Corea Nord: Kim Jong-un, il ‘grande sole XXI secolo’

(ANSA) – PECHINO, 4 MAG – I risultati della Corea del Nord sotto la guida di Kim Jong-un sono tanto importanti da motivare il nuovo appellativo di “grande Sole del 21/mo secolo” dato al leader: a poche ore dall’avvio del settimo congresso del Partito dei Lavoratori, il primo in 36 anni, il Rodong Sinmun rivendica la legittimità del Paese di dotarsi di armi nucleari. Il quotidiano ufficiale nordcoreano elenca in un commento la serie di successi del “giovane generale”, tra cui l’ultimo sui missili lanciati da un sottomarino. Il leader è al lavoro nella costruzione di una nazione florida, ma ha di fronte sfide come sanzioni Onu e manovre militari di Usa e Corea del Sud: le armi nucleari, in questo contesto, sono la “spada preziosa” su cui contare contro la minaccia atomica di Washington. Il congresso si aprirà venerdì come evento chiave della vita politica del regime: a oltre quattro anni dalla presa del potere dopo la morte del padre Kim Jong-il, il leader sarà nelle previsioni “incoronato” come la guida “unica e suprema”.

Condividi: