Iraq: 3.000 morti in bombardamenti su Falluja da 2014

(ANSAmed) – BAGHDAD, 28 APR – Sono “oltre 3.000” i civili uccisi nei bombardamenti compiuti dalle forze governative irachene e dai jet della Coalizione internazionale a guida Usa negli ultimi due anni e mezzo su Falluja, città irachena una cinquantina di chilometri a ovest di Baghdad che dal gennaio del 2014 è controllata dallo Stato islamico. Lo ha detto Sabah Karhut, presidente del Consiglio della provincia di Al Anbar, di cui Falluja fa parte. Altre migliaia di persone sono rimaste ferite, ha aggiunto Karhut, citando fonti dell’ospedale generale della città. Il presidente del Consiglio provinciale ha detto che gli abitanti sono ridotti alla fame a causa dell’assedio delle forze lealiste e dei miliziani dell’Isis che non permettono ai civili di andarsene per poterli utilizzare come scudi umani contro eventuali attacchi.

Condividi: