Mattarella, lotta alla corruzione un impegno di tutti

Pubblicato il 29 aprile 2016 da redazione

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il ministro dei Trasporti Andrea Orlando a Roma Termini, accompagnati dall'ad di Trenitalia Barbara Morgante, per partire verso Firenze dove presenzieranno all'inaugurazione dei corsi della Scuola di magistratura, 28 aprile 2016. ANSA / US FS ITALIANE

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il ministro dei Trasporti Andrea Orlando a Roma Termini, accompagnati dall’ad di Trenitalia Barbara Morgante, per partire verso Firenze dove presenzieranno all’inaugurazione dei corsi della Scuola di magistratura, 28 aprile 2016. ANSA / US FS ITALIANE

SCANDICCI (FIRENZE). – “Occorre una grande alleanza tra tutte le forze sane per sviluppare ulteriormente gli anticorpi necessari. Si tratta di un impegno politico, sociale, culturale, che deve coinvolgere l’intera comunità. Combattere la corruzione è un impegno di sistema, non di un solo corpo dello Stato, che non sarebbe sufficiente. Gli attori della politica, per la loro parte, devono aggiungervi la consapevolezza che la corruzione in quell’ambito è più grave perché, nell’impegno politico, si assume un duplice dovere di onestà, per sé e per i cittadini che si rappresentano”.

Monito sul tema della corruzione del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento alla Scuola superiore della magistratura, a villa di Castel Pulci, a Scandicci, per l’inaugurazione dei corsi di formazione per il 2016.

Monito al quale sembra rispondere a distanza il premier Matteo Renzi che in primo luogo afferma di essere “orgoglioso” da quanto fatto dal governo in questo campo. Poi lanciando il suo avvertimento:”I fenomeni di corruzione o addirittura di connivenza con la malavita vanno stroncati alle gambe. Purche’ arrivino con le sentenze”.

“Sulla lotta contro la corruzione – ha detto – non solo siamo in prima fila, ma siamo certi che le nuove regole siano tali da essere prese come punto di riferimento per il mondo intero. Non abbiamo preoccupazione sulle nostre regole. Poi cio’ non significa negare che ci siano fenomeni di corruzione o addirittura di connivenza con la malavita, che vanno stroncati alle gambe. Purché arrivino con le sentenze”.

Il Capo dello Stato, in un discorso incentrato sull’importanza della formazione dei magistrati, si è mantenuto su un piano di stretta attualità in merito ai dissidi tra toghe e politica e ai tempi della giustizia che, ha detto Mattarella, non sono una “variabile indifferente per l’esercizio della giurisdizione e per il riconoscimento dei diritti”.

In quanto alle contrapposizioni, secondo il presidente della Repubblica il “conflitto indebolisce tutte le parti”. “La dialettica proficua tra poteri si esprime, nella libertà di manifestare opinioni, in confronto leale e costruttivo. Gli ambiti di spettanza dei diversi poteri non sono fortilizi da contrapporre gli uni agli altri. Vanno rispettati i confini delle proprie attribuzioni, senza cedere alla tentazione di sottrarre spazi di competenza a chi ne ha titolo in base alla Costituzione”.

A ciascuno, politica e magistratura, il proprio compito, dunque, ha sottolineato Mattarella. “Il rispetto delle competenze altrui costituisce del resto la migliore garanzia per la tutela delle proprie attribuzioni. A quanto osservato allora credo che si possa aggiungere che l’equilibrio fra i poteri dipende anche dalla capacità di ciascuno di essi di assumersi la responsabilità del proprio agire.

I provvedimenti adottati dalla magistratura incidono, oltre che sulle persone, sulla realtà sociale e spesso intervengono in situazioni complesse e a volte drammatiche, in cui la decisione giudiziaria è l’ultima opportunità, a volte dopo inadempienze o negligenze di altre autorità.

Per questo l’intervento della magistratura non è mai privo di conseguenze. La valutazione delle conseguenze del proprio agire non può essere certo intesa in alcun modo come un freno o un limite all’azione giudiziaria rispetto alla complessità delle circostanze”.

“La nostra magistratura – ha aggiunto il presidente -, in tante circostanze, ha dimostrato di avere tutti gli strumenti per garantire il riconoscimento dei diritti, senza condizionamenti. E’ un bene che sia sempre più consapevole della sua funzione insostituibile, ma anche della grande responsabilità che grava sulle sue scelte”.

L’impegno del Governo è stato riaffermato dal ministro della Giustizia Andrea Orlando che, nel suo intervento, ha sottolineato come si proseguirà “completando il percorso di riforma sia del settore civile che del settore penale, con poco riguardo alle polemiche e molto di più agli interessi dei cittadini, delle imprese, del Paese”.

In apertura della cerimonia, Gaetano Silvestri, presidente del comitato direttivo della Scuola superiore di Magistratura, aveva sottolineato “la necessità che l’arsenale culturale e tecnico del giudice sia ricco e aggiornato”. Infine, dal vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, un appello: la riforma della prescrizione deve essere approvata “al più presto”, ha detto.

(di Daniela Grondona/ANSA)

Ultima ora

00:38Calcio: Mondiali 2018, Argentina sconfitta in Bolivia

(ANSA) - LA PAZ, 29 MAR - La Bolivia ha battuto 2-0 l'Argentina in una partita valida per le eliminatorie mondiali del Sudamerica. L'Albiceleste ha giocato senza Lio Messi, squalificato qualche ora prima dell'incontro per quattro gare dalla Fifa. Le due reti sono state segnate ai 31' da Juan Carlos Arce e al 52' da Marcelo Moreno Martins.

00:16Calcio: Ventura, “campionato dal 13/8? Bisogna fare scelta”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Siamo di fronte ad una scelta: o prendiamo la strada della costruzione, per rendere la nazionale più competitiva, o ci affidiamo solo alla buona sorte e alla casualità". Lo ha detto il ct azzurro, Gian Piero Ventura, in merito alla possibilità di cominciare il campionato a metà agosto in vista dell'importantissima sfida a settembre con la Spagna. "Non conta una data, il discorso è più ampio - ha aggiunto -. Tanto per fare un esempio, nell'anno dopo il Mondiale la Germania comincia il campionato a fine agosto, mentre l'anno prima inizia il 10 agosto e l'anno dell'Europeo il 12. Perché? Perché vogliono vincere. E' un segnale di quanto la federazione sia forte".

00:10Calcio: Spagna batte 2-0 la Francia, anche grazie alla Var

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - La Spagna batte 2-0 la Francia in un'amichevole disputata allo Stade de France, un monito per gli Azzurri che a settembre dovranno affrontare la Roja per le qualificazioni Mondiali. Risultato di rilievo, soprattutto perché ha inciso l'utilizzo della Var (Video assistance referee). Il sistema ha consentito di annullare, per fuorigioco, una rete di Griezmann all'inizio della ripresa. Scampato il pericolo, la Spagna è andato in vantaggio al 23' su rigore per un fallo su Deulofeu trasformato da David Silva. Al 32', il raddoppio delle Furie Rosse è stato messo a segno dal milanista e ancora la Var è stata decisiva, annullando la segnalazione di fuorigioco fatta dal guardalinee.

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

Archivio Ultima ora