Libia: Consiglio Onu, illegale nave greggio Tobruk

(ANSA) – ROMA, 28 APR – Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha dichiarato illegale la petroliera con il carico di greggio partita dal porto libico di Hariga, nell’est sotto il governo di Tobruk, bloccato dalla marina di Malta e ora ancorata 12 miglia al largo dell’isola. Lo si legge in una nota sul sito delle Nazioni Unite. L’ambasciatore libico all’Onu, Ibrahim Dabbashi, aveva chiesto poco prima al Condiglio di “inserire nella lista nera la nave cisterna Distya Ameyda”. Dabbashi ha spiegato di aver inviato una lettera alla Commissione per le sanzioni del Consiglio di Sicurezza Onu per segnalare il primo carico di petrolio inviato dalle autorità rivali di Tobruk. La nave, battente bandiera indiana, è salpata ieri sera dal porto nell’est del Paese verso Malta su commissione della società Dsa Consultancy Fzc, con sede negli Emirati Arabi. Una volta giunta in acque maltesi la petroliera è stata bloccata dalla marina della Valletta e ha gettato l’ancora a 12 miglia dalla costa, attendendo ordini.

Condividi: