Salvini, libri distrutti? Gesto stupido, non porta bene

(ANSA) – ROMA, 5 MAG -“Che tristezza guardare come i sinistri di HoboBologna Occupato entrano in libreria oggi a Bologna, lanciando e strappando le copie di “Secondo Matteo”! Un conto è contrapporre alle idee altre idee, un altro è distruggere e bruciare libri:un atto che, la storia insegna, non è mai sintomo di grande intelligenza e non porta bene a chi lo commette”. Lo afferma il segretario della Lega Nord Matteo Salvini commentando il gesto di alcuni componenti del centro sociale bolognese Hobo che sono entrati in una libreria della città e distrutto alcune copie del biografia del leader della Lega Nord “Secondo Matteo”. “Alla faccia loro – scrive Salvini su Facebbok – il mio libro dopo poche ore è già quarto nella classifica generale delle vendite su Amazon. E comunque – conclude – i nostri parlamentari presenteranno interrogazioni al governo affinché vengano identificati i responsabili del gesto, questo sì, nazista compiuto dai soliti asociali”.

Condividi: