Davigo, pronti a dialogo ma no insulti

(ANSA) – ROMA, 27 APR – “Noi siamo sempre disposti al dialogo, che è una cosa diversa da quando veniamo insultati”. Lo dice il presidente dell’Anm, Piercamillo Davigo, parlando con i giornalisti, alla fine della riunione della giunta del sindacato delle toghe. E ad un giornalista che gli chiede se lui si senta insultato risponde: “Non io, la magistratura italiana”. “Dalla riunione della giunta è emersa una forte collegialità”, ha sottolineato inoltre il segretario dell’Anm, Francesco Minisci (Unicost), al termine della riunione che c’è stata dopo l’intervista del presidente Piercamillo Davigo al Corriere della Sera. La riunione, riferisce ancora Minisci, si è svolta in un “clima di grande pacatezza e cordialità”.

Condividi: