Fmi, in Venezuela una situazione insostenibile

venezuela-supermercados

CARACAS – Una realtà insostenibile. Così l’ha definita il Fondo Monetario Internazionale. La crisi economica venezuelana preocupa l’organismo con sede a Washington. La riduzione drammatica dei prezzi del barile di greggio, la perdita di produttività, l’inflazione sono segnalati come le principali ragioni che destano allarme.

– Gli squilibri macroeconomici, aggravati dallo shock dei prezzi del petrolio hanno chiaramente reso insostenibile la situazione economica del Venezuela – ha detto Alejandro Werner, direttore del Fmi.

Stando alle proiezioni dell’organismo, l’economia venezuelana soffrirà una contrazione dell’8 per cento, dopo quella del 5,7 per cento registrata nel 2015. La recessione prevista per il 2017 è del 4,5 per cento. L’inflazione a fine anno sarà, sempre secondo le proiezioni del Fondo, del 2.200 per cento e nel 2017 potrebbe superare il 4.000 per cento.

Condividi: