Mo: stampa, giornalista francese infiltrato fra i jihadisti

(ANSAmed) – TEL AVIV, 2 MAG – Un giornalista francese e’ riuscito ad infiltrarsi in una cellula di jihadisti francesi e a filmarli in segreto mentre progettavano attentati prima che fossero arrestati. Lo scrive il Times of Israel precisando che quei militanti islamici si ispiravano all’Isis. Il giornalista (di cui si conosce solo lo pseudonimo, Said Ramzi) ha prodotto un documentario dal titolo ‘I Soldati di Allah’. Precisa di essere musulmano, della medesima generazione dei terroristi che hanno compiuto gli attentati a Parigi nel novembre scorso. Il primo contatto con la cellula e’ avvenuto attraverso Facebook. In seguito il giornalista ha incontrato l’Emiro del gruppo, un musulmano francese di origine turca, che ha cercato di indurlo ad immolarsi per l’Islam. La cellula ha poi discusso attentati diversi fra cui l’abbattimento di un aereo in volo ed attacchi ad una base militare e a un night-club. Con l’inizio degli arresti dei membri della cellula il giornalista ha pero’ deciso di mettere fine al pericoloso reportage. (ANSAmed).

Condividi: