L’Istituto Italiano di Cultura protagonista del “Festival de Lectura” di Chacao

Pubblicato il 30 aprile 2016 da redazione

DESTACADA-FESTIvaaaal

CARACAS – Il nostro Istituto Italiano di Cultura di nuovo in prima fila. E, infatti, si è ritagliato uno spazio di tutto rispetto nell’ambito del “Festival de Lectura” di Chacao sul quale domani calerà il sipario.

Il Venezuela è in crisi, una crisi profonda che scuote il suo delicato equilibrio politico, economico e istituzionale e si riflette in ogni ambito dell’attività del venezuelano. Anche nella cultura. Non solo la mancanza di alimenti e medicine, non solo un’inflazione che distrugge il potere d’acquisto dei salari, ma anche una povertà, inedita per il Venezuela, di titoli nuovi, di libri di stampa recente.

Non parliamo poi dei prezzi che ormai rendono impossibile l’accesso alla cultura per il venezuelano comune. E pensare che durante la “quarta Repubblica” furono proprio la cultura e l’istruzione il “cavallino di battaglia”, lo strumento pensato dai governi di turno per rompere le barriere delle differenze sociali.

Il “Festival de Lectura”, che ha invaso ogni angolo della Piazza Altamira se da un lato ha permesso di ricordare epoche in cui le case editrici si sfidavano a colpi di nuovi titoli di scrittori consolidati e promettenti talenti, dall’altro ha mostrato l’immensità della crisi del paese.

Tante, troppe le bancarelle del libro usato; poche, pochissime quelle con proposte letterarie recenti. Tanti i romanzi classici, i saggi immortali ingialliti dal tempo ma venduti come nuovi di stampa; quasi inesistenti i racconti o i trattati che “fanno tendenza” nella contemporaneità dei paesi vicini, come ad esempio Colombia, Cile, Argentina o Uruguay, tanto per restare in questo spicchio del continente americano.

E’ per questo che l’attività svolta dal nostro Istituto Italiano di Cultura acquisisce una particolare importanza. E’ uno sforzo per rompere le barriere imposte dalla crisi, per presentare la nostra cultura se, in un mondo globalizzato e universale, è ancora accettabile e verosimile l’impiego dell’aggettivo “possessivo”.

Dopo le conferenze dello storiografo, poeta e cattedratico Enrico Testa che prima nella sede del nostro Istituto, poi all’università Centrale del Venezuela e, quindi, nella stessa Piazza Altamira, ha illustrato l’evolversi della lingua attraverso la poesia e disquisito circa le nuove teorie sulla sua storia, domani proseguiranno le attività in cartellone programmate dall’Icc che dirige la dottoressa Erica Berra.

In primo piano, il nostro Ambasciatore Silvio Mignano. Infatti, l’Ambasciatore Mignano che è un apprezzato scrittore e poeta, sarà presente alla premiazione del “Concurso Anual de Poesia Libreria Lugar Comun”, alle ore 15 presso “Espacio Obelisco”. Con il diplomatico, anche Igor Barreto e Garcilaso Pumar.

Poco più tardi, alle ore 16, questa volta presso l’“Anfiteatro Sur”, il nostro Ambasciatore parteciperà alla presentazione dell’opera “Garibaldi y Miranda. Heroes lejos de casa”.

Infine, alle ore 19, di nuovo il cattedratico Enrico Testa sarà protagonista di #LeerJuntos “Recital de poesias”. Oltre a Enrico Testa, saranno presenti Elena Medel (Spagna), Horacio Waterpola (Messico) e Igor Barreto. L’iniziativa è stata promossa delle ambasciate d’Italia, di Spagna e di Messico.

Domani purtroppo calerà il sipario sulla manifestazione che, dal 21 aprile, ha invaso una delle piazze più belle di Caracas. In programma tante manifestazioni.

Da sottolineare, la conferenza del professore e sociologo della comunicazione, Marcelino Bisbal, dal titolo “Volver al periodismo”, prevista alle ore 13 nell’ “Espacio Central”, la presentazione del libro “Si yo fuera Pedro Infante” dello scrittore Eduardo Liendo (ore 15) e del “Concurso Literario Ediciones B” con Hèctor Torres e Leoncio Barrios (ore 13, “Espacio Obelisco”).

Da non perdersi le letture del Don Quijote de la Mancha (ore 16, “Espacio Quijote”).

(mb)

Ultima ora

15:16Corea Nord: ok Malaysia, corpo Kim verso Pyongyang

(ANSA) - PECHINO, 30 MAR - La Malaysia ha accettato di far trasferire in Corea del Nord il corpo di Kim Jong-nam, il fratellastro del leader Kim Jong-un ucciso col gas nervino Vx il 13 febbraio all'aeroporto di Kuala Lumpur, mettendo fine al duro scontro diplomatico tra i due Paesi. Lo riferisce l'agenzia Kcna, secondo cui "con la Corea del Nord che ha prodotto i documenti necessari da parte della famiglia, la Malaysia ha accettato di facilitare il trasporto del corpo alla famiglia in Corea del Nord", riporta una nota congiunta.

15:14Droga: clan Casalesi, traffico con basso Lazio, due arresti

(ANSA) - CASERTA, 30 MAR - I carabinieri del Ros di Napoli hanno arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli il 65enne Antonio Orlando Manzi, ritenuto esponente del clan Graziano di Quindici (Avellino) e il 54enne Raffaele Fiorinelli, accusati di aver gestito l'attività di acquisto e cessione di elevati quantitativi di droga tra il territorio casertano e il Basso Lazio con la complicità di esponenti di spicco del clan dei Casalesi; per tali reati però il Gip ha escluso l'aggravante mafiosa. Il magistrato ha inoltre rigettato la richiesta di misura avanzata dalla Dda di Napoli per altri 28 indagati. Il provvedimento restrittivo è stato così emesso solo per Manzi e Fiorinelli; il primo è stato catturato a Tivoli, il secondo a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) mentre altri quattro indagati rispondono di associazione mafiosa.

15:11Calcio: Ferrero, Schick? Vediamo se fa un gol a settimana

(ANSA) - GENOVA, 30 MAR - "Schick? chi è? Lo sai che ha fatto un film? C'era una vecchina che passava uno che si chiamava lo sciccoso, che ogni giorno prendeva una mela... vediamo se Schick ogni settimana ci fa un gol". Lo ha detto il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero stamani a Genova rispondendo a chi gli chiedeva se la società ha intenzione di blindare l'attaccante ceco della Samp. Ferrero si era appena recato al Sampdoria Point per "far preparare un pacco per dei bambini - ha detto - Ci sono persone meno fortunate, magari sono tifosi o forse no... ma una felpa può servire a chiunque".

15:07Calcio: Kroos a Neuer, per rientrare prenditi tempo che vuoi

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Manuel Neuer è out, dopo essere stato operato al piede, a meno di due settimane della sfida di Champions fra il Bayern Monaco e il Real Madrid. Sulla vicenda dell'infortunio del portiere tedesco è intervenuto l'ex compagno di squadra del Bayern, oggi al Real, Tony Kroos che, sul proprio profilo Facebook, ha scherzato: "Prenditi il tempo che ti serve per rientrare, in tutta tranquillità...", ha scritto il giocatore del Real Madrid, che è anche compagno di Nazionale del portiere. (ANSA).

15:01Putin, cooperazione con usa più forte

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - La cooperazione fra la Russia e gli Usa sulla Siria si rafforza e questo è un buon segnale. Così Vladimir Putin al forum dell'Artico. "In alcuni campi importanti, come la cooperazione in Siria, nonostante diverse dichiarazioni esterne, si amplia e diventa più profonda, sentiamo l'interesse dei nostri partner americani in questo senso ed è un segnale buono", ha detto Putin citato dalla Tass. La Russia, ha aggiunto, ha ripetutamente invitato gli Usa a cooperare nella sfera della cyber-sicurezza ma da Washington non è arrivata nessuna risposta.

14:54Gentiloni: Italia paese aperto, di qualità e scambi

(ANSA) - MONFALCONE (GORIZIA), 30 MAR - "Abbiamo le carte in regola per competere su questo mercato (cantieristica navale, ndr) senza essere aggressivi verso nessuno perché l'Italia è un paese aperto, che punta su qualità e scambi. Così facendo è capace anche di affermare l'essenza della propria manifattura, le proprie capacità. Il mondo ha grandi difficoltà: la globalizzazione non è solo rose e fiori, ma questo mondo di grandi viaggi, dell'apertura, ci fa dire benvenuti ai cinesi". Lo ha detto il premier Gentiloni alla consegna della nave Majestic Princess destinata al mercato cinese.

14:49Stamina: Spedali Civili Brescia, chieste 4 condanne

(ANSA) - TORINO, 30 MAR - Quattro condanne sono state chieste nell'ultimo dei processi avviati dalla procura di Torino sul caso Stamina, la controversa terapia patrocinata da Davide Vannoni. Gli imputati sono chiamati in causa per i ruoli ricoperti negli Spedali Civili di Brescia. I pm hanno proposto 3 anni per Ermanna Derelli, ex direttrice sanitaria, e Carmen Terraroli, segretaria referente del comitato etico; 2 anni e 9 mesi per Arnalda Lanfranchi, responsabile di un laboratorio e per il pediatra Fulvio Porta.

Archivio Ultima ora