Rifiuti: caos Ravenna, Pm chiede atti a Hera e enti locali

(ANSA) – BOLOGNA, 27 APR – Sono in corso dalla mattinata diverse acquisizioni atti da parte dei carabinieri per fare luce sul caos che negli scorsi giorni ha caratterizzato la raccolta rifiuti a Ravenna. I militari del reparto operativo, su delega della Procura della città romagnola, hanno raggiunto le sedi di Comune e Provincia ravennate oltre che quella di Hera, sia a Bologna che a Ravenna. Il fascicolo è stato aperto dal procuratore capo Alessandro Mancini per ora contro ignoti con l’ipotesi di reato di interruzione di pubblico servizio. La situazione dei giorni passati ha sollevato molte polemiche politiche oltre che malumori di cittadini. La gestione dei rifiuti a Ravenna era stata assegnata a dicembre, dopo gara d’appalto, a un consorzio milanese che aveva preceduto nella sua offerta il precedente soggetto, un gruppo ravennate. Sulla questione è pendente un ricorso davanti al Tar di Bologna. (ANSA).

Condividi: