Champions: Atletico Madrid va in finale, Bayern inutile successo

Pubblicato il 03 maggio 2016 da redazione

Madrids Antoine Griezmann (c) celebrates scoring the 1-1 with teammates during the UEFA Champions League semi final second leg soccer match between Bayern Munich vs Atletico Madrid in Munich, Germany, 03 May 2016.  EPA/PETER KNEFFEL

Madrids Antoine Griezmann (c) celebrates scoring the 1-1 with teammates during the UEFA Champions League semi final second leg soccer match between Bayern Munich vs Atletico Madrid in Munich, Germany, 03 May 2016. EPA/PETER KNEFFEL

ROMA. – Ancora la maledizione spagnola per Pep Guardiola, mentre ‘el Cholo’ Simeone compie un’altra impresa. L’Atletico Madrid perde 2-1 all’Allianz Arena e, forte dell’1-0 a favore dell’andata, è in finale di Champions League per la seconda volta negli ultimi tre anni. Avrà quindi la possibilità, sabato 28 a Milano, di prendersi la rivincita sulla sorte che nel 2014 l’ha privato del trionfo continentale nella sfida per il titolo che era anche una stracittadina contro il Real.

Ancora Spagna quindi, ed è un dato dal sapore molto amaro per Guardiola e il suo Bayern: per il terzo anno consecutivo i biancorossi bavaresi e il loro condottiero venuto dalla Catalogna vengono eliminati in semifinale, e sempre da una squadra spagnola. Nel 2014 a passare fu il Real, l’anno scorso toccò invece al Barcellona che poi travolse la Juventus.

Un precedente, quella del successo in semifinale sul Bayern, che potrebbe rivelarsi benaugurante per l’Atletico, visto che chi ha sbattuto fuori Lahm e soci poi ha vinto il titolo. Attendendo di sapere chi passerà tra Real Madrid e Manchester City, Simeone ha costruito il proprio successo con il solito calcio non spettacolare ma terribilmente efficace, fatto di attenzione estrema in difesa, ripartenze micidiali come quella che ha fruttato la rete dell’1-1 di Griezmann, e quando serve anche qualche colpo duro.

L’Atletico è una squadra di gente che in campo non si arrende mai, proprio come faceva il suo tecnico quando era un calciatore, e i risultati si vedono, visto che è in testa anche in campionato (assieme al Barcellona).

Il Bayern nel primo tempo ha dominato, ma questa superiorità si è tradotta in una sola rete, quella segnata poco dopo la mezz’ora da Xabi Alonso su punizione. Due minuti dopo Thomas Muller avrebbe potuto sferrare il colpo del Ko, ma ha calciato male il rigore concesso per una trattenuta in area di Gimenez su Javi Martinez e Oblak lo ha parato.

Il Bayern a fine partita ha concluso verso la porta avversaria per 33 volte contro le 7 degli avversari, che però sono stati più concreti, come quando Griezmann ha concluso, all’8′ st, in modo micidiale per Neuer, un’azione in contropiede avviata da Torres.

Il Bayern ha accusato visibilmente il colpo, non ha avuto la solita qualità nel gioco e l’Atletico ha tenuto bene. Ci ha pensato Lewandowski, di testa su assist aereo di Vidal, a riaprire il match, poi il Bayern ha spinto ancora ma ha concluso poco.

All’84’ l’arbitro Cakir ha ammutolito l’Allianz Arena concedendo un rigore agli ospiti per un fallo che Javi Martinez aveva commesso su Fernando Torres chiaramente fuori area. Lo stesso centravanti lo ha calciato ma un altro campione del mondo, Neuer, lo ha neutralizzato e a quel punto c’è stato spazio solo per il forsennato pressing finale del Bayern, con alcuni spunti dell’ex juventino Coman entrato al posto dell’evanescente Douglas Costa.

La muraglia umana dei colchoneros ha resistito e alla fine è stata festa spagnola: l’Atletico va a Milano, Simeone torna in quello stadio in cui fu grande protagonista con la maglia dell’Inter. Ora il sogno è di ritrovare i cugini del Real, ma con un finale diverso da quello del 2014. Intanto l’Atletico si è preso una parziale rivincita su quel Bayern che, nel lontano 1974, lo battè in un’altra finale di Coppa dei Campioni.

Ultima ora

19:01Expo, pronta memoria difensiva di Giuseppe Sala

(ANSA) - MILANO, 21 LUG - E' pronto a difendersi con una memoria che dovrebbe essere depositata in Procura generale all'inizio della prossima settimana, il sindaco di Milano Giuseppe Sala indagato per falso materiale e ideologico e turbativa d'asta nell'inchiesta con al centro l'appalto per la 'Piastra dei Servizi' di Expo e che vede indagate 8 persone, tra cui il primo cittadino in qualità di ex ad per l'Esposizione Universale, e anche due società. Da quanto si è saputo, infatti, i legali sono al lavoro per completare la memoria difensiva e il difensore di Sala, l'avvocato Salvatore Scuto, potrebbe depositarla il 25 luglio. Quel giorno scadranno i termini fissati dal sostituto pg Felice Isnardi, titolare dell'inchiesta, dopo la chiusura delle indagini e previsti dal codice (sono stati prorogati perché i difensori hanno dovuto attendere diversi giorni prima di poter accedere agli atti) per dare la possibilità agli indagati o di chiedere un interrogatorio o di depositare memorie, come farà appunto la difesa del sindaco.

18:57Atletica: Italia regina 100 m, Tortu oro europeo Under20

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - Il ragazzo più veloce d'Europa è italiano e si chiama Filippo Tortu. Il 19enne brianzolo con origini sarde ha conquistato la medaglia d'oro dei 100 metri ai Campionati Europei under 20 in corso a Grosseto. Sul rinnovato rettilineo azzurro dello Stadio Zecchini Tortu è sfrecciato in 10.73 contro un autentico muro di vento (-4.3). Battuti il finlandese Samuel Purola (10.79) e il britannico Oliver Bromby (10.88). "Sapevo di poter vincere - le parole dello sprinter - il tempo non ha alcuna importanza. Esultare davanti a questa tribuna gremita e vedere dalla pista questa incredibile macchia azzurra che mi festeggiava è un'emozione che non riesco a spiegare. Ora correrò la 4x100 con i miei compagni, possiamo fare grandi cose. E poi penserò ai Mondiali di Londra". Si tratta del primo titolo continentale per l'Italia sui 100 nella rassegna juniores.

18:48Pd: al via nel Reggiano la Festa regionale Emilia-Romagna

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 21 LUG - Parte tra una settimana, venerdì 28 luglio, l'ottava edizione della Festa Regionale del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna nel Parco Secchia di Villalunga di Casalgrande (Reggio Emilia), in programma fino a Ferragosto. Tra gli ospiti i ministri Delrio (30 luglio), Lotti (1 agosto), Minniti (3), Orlando (4), Madia (8), Martina (9), la Sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi (5), il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (2), Debora Serracchiani (10), Antonio Decaro (8) e Matteo Richetti (6). Primo dibattito il 28 luglio (ore 21) con il presidente del Pd, Matteo Orfini, e il segretario dell'Emilia Romagna, Paolo Calvano. Sono stati invitati altri ospiti "che potrebbero confermare la loro presenza nei prossimi giorni". Nel programma diffuso oggi dal Pd E-R non compare al momento Matteo Renzi, che è stato presente alle ultime edizioni della Festa. (ANSA).

18:43Francia: ancora veleni per dimissioni capo esercito

(ANSA) - PARIGI, 21 LUG - Ancora veleni in Francia dopo le dimissioni del capo di Stato maggiore dell'esercito, Pierre de Villiers, in aperta polemica con il presidente Emmanuel Macron per i tagli al bilancio della Difesa. In un'intervista pubblicata oggi sul quotidiano Le Figaro, il portavoce del governo, Christophe Castaner - uno dei fedelissimi dell'attuale presidente - ha accusato De Villiers di essere stato "sleale dal punto vista della comunicazione" e di aver "messo in scena le sue dimissioni". Davanti alla commissione Difesa dell'Assemblea Nazionale, il generale aveva tuonato la settimana scorsa contro il taglio di 850 milioni di euro ai militari voluto da Macron per il 2017. De Villiers "si è comportato da poeta rabbioso - rincara Castaner - Avremmo preferito sentire la sua visione strategica (...) piuttosto che i suoi commenti sul bilancio".

18:41Usa: media, Spicer si è dimesso da portavoce Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 21 LUG - Sean Spicer si è dimesso da portavoce del presidente Usa Donald Trump. Lo riferiscono i media americani, apparentemente in contrasto con il presidente per la nuova nomina del direttore della comunicazione alla Casa Bianca, il finanziere Anthony Scaramucci.

18:34Gentiloni, da Ue pretendiamo solidarietà

(ANSA) - TORINO, 21 LUG - "Dai nostri vicini, dai Paesi che condividono il progetto europeo abbiamo diritto di pretendere solidarietà. Non accettiamo lezioni né parole minacciose. Serenamente ci limitiamo a dire che noi facciamo il nostro dovere e pretendiamo che l'Europa faccia il proprio senza darci improbabili lezioni". Lo ha detto a Torino il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, dopo l'invito dei leader del gruppo di Visegard a "chiudere i porti" per arginare i flussi migratori.

18:26Fiorentina: striscione contro Corvino ‘Dimettiti’

(ANSA) - MOENA (tn), 21 LUG - 'Venderesti anche te stesso, Corvino dimettiti'. Questo lo striscione esposto sulle cancellate del campo Benatti di Moena dove da quasi due settimane si sta allenando la Fiorentina. Uno striscione apparso in coincidenza dell'arrivo, questo pomeriggio, del direttore generale viola nel ritiro della squadra insieme al presidente esecutivo Mario Cognigni. I tifosi viola sono sempre più arrabbiati e delusi dopo l'ultima cessione, quella di Federico Bernardeschi alla Juventus definita in queste ore. E proprio all'ormai ex attaccante della Fiorentina è stato 'dedicato' a Moena l'ennesimo striscione di protesta.

Archivio Ultima ora