai’. Diventato cittadino statunitense, fu arrestato durante un viaggio in Cina nel 1995 e condannato a 15 anni con l’accusa di spionaggio. Fu però presto estradato negli Strati Uniti dove ha continuato a documentare le violazioni di diritti umani in Cina.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

18:43Perse un occhio per una bastonata, 9 anni all’aggressore

(ANSA) - CAGLIARI, 20 OTT - Dieci anni fa, con un colpo di mazza da baseball alla testa, ha fatto esplodere il bulbo oculare all'atleta Giuseppe Leto, 40 anni di Verbania, arrivato in Sardegna per una gara di Triathlon. Per quel fatto, avvenuto nel 2007 a Villasimius, oggi il Tribunale di Cagliari ha condannato a 9 anni di carcere per lesioni gravissime Roberto Frau, pizzaiolo di 30 anni di Villasimius. Assolto invece dal reato più grave il fratello maggiore, Cesare, di 39 anni, ma all'uomo sono stati inflitti due mesi di reclusione con pena sospesa per violenza privata, contestazione legata all'alterco verbale che ha preceduto l'aggressione da parte di Roberto. Dopo la camera di consiglio, il collegio presieduto da Massimo Poddighe ha accolto solo in parte la richiesta di condanna della pm Rita Cariello, che aveva sollecitato 9 anni per entrambi gli imputati. In aula era presente il ragazzo che ha perso la vista da un occhio accompagnato dall'avvocata di parte civile Enrica Anedda. I due fratelli, che gestiscono una pizzeria, erano invece difesi dall'avvocato Herika Dessì, che si è battuto per l'assoluzione di entrambi perché, come ha sostenuto nell'arringa, il processo ha lasciato molti dubbi sul fatto che a commettere l'aggressione siano stati effettivamente i due fratelli.(ANSA).

18:43Turista morto S.Croce: 3 avvisi di garanzia

(ANSA) - FIRENZE, 20 OTT - Avvisi di garanzia sono stati notificati dalla procura di Firenze ai vertici dell'Opera di Santa Croce per la morte del turista spagnolo colpito dall'alto da un frammento staccatosi all'interno. Lo riferisce l'Ente, precisando che risultano avvisati il presidente Irene Sanesi, il segretario generale dell'ente Giuseppe De Micheli e il responsabile tecnico Marco Pancani. L'inchiesta è per omicidio colposo. Secondo quanto precisa la procura si tratta di atto dovuto in vista dell'autopsia, decisa nel pomeriggio.

18:34Tangenti Petruzzelli: ex direttore Longo pronto a risarcire

(ANSA) - BARI, 20 OTT - L'ex direttore amministrativo del teatro Petruzzelli di Bari, Vito Longo, coinvolto in un'inchiesta con l'accusa di aver intascato tangenti in cambio di appalti, ha manifestato alla Fondazione Petruzzelli la disponibilità a risarcire il danno arrecato all'ente. Il contenuto della lettera inviata da Longo al presidente della Fondazione, il sindaco di Bari Antonio Decaro, datata 14 ottobre, è stato reso noto oggi nell'udienza preliminare per il rinvio a giudizio chiesto dalla Procura per Longo e altre sette persone, vale a dire la moglie Antonella Rinella, ex capo di gabinetto del Comune di Bari, e sei imprenditori baresi. Alcuni imprenditori imputati, che nei mesi scorsi hanno collaborato con gli investigatori, sono in trattative con la Fondazione per risarcire. In attesa di formalizzare le transazioni, l'udienza è stata rinviata su richiesta di tutte le parti al 28 febbraio 2018. Le transazioni potrebbero consentire agli imputati di accedere a riti alternativi, abbreviato o patteggiamento.

18:30F1: Red Bull, Verstappen prolunga fino al 2020

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Il pilota olandese Max Verstappen ha firmato un prolungamento triennale del suo contratto con la Red Bull, dove resterà fino al 2020. Lo ha annunciato sul proprio sito ufficiale il team angloaustriaco, che anche nella prossima stagione lo affiancherà all'australiano Daniel Ricciardo. "La Red Bull ha sempre creduto in me e mi ha dato fiducia quando ancora ero giovanissimo - le parole del pilota diffuse dal team -, dandomi la chance di debuttare in Formula 1 a soli 17 anni (nel 2015 con la Toro Rosso, ndr) e di seguito l'opportunità di gareggiare con la Red Bull Racing dove ho avuto un avvio da sogno". Verstappen è il più giovane vincitore di una gara in Formula 1, col successo nel Gp di Spagna 2016 ottenuto a a 18 anni, 7 mesi e 15 giorni. All'inizio di questo mese, in Malesia, l'olandese ha conquistato la sua seconda vittoria in carriera. "E' un vero pilota, un innegabile talento del volante che ha un raro istinto per quel che serve a competere a questo livello", commenta il team principal, Christian Horner.

18:27Calcio: Argentina, Sampaoli convoca Perotti ma non Higuain

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - C'é la novità Diego Perotti tra i 22 convocati dal ct dell'Argentina Jorge Sampaoli per l'amichevole contro la Russia del 9 novembre. Nell'elenco ufficializzato oggi dall'AFA compaiono altri 6 'italiani' (l'altro giallorosso Fazio, l'atalantino Gomez, l'interista Icardi, il viola Pezzella, il milanista Biglia e lo juventino Dybala), mentre resta ancora fuori Gonzalo Higuain ("Higuain è un giocatore molto presente e con lui non c'è niente da dimostrare", ha tagliato corto il ct il conferenza stampa). Dopo la rocambolesca qualificazione al Mondiale, raggiunta solo in extremis, il test contro la Russia servirà a Sampaoli per cercare di meglio definire la rosa e il modulo, soprattutto la 'convivenza tra Messi e Dybala ("Non la vedo così difficile e penso possano essere complementari in campo", ha spiegato Sampaoli) in vista di Russia 2018. Tra i convocati torna anche il 'kun' Aguero, rimasto fuori nelle ultime partite per infortunio.

18:22Truffe: tra falsi braccianti esponenti cosche, 1.464 denunce

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 20 OTT - I carabinieri della Compagnia di Locri hanno denunciato in stato di libertà 1.464 persone, tra cui alcuni esponenti di cosche di 'ndrangheta, con l'accusa, a vario titolo, di concorso in peculato, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e truffa aggravata e continuata. I militari, dopo avere esaminato gli ultimi sei anni di attività di 31 aziende agricole, compresi documenti e dichiarazioni rilasciate dai presunti dipendenti, hanno scoperto come tutti i rapporti di lavoro erano attuati al solo fine di far percepire indebite prestazioni assistenziali e previdenziali erogate dall'Inps, oltre che per ottenere risorse Ue, con un danno erariale accertato di oltre 11 milioni di euro. Le indagini, condotte con il coordinamento della Procura di Locri, hanno evidenziato numerose incongruenze come terreni agricoli e allevamenti "fantasma", documentazione imprenditoriale inesistente e terreni incolti che, sulla carta, risultavano floridi vigneti e uliveti.(ANSA).

18:10Violenze sessuali su modelle, pm chiede 6 anni per fotografo

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - Il pm di Milano Cristian Barilli ha chiesto una condanna a 6 anni di carcere nel processo con rito abbreviato a carico di un fotografo franco-algerino di 50 anni, che lavorava nel campo della moda, arrestato dai carabinieri lo scorso dicembre per aver molestato cinque modelle, costrette a subire atti sessuali, e per aver sfruttato la prostituzione di altre due giovani. Le indagini erano scattate nell' aprile del 2015, quando due amiche, una studentessa serba di 26 anni e una hostess croata 30enne, che nel tempo libero lavoravano come indossatrici, avevano denunciato agli investigatori di essere state più volte molestate dal fotografo. In particolare, secondo l'imputazione, in più occasioni l'uomo, tra marzo e aprile del 2015, con la scusa della realizzazione di servizi fotografici nella sua abitazione-studio in zona Niguarda, dopo aver stordito le modelle facendo bere loro "ingenti quantitativi" di alcol, le avrebbe costrette a subire palpeggiamenti, toccamenti e altri abusi.

Archivio Ultima ora