Operano gamba sbagliata a donna, due medici a giudizio

(ANSA) – CATANIA, 29 APR – E’ entrata in sala operatoria il 20 novembre del 2013 per un intervento chirurgico al legamento crociato del ginocchio destro, ma la paziente è stata operata al ginocchio sinistro, subendo un prelievo del tendine di cinque centimetri. L’intervento all’arto sbagliato è stato eseguito da due medici dell’ospedale Garibaldi Nesima, Domenico Borrello e Pietro Barbaro, che sono stati rinviati a giudizio per lesioni aggravate. Secondo il Pm Alfio Gabriele Fragalà avrebbero agito con “imperizia e negligenza” cagionando un danno permanente alla parte offesa. I due medici hanno respinto le accuse sostenendo di avere eseguito l’intervento al ginocchio sinistro perché dopo l’anestesia si sarebbero resi conto al tatto che era più urgente operare quell’arto. I legali della paziente, gli avvocati Dario Pastore e Massimo Gozzo, annunciano che citeranno “immediatamente l’ospedale Garibaldi come responsabile civile per l’operato dei due medici”. La prima udienza del processo si terrà il prossimo 25 maggio.

Condividi: