Notai: rivoluzione digitale, nasce certificazione a distanza

(ANSA) – GENOVA, 4 MAG – In un file la ‘firma digitale’ con i dati grafici e di calligrafia e in un altro le caratteristiche isometriche, dall’inclinazione del pennino alla velocità di scrittura, dalla pressione sul foglio virtuale all’accelerazione della scrittura. Per i notai italiani, infatti, il passaggio alla rivoluzione digitale non è una cosa scontata. Quindi, per arrivare a un protocollo comune è stato messo a punto ‘iStrumentum’, un protocollo che permette di stipulare atti in città differenti da quelle in cui si vive certificando a distanza le firme dei contraenti che vengono apposte su speciali tablet touch screen. Il primo atto notarile firmato a distanza, dalle sedi dei Consigli dell’Ordine di Genova e Milano, è stato siglato ufficialmente a Genova questo pomeriggio. “A Genova e’ stato stipulato il primo contratto di assicurazione noto al mondo – ha spiegato presidente del Consiglio Notarile di Genova Ugo Bechini -, la prima vendita immobiliare senza carta in Italia. Continuiamo su questa tradizione di innovazione che portiamo avanti già da molti anni attraverso la firma digitale che i notai italiani hanno adottato per primi nel mondo”. Dopo questa prima firma a distanza la procedura adesso è operativa e potrà essere portata avanti anche nelle altre città italiane. (ANSA).

Condividi: