Pil Italia frena. Ue, cerchiamo intesa su flessibilità

Pubblicato il 03 maggio 2016 da redazione

Pil Italia rallenta

Pil Italia rallenta

BRUXELLES. – Una crescita più lenta delle attese che viene rivista al ribasso, un deficit che scende solo “leggermente” e il pesante fardello del debito pubblico che resta invece invariato. Le nuove previsioni economiche della Commissione europea vedono l’Italia allineata al resto dell’Eurozona, dove la crescita cerca di farsi largo tra i “rischi elevati” che nascono soprattutto dall’incertezza per la Brexit e dal rallentamento della Cina. Di diverso dagli altri Paesi c’è solo l’alto debito, che pesa sulla risposta di Bruxelles alla richiesta di flessibilità, in arrivo il 18 maggio.

Il negoziato tra Ue e Governo italiano è ancora in corso. “Cerchiamo un’intesa”, ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici, ribadendo che si applicheranno le regole Ue, ma con intelligenza, per non compromettere l’obiettivo comune che è ottenere crescita e lavoro.

Anche il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan ricorda come “il rispetto delle regole sia fondamentale per ricostruire la fiducia reciproca in Europa”, ma al tempo stesso occorre “promuovere l’evoluzione delle regole perché siano sempre più efficaci” per dare “risposte ai cittadini in termini di benessere e di lavoro”.

Una battaglia sulle regole è in corso all’Ecofin, dove alcuni Stati, tra cui l’Italia, promuovono la semplificazione del Patto, diventato un groviglio di paletti tra cui è difficile districarsi. I nuovi numeri di Bruxelles su deficit, debito, Pil e disoccupazione non aiutano ad anticipare il ‘giudizio’ finale sulla legge di stabilità, atteso per il 18 assieme alle nuove raccomandazioni.

Ciò che indicano con chiarezza è soltanto un netto peggioramento del saldo strutturale (da -1% del 2015 a -1,7% del 2016 e 2017), parametro di riferimento per stabilire se gli sforzi verso il raggiungimento del pareggio di bilancio sono sufficienti o meno.

Ma Moscovici non commenta il dato: “La valutazione è ancora in corso, cerchiamo di trovare un’intesa con l’Italia” sulla possibilità di concedere la flessibilità prevista dal Patto. Sulla decisione pesa il fatto che il debito, nel 2016, non cala ma resta a 132,7%. Scenderà solo dal 2017. Il che obbliga Bruxelles, per il secondo anno di seguito, a stendere il rapporto ‘126.3’ sul debito, per giudicarne la sostenibilità.

La crescita del 2016, invece, era stata già rivista al ribasso dallo stesso Governo un mese fa (+1,2%). Ora tocca all’Ue, che l’abbassa a +1,1%. “Nel corso del 2015 il passo della crescita ha rallentato portando ad un avvio del 2016 più basso del previsto” che, “insieme all’ulteriore rallentamento del commercio globale, spiega la revisione al ribasso” rispetto alle previsioni invernali, scrive Bruxelles. Un quadro che migliorerà nel 2017 (+1,3%), grazie a “domanda esterna più dinamica e agli investimenti”.

Del resto, la situazione del credito continua a migliorare nonostante le sofferenze bancarie. Anche sul deficit, lo scarto con le previsioni del Governo è minimo: nel 2016 scende “solo marginalmente” (2,4%, mentre per il Governo è 2,3%) a causa della natura “espansiva” della legge di stabilità, e nel 2017 arriva a 1,9%. Ma per il 2017, la partita è tutta da giocare: le previsioni hanno incorporato solo metà dello 0,9% di aumento dell’Iva varato come clausola di salvaguardia a fine 2015, perché le misure compensatorie sono ancora troppo vaghe.

(di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

01:14Calcio: Liverpool battuto dall’ultima in classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Una settimana dopo aver inflitto al Manchester City, dominatore della Premier League, la sua prima sconfitta in campionato, il Liverpool è riuscito nell'impresa di andare a perdere (1-0) sul campo dello Swansea, ultima in classifica, nel posticipo del 24/o turno. Si è così interrotta la striscia di 18 risultati utili consecutivi della formazione allenata da mister Jurgen Klopp, tra tutte le competizioni. La rete di Alfie Mawson, al 40', ha siglato uno dei risultati più inattesi della stagione e lasciato il Liverpool in quarta posizione, a -3 dal Chelsea.

00:50Calcio: Allegri, l’importante era restare in scia al Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "L'importante era vincere. Alla fine c'è stata un po' di ansia perché ci mancavano un po' le gambe. Abbiamo alle spalle sei giorni di lavoro importante ed i ragazzi l'hanno sentito. Potevamo chiudere la partita già nel primo tempo ed ancora con un paio di occasioni nella ripresa. Non ci siamo riusciti e quindi complimenti al Genoa". Massimiliano Allegri sa che la Juventus non ha giocato una partita entusiasmante, ma si prende i 3 punti grazie all'1-0, rete di Douglas Costa. "E' importante che la squadra vinca anche se Higuain non segna" ha commentato. Lotta scudetto riservata a Napoli e Juventus? "Il campionato è ancora lungo tutti quelli che ci stanno dietro possono ancora rientrare - ammette Allegri - Ora davanti (di un punto, ndr) abbiamo il Napoli e quindi era importante restargli in scia".

00:23Calcio: Douglas Costa, vittoria difficile ma importante

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Sono contento del gol e di aver aiutato la squadra. Nel secondo tempo siamo un po' calati fisicamente, è stata difficile ma non abbiamo subito gol con grande sacrificio a parte di tutti: abbiamo portato a termine la partita in vantaggio e quello è l'importante". Le parole a caldo del giocatore juventino Douglas Costa dopo l'1-0 sul Genoa che ha riportato i bianconeri a -1 dal Napoli. "Mettere pressione al Napoli? Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e andare avanti senza guardare gli altri", ha aggiunto il centrocampista.

00:18Donna uccisa in agguato a Napoli, tre colpi al volto

(ANSA) - NAPOLI, 22 GEN - Una donna di 54 anni, Annamaria Palmieri, è stata uccisa in un agguato ed è stata trovata riversa in via del'Alveo Artificiale nel quartiere periferico di San Giovani a Teduccio a Napoli. Lo si apprende da fonti della Questura. Dai primi rilievi emerge che la donna è stata raggiunta da tre colpi di pistola al volto. La donna, rilevano le stesse fonti, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, per droga e per associazione per delinquere. Agenti della Scientifica stanno operando nell'area del rinvenimento del corpo.

00:08Calcio: serie A, Juventus-Genoa 1-0

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Juventus con il minimo sforzo batte il Genoa nel posticipo della 21/a giornata si serie A e tiene il passo del Napoli, vittorioso ieri a Bergamo. Di Douglas Costa, al 16', l'unica rete della partita, alla quale il Genoa non ha saputo replicare. I bianconeri, alla quarta vittoria di fila, seguono ad una lunghezza il Napoli, che comanda a quota 54, e hanno 10 lunghezze di vantaggio sulla terza, la Lazio. Il Genoa, reduce da tre risultati utili consecutivi, è fermo a 21 punti, +5 dalla zona retrocessione.

22:32Calcio: Marotta, quella su Balotelli è una bufala

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Le voci su Balotelli? C'è affetto e stima per questo ragazzo, ma è una notizia da fantacalcio, una bufala. Quello di Balotelli è un profilo che non occorre alla Juventus". L'ad della Juventus, Giuseppe Marotta, prima di Juve-Genoa nega ogni interesse per l'attaccante del Nizza e anche per il giocatore della Lazio De Vrij: "non è un nostro obiettivo". Confermata invece la pista Emre Can. "L'interesse è chiaro - dice il dirigente a Premium Sport - vogliamo tentare di portarlo con noi, ma non è detto che ci riusciremo perché al momento ha un contratto con il Liverpool. Potrebbe rinnovarlo e oltretutto ci sono altre squadre su di lui".

22:21Calcio: Verona, presidente conferma la panchina a Pecchia

(ANSA) - VERONA, 22 GEN - Niente cambi sulla panchina del Verona. Fabio Pecchia resta in sella, e guiderà la squadra gialloblù anche nel prossimo impegno di campionato, in trasferta al Franchi, contro la Fiorentina. Lo ha deciso il presidente del club, Maurizio Setti. La squadra andrà intanto in ritiro. "Al termine di una giornata di riflessioni e confronti - spiega il Verona in una nota - il presidente dell'Hellas Verona, Maurizio Setti, ha deciso che la squadra andrà in ritiro fino a data da destinarsi. Il gruppo, in vista del match contro la Fiorentina, si allenerà ad Imola agli ordini di Fabio Pecchia e del suo staff, con il primo allenamento in programma per mercoledì 24 gennaio". La proprietà comunica inoltre di aver indetto il silenzio stampa, esteso "a tutti i propri tesserati".

Archivio Ultima ora