Riforme:Renzi, se perdo non resto come fanno vecchi politici

(ANSA) – ROMA, 4 MAG – “Meno politici, più chiarezza nei poteri delle regioni, un’Italia più semplice: non è la mia riforma ma quella che l’Italia aspettava da 30 anni. Per attaccare il governo si dice di discutere nel merito e io sono per parlarne nel merito. Ma se perdo non resto come i vecchi politici” “che si mettono il vinavil e che invece di lavorare restano attaccati alla poltrone”. Matteo Renzi, a Rtl 102.5, rilancia così la sfida sul referendum istituzionale.

Condividi: