Calcio: Ventura, non chiamatela stagione fallimentare

(ANSA) – ROMA, 29 APR – “Dopo due anni importanti, o si cambiano i giocatori o si cambia lo staff: allenatori e giocatori vanno e vengono, quel che rimane è la società”. Così Giampiero Ventura, allenatore del Torino, alla vigilia della sfida con l’Udinese. “Sarebbe un delitto perfetto gettare via ciò che è stato fatto in questi anni – prosegue il tecnico – Per questa stagione si possono usare tutte le parole che si vogliono, ma non fallimento. Per la programmazione servono lavoro, tempo, idee, professionalità: ad oggi ripeterei tutte le scelte che sono state fatte”.

Condividi: