Migranti: possibilità di estendere i controlli per 5 Paesi

Pubblicato il 02 maggio 2016 da redazione

FILE - This is a Wednesday, March 16, 2016 file photo of Syrian refugee Abdullah Koca, 43, who fled Syria four-years ago and had been living at a refugee camp for Syrian refugees in Islahiye, Gaziantep province, southeastern Turkey, holds his six-month-old son Ibrahim and his daughter Hadiyeh, 6, as they check the family pet bird suspended in a cage at the barbed-wired fence of the camp. (ANSA/AP Photo/Lefteris Pitarakis, File)

FILE – This is a Wednesday, March 16, 2016 file photo of Syrian refugee Abdullah Koca, 43, who fled Syria four-years ago and had been living at a refugee camp for Syrian refugees in Islahiye, Gaziantep province, southeastern Turkey, holds his six-month-old son Ibrahim and his daughter Hadiyeh, 6, as they check the family pet bird suspended in a cage at the barbed-wired fence of the camp. (ANSA/AP Photo/Lefteris Pitarakis, File)

BRUXELLES. – Austria, Germania, Danimarca, Svezia e Norvegia potranno estendere i controlli alle loro frontiere interne fino ad un massimo di sei mesi, ma solo per confini specifici. Ad esempio, per la Germania quelli con l’Austria, mentre per l’Austria quelli con Ungheria e Slovenia, poiché l’iniziativa è strettamente legata ai buchi persistenti nella gestione greca delle frontiere esterne e alla rotta dei Balcani occidentali.

Lo apprende l’Ansa da fonti qualificate. Dopodomani Bruxelles, sulla base di un articolo del Codice Schengen mai usato prima, pubblicherà una raccomandazione al Consiglio europeo con cui motiva il suo ok.

Il documento, che dovrà essere adottato dal Consiglio Ue a maggioranza qualificata entro il 13 maggio, lascia però aperte due possibilità. Nell’eventualità si dovesse osservare una modifica dei flussi dalla Grecia, ad esempio, attraverso l’Italia, i Paesi potranno chiedere di modificare i confini interni oggetto dei loro controlli. Se invece si constatasse che si tratta di nuovi flussi, ad esempio dall’Africa sub-sahariana, i Paesi potranno ripartire con i ‘check’ sulla base legale ordinaria, e avere così otto mesi a disposizione.

“Farò tutto quello che un ministro deve fare e può fare nei limiti delle forze di un singolo Stato per gestire al meglio quella che è una situazione mondiale, non solo italiana e men che meno europea”, ha avvertito il ministro dell’Interno Angelino Alfano, parlando della situazione ai valichi e annunciando sopralluoghi al Brennero, a Ventimiglia e in Albania.

Gli ha fatto eco il ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen: la soluzione al problema della difesa delle frontiere esterne dell’Ue deve essere trovata insieme in Europa, ha detto, e, per quanto riguarda la frontiera meridionale, “insieme all’Italia”.

“Nella roadmap ‘back to Schengen'” Bruxelles “aveva già previsto una raccomandazione per permettere l’estensione dei controlli alle frontiere interne, da presentare al più tardi entro il 12 maggio. Su questo c’è una decisione già per mercoledì prossimo”, ha spiegato la portavoce dell’esecutivo comunitario Mina Andreeva, evidenziando che la lettera di Germania, Austria, Francia, Belgio, Svezia e Danimarca “è in linea” ed è “a sostegno” della tabella di marcia che la Commissione Ue ha fissato, per tornare al normale funzionamento dello spazio Schengen, entro il 2016.

Proprio ieri la Danimarca ha deciso di prolungare di un mese, fino al 2 giugno, i controlli alla frontiera con la Germania. Il ministro danese per l’Immigrazione, Inger Stoejberg ha giustificato la misura con la necessità “di contenere il numero di profughi nel Paese”.

Germania e Austria invece esauriranno il tempo reso disponibile dalla base legale ordinaria, il 13 ed il 16 maggio. Intanto dal presidente federale tedesco Joachim Gauck, arriva l’appello a mantenere aperti i confini interni Ue.

(di Patrizia Antonini/ANSAmed)

Ultima ora

16:58F1:Vettel canta sul podio inno Mameli, Raikkonen impassibile

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Sebastian Vettel, sorridente e felice, intona anche qualche brano dell'Inno di Mameli dal podio di Montecarlo, dopo aver conquistato la prima vittoria con le Rosse nel Gp di Monaco dal 2001. All'entusiasmo del tedesco, pur contenuto dalla presenza delle Altezze del Principato alle sue spalle, ha fatto da contraltare la fredda compostezza di Kimi Raikkonen, impassibile e immobile nonostante il secondo posto.

16:58Usa: 8 morti in sparatoria Mississippi

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Otto morti, fra i quali il vice sceriffo. E' il bilancio della sparatoria avvenute nella contea di Lincoln, in Mississippi nella notte di sabato. Le autorita' stanno indagando e un uomo e' sotto custodia della polizia. La polizia sta raccogliendo le prove per cercare nelle tre diverse abitazioni dove il sospettato ha colpito per cercare di capire se conoscesse le sue vittime.

16:56F1: Monaco, Vettel “fantastico weekend per la Ferrari”

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "E' incredibile. E' un fantastico weekend per la Ferrari. E' stata una gara davvero tirata. Speravo di fare una partenza migliore, e nella prima parte ci sono stati dei momenti in cui ero in difficoltà con le gomme". Queste le prima parole di Sebastian Vettel dopo la premiazione al Gp di Montecarlo, intervistato dal campione del mondo in carica, Nico Rosberg. "Poi però prima del pit stop le gomme sono tornate a darmi buone sensazioni e ho sfruttato la finestra", ha aggiunto spiegando il momento in cui, grazie ai pit stop, è riuscito a sopravanzare Kimi Raikkonen. Qualche problema alla ripartenza dopo l'ingresso della safety car, nel finale di gara: "Era davvero difficile con le gomme che si erano raffreddate, ma ho tenuto duro. E' stato davvero un ottimo lavoro del team".

16:55F1: Monaco, urlo Vettel “gran lavoro, grande piacere”

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Sì, sì', siiì!. Grande lavoro ragazzi, molto buono!" Sebastian Vettel entusiasta dopo la vittoria nel Gp di Monaco urla la sua gioia via radio ai box. "Oggi è davvero un grande piacere", ha aggiunto il tedesco dopo il terzo successo stagionale. All'arrivo ai box, Vettel è stato travolto dalla gioia dei suoi meccanici.

16:51Mucche al mare, transumanza arriva in spiaggia

(ANSA) - OLBIA, 28 MAG - L'estate in Sardegna è iniziata con circa un mese di anticipo. Le temperature elevate di questi giorni hanno 'suggerito' anche alle ormai note mucche di Bèrchida di fare un 'salto' in spiaggia. Non una spiaggia qualsiasi, ma uno degli arenili più belli al mondo, quello che si trova a pochi chilometri da Siniscola (Nuoro). La fotografia, pubblicata su Facebook da Annamaria Profili, è stata scattata oggi nella spiaggia semideserta, dove gli animali hanno fatto una sosta durante la loro transumanza dai monti alle zone costiere. Un'immagine che trasmette la vera essenza di una Sardegna ancora pura e selvaggia. La mandria di erbivori è perfettamente a suo agio sulla sabbia candida a pochi passi dal bagnasciuga e dal mare cristallino. Le mucche bianche, di razza charolaise, appartengono alla famiglia Contu che da generazioni si occupa di questo tipo di allevamento. In primavera la mandria viene spostata sulla costa per consentire il riposo ai pascoli della campagna. La transumanza delle mucche di Bèrchida avviene due volte l'anno con una "passeggiata" di circa 20 chilometri. Una volta al 'mare' la mandria trova tutto ciò di cui ha bisogno, compresa acqua fresca a volontà grazie alla presenza di un fiume a pochi metri dalla spiaggia. (ANSA).

16:38Totti: Tavecchio, grazie ancora per il 9 luglio 2006

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Nel giorno in cui finisce un ciclo importante della tua vita di uomo e di calciatore mi piace ricordarti con la medaglia d'oro al collo e la Coppa di campione del Mondo in mano, appena 5 mesi dopo l'infortunio più grave della tua carriera". Così il presidente della federcalcio Carlo Tavecchio saluta Francesco Totti che oggi gioca la sua ultima partita con la Roma. "Il nostro ricordo -prosegue Tavecchio- è di un azzurro splendente: grazie ancora per il 9 luglio del 2006 e in bocca al lupo, Francesco, per la tua nuova vita". (ANSA).

16:34E’ morta a 110 anni suor Candida,religiosa più anziana mondo

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 28 MAG - È morta ieri a Lucca suor Candida Bellotti, la religiosa di origini venete più anziana al mondo. "Ha lasciato questa terra con la serenità che l'ha sempre contraddistinta nei suoi 110 anni di vita", comunicano le consorelle. Il 20 febbraio scorso suor Candida Bellotti aveva festeggiato l'ultimo compleanno circondata dal vescovo di Lucca Italo Castellani, dalla superiora provinciale suor Giuliana Fracasso e dalle consorelle. Per lei anche una speciale benedizione di Papa Francesco, che le aveva rivolto "vive felicitazioni e fervidi auguri". Suor Candida (al secolo Alma Bellotti) apparteneva alla congregazione delle Ministre degli infermi di San Camillo de Lellis. Dagli anni '30 aveva prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città, dedicandosi anche alla formazione delle giovani consorelle. Nel 2000, a 93 anni, era stata trasferita nella casa madre di Lucca "per un meritato riposo". Dieci i Pontefici che si sono succeduti durante la vita di suor Candida.

Archivio Ultima ora