Corruzione: Consales, fatta stupidaggine,ma non c’è tangente

(ANSA) – BRINDISI, 3 MAG – “Non ho mai venduto per un solo istante la mia funzione di sindaco a Luca Screti e alla ditta Nubile. Non ho mai prodotto un atto amministrativo che potesse favorire Screti”, imprenditore che opera nello smaltimento dei rifiuti. Lo ha detto l’ex sindaco di Brindisi, Mimmo Consales (Pd), che nel pomeriggio, dopo la revoca degli arresti, ha tenuto una conferenza stampa. Consales, che era ai domiciliari per corruzione dal 6 febbraio, ha spiegato le modalità con cui ha intascato 30mila euro ritenuta una tangente dall’accusa, dazione di danaro ammessa dall’ex sindaco Pd a titolo di contributo. “Quando mi sono candidato – ha detto – Screti mi ha sostenuto senza problemI e mi ha promesso un contributo economico, che poi non mi è stato versato. Questo contributo mi è stato poi dato nella forma che conoscete, quando ero già sindaco. E questa è una mia responsabilità. Una stupidaggine di quelle incredibili che ho commesso accettando che questo contributo mi venisse versato anche un minuto dopo la mia elezione”.

Condividi: