Doping: Carlo Mornati, sono vicino a mio fratello

(ANSA) – ROMA, 4 MAG – “Sono vicino a mio fratello e basta Il capo della delegazione olimpica azzurra e vicepresidente del Coni, Carlo Mornati, si esprime così sul caso di positività che ha visto coinvolto suo fratello Niccolò, azzurro di canottaggio. “Non è stato ancora avviato nulla, è stato contestata una positività e poi vedremo”, ha aggiunto Mornati a margine del Consiglio nazionale del Coni. Poco prima, lo stesso Mornati aveva rimesso alla Giunta tutti i suoi mandati e deleghe che i membri hanno respinto all’unanimità. In occasione del Consiglio, molti sono stati gli attestati di stima e affetto nei confronti dell’argento olimpico nel quattro senza a Sidney 2000: “Sì, molti. C’è anche un rapporto umano con tutte queste persone e poi non è una cosa che mi tocca in prima persona – ha evidenziato il dirigente del Comitato olimpico nazionale -. Se ho fiducia che tutto si risolva? Non voglio dire nulla, per fare commenti aspettiamo la fine del procedimento. Adesso è del tutto inopportuno”.

Condividi: