Bin Laden, su Twitter la diretta Cia. Polemiche in Usa

Pubblicato il 02 maggio 2016 da redazione

uccisione

WASHINGTON. – A cinque anni dall’uccisione di Osama Bin Laden, la Cia commemora il blitz contro l’allora capo di al-Qaeda con una controversa diretta postuma su Twitter e con la promessa che ora l’obiettivo numero uno è il leader dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi.

L’agenzia di Langley è approdata due anni fa su Twitter, usandolo prevalentemente per la sua storia, i profili di agenti uccisi in servizio o per commenti dei suoi dirigenti. E in occasione del quinto anniversario dell’eliminazione di Bin Laden ha voluto marcare un grande momento di successo della sua attività preannunciando ai suoi 1,3 milioni di follower che avrebbe fornito le fasi salienti dell’operazione ‘Neptune Spear’ come se avvenisse oggi, con una serie di messaggi in ‘diretta’, sotto l’hashtag #UBLRaid.

“La neutralizzazione di Bin Laden è una delle più grandi operazioni di intelligence di tutti i tempi”, ha spiegato il portavoce della Cia, Ryan Trapani, ricordando che la storia è uno degli elementi chiave degli sforzi ‘social’ dell’agenzia. “Nel quinto anniversario è opportuno ricordare quel giorno e onorare tutti coloro che contribuirono a questo risultato”, ha aggiunto.

Ecco quindi la ricostruzione del blitz in una dozzina di tweet, dall’approvazione dell’operazione all’13.25 ora di Washington al decollo e all’atterraggio degli elicotteri nel compound di Abbottabad in Pakistan, dall’individuazione di Bin Laden al terzo piano dell’edificio alla sua uccisione, sino alla conferma della probabile identificazione della vittima, alle 17.01, quando la missione si conclude. Postate anche alcune foto, una del compound visto dall’alto e un’altra di Barack Obama che segue il blitz in diretta dalla ‘situation room’.

A fare la prima diretta in tempo reale del blitz contro Bin Laden fu però un informatico pachistano, Sohaib Athar, allora inconsapevole dell’attacco dei Navy Seal al nascondiglio del capo di al-Qaeda: “Un elicottero sta volteggiando sopra Abbottabad (è un evento raro)”, fu il primo dei suoi tweet, seguito dalle informazioni sulle esplosioni che fecero saltare i vetri delle finestre.

L’iniziativa della Cia comunque ha suscitato reazioni contrastanti nel web. Molti non l’hanno apprezzata, definendola “kitsch”, “provocatoria”, “imbarazzante”, “non professionale” “non aderente alla missione” della Cia, e foriera di azioni anti americane.

Nonostante alcune precedenti scivolate, come l’invasione della Corea del Sud da parte della Corea del Nord postata su Twitter come se fosse una breaking news anziché un anniversario storico, i servizi segreti americani difendono la loro presenza su Twitter come un mezzo per allargare il proprio pubblico e spiegare la propria missione.

Una missione che ora continua con la caccia al leader dello Stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi. In un’intervista con la tv Nbc, il capo della Cia John Brennan ha detto di non aver dubbi sul fatto che l’Isis sarà distrutto e la sua leadership rimossa. Se Baghdadi fosse catturato, ha sottolineato, ci sarebbe un grande impatto sull’Isis, che accuserebbe il colpo.

Nello stesso tempo il direttore della Cia ha avvertito che la lotta contro il ‘Califfato’ deve affrontare sfide uniche perché non si tratta solo di una organizzazione, ma di un “fenomeno”.

Brennan ha poi ammonito a non dimenticare al-Qaeda: “Abbiamo distrutto gran parte di al-Qaeda, ma non è completamente eliminata. Quindi dobbiamo rimanere concentrati su quello che può fare”.

Ultima ora

05:34Messico, almeno 150 le vittime del terremoto

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 SET - E' di circa 150 morti il bilancio del violento terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito ieri il centro del Messico. Otto bambini e la loro maestra sono rimasti vittime del crollo di una scuola nella capitale. Altri 14 bimbi sono stati tratti in salvo. Sotto le macerie della 'Enrique Rebsamen' ci sono ancora almeno due bambini. nello stato di Morelos hanno perso la vita 55 persone, 49 a Città del Messico, 32 a Puebla, 10 nello stato del Messico e tre in quello di Guerrero.

00:45Calcio: Barcellona-Eibar 6-1, Messi ne fa quattro

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Il Barcellona ha travolto l'Eibar nel secondo anticipo della Liga, battendolo per 6-1. Un successo che, dopo cinque turni, proietta momentaneamente i blaugrana a 15 punti, +5 sul Siviglia. Protagonista della goleada al Camp Nou è stato Lionel Messi, autore di quattro reti (la prima su rigore). A segno anche Paulinho e Denis Suarez. Per l'Eibar gol della bandiera dell'Eibar con Sergi Enrich.

00:28Ucciso pregiudicato, partecipò a tentato furto salma Ferrari

(ANSA) - NUORO, 19 SET - Uno dei presunti componenti della banda che tentò di trafugare la salma di Enzo Ferrari, con un ruolo definito marginale dagli inquirenti, è stato ucciso questa sera nel suo paese, Orani, in provincia di Nuoro. L'uomo, Luca Carboni, operaio forestale di 45 anni, è stato freddato con alcuni colpi di arma da fuoco in via Delitala, nella periferia del paese, vicino al cimitero. Poco dopo gli spari, intorno alle 21.45, è arrivata sul posto un'ambulanza del 118, ma i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso: l'uomo è morto sul colpo. Sul posto, gli uomini della Squadra Mobile di Nuoro e il loro capo Paolo Guiso stanno tentando di ricostruire la dinamica dell'omicidio e di risalire al movente. Luca Carboni, pluripregiudicato, è un nome conosciuto alle forze dell'ordine. Varie le vicende giudiziarie che lo hanno riguardato: coltivazione di sostanze stupefacenti attentati e traffico di armi e droga. In passato l'uomo era stato coinvolto nell'inchiesta che aveva portato in carcere l'ex sindaco di Buddusò Giovanni Satta. In una telefonata intercorsa tra i due, Carboni aveva chiesto a Satta di procurargli dell'esplosivo. Più di recente nel marzo 2017 era stato coinvolto nell'inchiesta su un traffico di droga e armi fra la Sardegna ed il nord Italia. Secondo gli inquirenti, Luca Carboni faceva parte del sodalizio criminale che stava progettando tra l'altro il furto a scopo di estorsione della salma del costruttore automobilistico Enzo Ferrari. Quarantacinque complessivamente le persone indagate fra quelle arrestate, ai domiciliari, con obbligo di dimora e denunciate. Per l'operaio forestale gli inquirenti avevano applicato l'obbligo di dimora. (ANSA).

00:16Calcio: Donadoni, Bologna superiore all’Inter

(ANSA) - ROMA, 19 SET - "I ragazzi hanno fatto una gara di grande qualità e di grande intensità. Dal punto di vista del risultato ci sentiamo 'derubati' ma questa è la strada giusta e se interpreteremo le gare così arriveranno i tre punti". Roberto Donadoni non nasconde il rammarico per non aver trovato la vittoria contro l'Inter, nonostante il vantaggio del Bologna con il gol di Verdi. "Siamo stati superiori all'Inter che è una grandissima squadra, li abbiamo costretti a difendersi perché siamo stati molto aggressivi. Sono soddisfatto della prova dei ragazzi: l'unica amarezza è non aver conquistato i tre punti". Sul rigore fischiato ad Eder Donadoni è stato polemico: "Mi auguro che queste circostanze capiteranno anche noi contro la Juve, la Roma, il Milan, il Napoli o le altre grandi squadre. Perché a parti invertite mi viene sempre il dubbio, se dovesse capitarci a noi devono darcelo. All'inizio dell'azione Mbaye viene sbilanciato, poi cade, la palla stava andando da un'altra parte e dare un rigore così mi sembra ingiusto".

00:11Calcio: Spalletti, subita la pressione del Bologna

(ANSA) - ROMA, 19 SET - "Queste partite bisogna provare a giocarle, non a subirle, come è successo nel primo tempo. Loro sono stati bravi a pressarci, non abbiamo trovato sbocchi ed insistito troppo con il palleggio centrale. Se la palla gira così lentamente diventa difficile. Bisogna avere più qualità nello stretto". Luciano Spalletti legge così l'1-1 in casa del Bologna. "La partita precedente non fa acquisire meriti per quella che segue - ha detto il tecnico, riferendosi ai quattro successi di fila da cui venivano i nerazzurri - Noi siamo l'Inter e dobbiamo giocare un calcio di intenzioni coraggiose. Siamo andati meglio nel secondo tempo, anche se la qualità sulla trequarti è mancata lo stesso. E loro avevano sempre tempo di ricomporsi. Però almeno le intenzioni sono state diverse".

23:45Bambini intrappolati in scuola crollata

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 19 SET - "Per favore, silenzio! Stiamo lavorando per salvare i piccoli!": questo il grido dei responsabili della protezione civile messicana mentre, circondati dalla folla, tentano di trarre in salvo bambini rimasti sepolti sotto le macerie di una scuola di Città del Messico. I media locali trasmettono in diretta dall'esterno della scuola Enrique Rebsamen, nella zona di Coyoacan, completamente crollata per il terremoto. Almeno uno dei piccoli è stato tratto in salvo ma non si sa quanti altri siano ancora intrappolati sotto le macerie.

23:32Calcio: serie B, Frosinone solo in testa

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Risultati della quinta giornata del campionato di calcio di Serie B: Ascoli-Frosinone 0-1; Avellino-Venezia 1-1 (giocata ieri); Bari-Cremonese 1-0; Carpi-Foggia 1-3; Cittadella-Cesena 4-0; Palermo-Perugia 1-0; Parma-Empoli 1-2; Pescara-Entella 2-2; Pro Vercelli-Salernitana 1-1; Spezia-Novara 1-0; Ternana-Brescia 0-0 rinviata. Classifica: Frosinone 13; Empoli 11; Perugia e Carpi 10; Palermo 9; Cittadella, Cremonese, Venezia, Avellino e Spezia 7; Pescara, Bari, Novara e Parma; Brescia, Ternana, Entella e Foggia 5; Salernitana e Cesena 4; Ascoli 3; Pro Vercelli 1.

Archivio Ultima ora