Dettori, Hornby, Ranieri: storie di Italia in Gran Bretagna

Pubblicato il 03 maggio 2016 da redazione

ranieri

LEICESTER. – In principio fu Giuseppe Mazzini, sbarcato da esule nel 1837 nella ‘little Italy’ della Londra imperiale (allora davvero little). Ma se la si vuole prendere meno alla lontana le storie degli italiani famosi d’Inghilterra, che conduce fino al trionfo targato Leicester di Claudio Ranieri da Testaccio, offre una miriade di esempi contemporanei.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta in tempi nei quali – nella sola capitale britannica – i connazionali di successo, o a caccia di fortuna, si contano a decine, centinaia di migliaia. Il calcio rappresenta, di suo, un microcosmo tricolore. I nomi di Vialli e di Zola, di Carlo Ancelotti e di Roberto Mancini, da giocatori o da tecnici, si sono già circonfusi da tempo di gloria al di qua della Manica.

Nè, in attesa delle imprese che Roman Abramovich e i tifosi del Chelsea si aspettano da Antonio Conte, può essere dimenticato don Fabio Capello: nemmeno lui è riuscito a far vincere la nazionale inglese, è vero; ma anche da queste parti, da ct dei ‘bianchi’, ha saputo lasciare traccia e far vedere come si comanda.

Fuori dal tappeto verde, ma nel cuore di tanti frequentatori delle curve (come pure di spettatori di reality show e lettori di tabloid) giganteggia poi il profilo generoso di Nancy Dell’Olio, all’anagrafe Annunziata: forse l’italiana più popolare, oggi come oggi e prima del Ranieri day, dell’intero regno.

Ma non di solo calcio, né di solo gossip, si nutre il contributo della penisola all’isola. Fra gli italo-inglesi si è conquistato celebrità imperitura, in una terra che talora ama i cavalli più degli esseri umani, il fantino sir Frankie Dettori.

Come lui, ha accesso a corte e ha potuto chinare il capo di fronte alla regina Antonio ‘Anthony’ Pappano, bacchetta di fama mondiale e nume tutelare della Royal Opera House londinese; o Gabriele Finaldi, direttore dell’imponente National Gallery.

Nomi da prima pagina in un Paese nel quale il profumo d’Italia si respira peraltro un po’ dappertutto, mentre il flusso di ‘immigrati’ – temporanei o permanenti – continua a essere alimentato ogni mese da nuovi arrivi, dopo il boom clamoroso degli ultimi anni.

Un popolo fatto di parrucchieri e baristi, di camerieri e studenti, di avvocati e medici, di ristoratori, chef, free lance, giovani ricercatori o accademici affermati. Nel mondo della cultura spicca, per citare un esempio, il nome di Simonetta Agnello Hornby, che Londra l’ha vista cambiare a fondo in mezzo secolo di vita in riva al Tamigi: da avvocato, giudice minorile e infine scrittrice di talento.

In quello della City, fra manager, finanzieri, broker e legali nostrani, può essere citato Vittorio Colao, da qualche anno al vertice mondiale di Vodafone, colosso multinazionale della telefonia. Ma la lista è virtualmente sconfinata. Quel che è certo è che da ieri – lontano da Londra, fra le industrie tessili e l’immigrazione multicolore della periferica Leicester – Claudio Ranieri vi occupa un posto tutto particolare.

(di Alessandro Logroscino/ANSA)

Ultima ora

09:32Terremoti: scossa magnitudo 4,9 in Nuova Zelanda

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Una scossa di terremoto di magnitudo 4,9 é stata registrata oggi circa 14 chilometri a sudovest di Kaikoura, in Nuova Zelanda, ad una profondità di 10 chilometri: lo rende noto l'Istituto geofisico americano (Usgs). Per ora non si hanno notizie di vittime o danni.

09:28Referendum autonomia, Lombardia vota, seggi aperti fino a 23

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - Oggi in Lombardia si vota per il referendum sull'autonomia. Seggi aperti dalle 7 alle 23 per la prima consultazione elettronica in Italia: la scheda cartacea è infatti sostituita da tablet sul quale si può votare sì, no o scheda bianca. Nel quesito si chiede all'elettore se è favorevole all'avvio di una trattativa con il governo per trasferire alla Lombardia le 20 competenze concorrenti e le tre negoziabili previste dalla Costituzione e le relative risorse. In Lombardia non è previsto un quorum.

09:18Referendum autonomia, seggi aperti in Veneto

(ANSA) - VENEZIA, 22 OTT - Apertura regolare alle 7 dei seggi per il referendum consultivo sull'autonomia del Veneto. Il governatore Luca Zaia ha votato appena aperto il seggio nella scuola a San Vendemiano (Treviso). Sono oltre quattro milioni gli aventi diritto di voto in Veneto. Sulla scheda il quesito è "vuoi che alla regione del Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?". Il referendum consultivo veneto prevede un quorum del 50% più uno degli aventi diritto al voto. Le urne resteranno aperte fino alle 23.

08:06Uragani: cinque ex presidenti Usa insieme per raccolta fondi

(ANSA) - WASHINGTON, 22 OTT - Cinque ex presidenti insieme per chiedere agli americani di fare donazioni per le vittime degli uragani che nelle ultime settimane hanno colpito Texas, Florida, Puerto Rico e le Isole Vergini. Jimmy Carter, Bill Clinton, Barack Obama, Bush padre e figlio sono comparsi al concerto di beneficienza al campus della Texas A&M University di Austin, dove ha fatto una apparizione a sorpresa anche Lady Gaga. Tutti hanno fatto brevi dichiarazioni, tranne il 93/enne George W. Bush, che soffre di una forma di Parkinson ed era su una sedia a rotelle. Nessuno ha fatto riferimenti a Donald Trump. Finora la raccolta fondi tramite l'iniziativa One America appeal for hurricane relief ha raggiunto i 31 milioni di dollari, con donazioni da oltre 80 mila persone.

08:01Corea Nord: ex presidente Carter disposto andare a Pyongyang

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - L'ex presidente americano Jimmy Carter, 93 anni, si é detto disposto ad andare in missione diplomatica in Corea del Nord per conto del presidente Donald Trump in un momento di crescenti tensioni tra i due Paesi sulla questione delle armi nucleari. "Sì, io ci andrei", ha detto Carter alla giornalista Maureen Dowd del New York Times - riporta Fox News - rispondendo a una domanda su una sua eventuale disponibilità a recarsi a Pyongyang in missione diplomatica. Carter, che in passato ha già incontrato i leader nordcoreani, ha ammesso di essere "spaventato" dalla "situazione" attuale: "Non so cosa faranno", ha commentato, "perche' vogliono salvare il loro regime. E noi sovrastimiamo notevolmente l'influenza della Cina sulla Corea del Nord. In particolare su Kim Jong-un, che per quanto ne so non é mai stato in Cina". Carter ha poi definito Kim "imprevedibile".

01:37Razzismo:Sarri,noi non tutelati quando ci gridano ‘terroni’

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - ''Ci sono forme di razzismo che vengono tutelate e a noi, quando ci gridano 'terroni' oppure 'Vesuvio lavali col fuoco' non ci viene concessa la stessa tutela: questo mi fa arrabbiare''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri risponde così ad una domanda sulla sua protesta nei confronti dell'arbitro Irrati nel corso del match del san Paolo contro l'Inter.

00:45F1: Usa, Hamilton in pole, seconda Ferrari Vettel

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - La Mercedes di Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio degli Stati Uniti. Sulla pista di Austin in Texas, il leader del Mondiale ha preceduto la Ferrari di Sebastian Vettel e il compagno di scuderia Valtteri Bottas. Quinta l'altra Ferrari di Kimi Raikkonen. Quarta posizione per la Red Bull di Daniel Ricciardo (stesso tempo di Raikkonen ma stabilito prima), mentre sesto tempo per il compagno di scuderia Max Verstappen che dovrà scontare una penalità di 15 posizioni in griglia per aver sostituito la Power Unit. Settimo crono per la Force India di Ocon davanti alla Renault di Sainz ed alla McLaren di Alonso. Decima l'altra Force India di Perez davanti alla Williams di Massa.

Archivio Ultima ora