Venezuela: Capriles accelera su referendum contro Maduro

Capriles

CARACAS. – Henrique Capriles, ex candidato presidenziale dell’opposizione, ha annunciato che oggi stesso partirà la raccolta delle 196 mila firme necessarie per andare avanti con il referendum abrogativo del mandato del presidente Nicolás Maduro, auspicando che questa operazione “duri solo qualche ora”.

Ieri, Capriles aveva convocato una protesta davanti alla sede del Consiglio Nazionale Elettorale (Cne) per esigere la consegna dei formulari necessari per procedere con la pratica del referendum, ma poche ore dopo l’organismo ha annunciato che tutta la documentazione necessaria sarebbe stata trasmessa al Tavolo dell’Unità Democratica (Mud, coalizione antichavista).

E così il dirigente oppositore ha annunciato che “quelli che erano i punti di concentrazione per la manifestazione ora diverranno punti di raccolta delle firme” necessarie per la prima registrazione della richiesta di voto: si tratta di 195.721 nomi, pari all’1% degli iscritti nelle liste elettorali.

L’opposizione dispone di 30 giorni per raccogliere le firme, ma Capriles ha detto che sarà solo “questione di ore”, perché “non c’è tempo da perdere”: una volta che il Cne avrà accettato le firme partirà una seconda raccolta, ma questa volta sarà necessario il consenso del 20% degli iscritti.

Solo allora sarà possibile convocare un referendum contro Maduro, nel quale sarà necessario che la maggioranza a favore della rimozione del presidente sia superiore, anche di un solo voto, a quella ottenuta nelle elezioni del 2013, equivalente a poco meno di 7,6 milioni di voti.

Condividi: