Usa 2016: Cruz sconfitto lascia e spiana strada a Trump

Pubblicato il 03 maggio 2016 da redazione

Businessman and Republican presidential candidate Donald Trump (C) speaks at a campaign rally at the Century Center in South Bend, Indiana, USA, 02 May 2016. EPA/TANNEN MAURY

Businessman and Republican presidential candidate Donald Trump (C) speaks at a campaign rally at the Century Center in South Bend, Indiana, USA, 02 May 2016. EPA/TANNEN MAURY

WASHINGTON. – Colpo di scena nelle presidenziali americane: il senatore ultra conservatore del Texas Ted Cruz, il beniamino del Tea Party che si proponeva come l’unica alternativa a Donald Trump, ha annunciato il ritiro dalla corsa dopo essere stato sconfitto pesantemente nelle primarie dell’Indiana da tycoon newyorchese: 52,8% a 36,9% con il 75% delle schede scrutinate.

Il magnate si vede ora la strada spianata per la nomination in una gara a due con il governatore moderato dell’Ohio John Kasich, che ha deciso di continuare a correre nonostante un risultato imbarazzante (7,7%).

Piccola sorpresa anche in campo democratico, dove Bernie Sanders smentisce i sondaggi imponendosi alla fine di un lungo testa a testa dopo un iniziale vantaggio di Hillary Clinton: 53,2% a 46,8%.

Ma i riflettori ora sono tutti sul ritiro di Cruz. “Sembra che la strada (per la vittoria, ndr) si sia chiusa. Abbiamo dato tutto quello che avevamo, ma gli elettori hanno scelto un’altra strada e quindi con il cuore pesante ma con sconfinato ottimismo per il futuro a lungo termine della nostra nazione, sospendiamo la nostra campagna”, ha annunciato Cruz ai suoi elettori da un palco di Indianapolis, insieme a tutta la sua famiglia e a Carly Fiorina che solo pochi giorni fa aveva indicato prematuramente come suo eventuale futuro vicepresidente giocandosi l’ultima carta a disposizione, quella femminile.

Nessun accenno al frontrunner, dopo il duro scambio di accuse nel giorno del voto, solo l’impegno a continuare la sua battaglia per la libertà e la costituzione. La sua è una sconfitta che brucia, perché aveva scommesso tutto sull’Indiana indicandolo apocalitticamente come un bivio cruciale per evitare che il Paese “precipiti nell’abisso”.

E qui, in questo Stato del Midwest, poteva contare sull’endorsement del governatore locale Mike Pence, sullo zoccolo duro degli evangelici e sul campo libero lasciatogli da Kasich in una inedita alleanza contro il tycoon.

Invece Trump è stato il solito ciclone, mettendo a segno una vittoria schiacciante, la settima consecutiva: ha conquistato oltre il 50% dei voti, a conferma che ormai è la scelta della maggioranza dell’elettorato repubblicano, come suggeriscono recenti sondaggi, e ha incassato quasi tutti i 57 delegati in palio, attribuiti con la formula del ‘winner-take-all’ (chi vince piglia tutto).

Difficile ora che Kasich nelle prossime primarie gli impedisca di arrivare al numero magico di 1.237 delegati. Soprattutto dopo che anche il presidente della commissione nazionale del partito repubblicano Reince Priebus, pur avendo litigato con Trump sul sistema di assegnazione dei delegati, lo ha riconosciuto come il “presunto” candidato Gop lanciando via Twitter l’appello ad “unire il partito e concentrarci a sconfiggere Hillary Clinton”.

Appello subito raccolto dal re del mattone, dopo aver concesso l’onore delle armi al “forte rivale” Cruz per la sua decisione “coraggiosa”. “Molto presto saremo nuovamente molto orgogliosi di questo Paese”, ha promesso.

Sul fronte democratico, Sanders coglie un successo importante sul piano dell’immagine, che premia la sua tenacia nel battersi sino all'”ultimo voto” e che rivela un elettorato ancora spaccato a metà. Ma la vittoria non scalfisce il vantaggio incolmabile dell’ex first lady in termini di delegati, dato che anche gli 83 messi in palio dall’Indiana andranno divisi più o meno a metà in modo proporzionale.

(di Claudio Salvalaggio e Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

01:51Cnn, Pyongyang ‘diplomazia con Usa? Prima i missili’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

23:26Calcio: Verona batte Benevento 1-0

(ANSA) - VERONA, 16 OTT - Il Verona ha battuto il Benevento 1-0 nell'ultimo incontro dell'ottava giornata della serie A. Autore del gol partita Romulo nella ripresa. Il primo successo in campionato porta i gialloblù a 6 punti consentendogli di scavalcare in un sol colpo Genoa, Spal e Sassuolo. Il Benevento, che ha giocato in 10 dal 38' del primo tempo per l'espulsione di Antei (rosso diretto), resta a zero punti.

23:24Catalogna, arrestati due leader indipendentisti

(ANSA) - MADRID, 16 OTT - Un giudice spagnolo ha ordinato l'arresto dei presidenti delle due grandi organizzazioni indipendentiste della società civile catalana Anc e Omnium, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di "sedizione" per le manifestazioni pacifiche di Barcellona il 20 e il 21 settembre, riferisce Tv3. "La Spagna incarcera i leader della società civile della Catalogna per avere organizzato manifestazioni pacifiche. Purtroppo ci sono di nuovo prigionieri politici": così il presidente catalano Carles Puigdemont ha reagito su twitter all'arresto. Il vicepresidente della Anc Agustì Alcoberro ha condannato l'arresto e ha definito i due "ostaggi politici nelle mani del governo spagnolo". Alcoberro ha lanciato un appello alla mobilitazione del popolo della Catalogna.

21:03Gb: Kate balla con orso Paddington per evento beneficenza

(ANSA) - LONDRA, 16 OTT - Kate Middleton si è lanciata in un ballo improvvisato con tanto di piroette insieme al noto orso Paddington partecipando a un evento di beneficenza legato al secondo film sul celebre personaggio amato dai bambini. Con William ed Harry e il cast del film 'Paddington 2' ha festeggiato proprio nella stazione di Paddington, a Londra, che ha dato il nome al celebre 'bear' creato dallo scrittore Michael Bond. La duchessa di Cambridge sta meglio dopo le nausee che l'avevano colpita per la sua terza maternità anche se continua a soffrirne, secondo quanto ha affermato una portavoce di Kensington Palace. Come hanno notato i tabloid del Regno, Kate indossava un abito rosa dal quale inizia ad emergere una piccola pancia, segno della sua gravidanza.

20:50Champions: Sarri,’Calendario? In Lega sono inadatti’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - "Qualcuno in Lega ha sbagliato i criteri di formulazione dei calendari. È impossibile giocare sabato contro la Roma, a Manchester con il City tre giorni dopo e poi fra tre giorni contro l'Inter. Evidentemente, in questo momento in Lega sono inadatti a fare certe cose": così Maurizio Sarri alla vigilia del match di Champions con il City. "A dicembre - aggiunge - giocheremo l'ultima gara del girone col Feyenoord pochi giorni dopo Napoli-Juventus: per noi che dovremmo rappresentare l'Italia in Europa non è una bella cosa".

20:30Iraq: media, ‘Peshmerga decapitati a Kirkuk’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Alcuni Peshmerga "sono stati decapitati" da elementi delle milizie filo-Iran a Kirkuk. Lo scrive la tv del Kurdistan Rudaw, citando un proprio reporter sul posto. I militari fedeli al governo di Erbil decapitati sarebbero "almeno 10".

Archivio Ultima ora