Shoah: ex SS Hanning si pente, mi vergogno di Auschwitz

(ANSA) – BERLINO, 29 APR – “Io mi vergogno del fatto di aver visto e aver lasciato commettere ciò che era ingiusto e di non aver fatto nulla contro. Mi dispiace davvero di cuore”. Con queste parole una ex SS di Auschwitz, Reinhold Hanning, ha rotto il silenzio nel processo in corso a Detmold a suo carico. Hanning, 94 anni, ha affermato di “deplorare profondamente il fatto di essere stato membro di un’organizzazione criminale, responsabile della morte di tanti innocenti e della distruzione di innumerevoli famiglie”.

Condividi: