La musica torna a Palmira dopo il buio dell’Isis

Pubblicato il 05 maggio 2016 da redazione

Un fermo immagine della diretta della tv russa, pubblicata su Twitter all'hashtag #Palmira, del concerto dell'orchestra filarmonica del teatro Marinski di San Pietroburgo nell'antico teatro di Palmira in Siria, 5 maggio 2016.

Un fermo immagine della diretta della tv russa, pubblicata su Twitter all’hashtag #Palmira, del concerto dell’orchestra filarmonica del teatro Marinski di San Pietroburgo nell’antico teatro di Palmira in Siria, 5 maggio 2016.

PALMIRA (SIRIA). – Una dimostrazione di forza. E di spregiudicatezza. A poco più di un mese dalla liberazione di Palmira dalla barbarie dell’Isis, la Russia ha portato la Mariinsky Orchestra di San Pietroburgo nell’antico teatro della città vecchia, patrimonio dell’Unesco. Un concerto in mezzo alla Siria e alla guerra per ribadire forte e chiaro che a cacciare lo Stato Islamico dalla perla del deserto è stata Mosca.

Là dove l’Isis tagliava gole, ore riecheggia la musica di Bach. E le parole di Vladimir Putin. Il presidente russo si è infatti collegato in diretta dal Cremlino poco prima che il concerto iniziasse. “Oggi proviamo un senso di gratitudine per chi ha combattuto il terrorismo ed esprimiamo la speranza che Palmira torni ad essere un tesoro per tutta l’umanità”, ha detto lo zar.

Che poi ha sottolineato come la battaglia al terrore debba essere globale e ogni perdita considerata come di tutti. Un tema caro al presidente, che non perde occasione per ricordare all’Occidente che la politica dei ‘doppi standard’ – terroristi di serie A e serie B – ha portato al disastro dell’Isis.

A suonare un assolo, a Palmira, c’era anche Serghei Roldugin, l’amico d’infanzia di Putin finito al centro dello scandalo dei Panama Papers come possibile ‘terminale’ di un giro di bustarelle miliardarie destinate al circolo magico del presidente. Che nega tutto.

Così, nel mezzo del deserto, davanti a un folto gruppo di giornalisti internazionali impegnati in un tour della Siria organizzato dal ministero della Difesa, e di cui l’Ansa fa parte, proprio Roldugin ha intrattenuto le truppe russe di stanza a Palmira, il ministro della Cultura russo Vladimir Medinsky, diversi esponenti dell’Unesco e una rappresentanza della popolazione di Palmira.

Mentre l’orchestra suonava, gli elicotteri volteggiavano intorno al parco archeologico. Nelle zone circostanti, infatti, si combatte ancora. Oggi siamo stati accolti da una salva di colpi d’artiglieria diretti contro postazioni Isis a 15 chilometri di distanza. La città nuova è semidistrutta, e le ferite della guerra sono fresche e visibili.

Da qui a Latakia, dove si trova la base russa, sono quasi 200 chilometri di strada costellata di posti di blocco, postazioni missilistiche e casematte dell’esercito siriano. A proteggere il nostro convoglio, oltre agli autoblindo, due elicotteri d’assalto dell’aviazione russa. Misure di sicurezza imponenti, certo, che però non cancellano l’evidente realtà: l’area ormai è sicura abbastanza – ritengono i russi – per aprire, e sfoggiare, Palmira al mondo.

(dell’inviato Mattia Bernardo Bagnoli/ANSA)

Ultima ora

17:40Maria: autorità Porto Rico, almeno sei morti

(ANSA) - SAN JUAN (PORTO RICO), 22 SET - Le autorità di Porto Rico hanno reso noto che almeno 6 persone sono morte a seguito del passaggio dell'uragano Maria. Il responsabile del dipartimento di pubblica sicurezza di Porto Rico, Héctor M. Pesquera, ha precisato che le autorità sono al corrente di "altre possibili vittime", ma non sono in grado di confermale. Le sei persone sono morte in tre municipalità, a Utuado, Toa Baja e Bayamón.

17:35Catalogna: procura denuncia dimostranti per ‘sedizione’

(ANSA) - BARCELLONA, 22 SET - La procura dello Stato spagnolo ha denunciato per presunta "sedizione" i manifestanti, fino a 40mila, che mercoledì sera si sono concentrati davanti alla sede del ministero dell'economia di Barcellona per protestare contro il blitz della Guardia Civil e l'arresto di 14 dirigenti dell'amministrazione. Intanto un tribunale di Barcellona ha ordinato oggi la rimessa in libertà provvisoria degli ultimi sei dei 14 dirigenti dell'amministrazione catalana arrestati nel blitz di mercoledì ancora detenuti. Fra di loro il braccio destro del vicepresidente Oriol Junqueras, Josep José. Tutti hanno rifiutati di rispondere alle domande del giudice che aveva ordinato la loro detenzione. Sono stati dichiarati indagati per disobbedienza, abuso di potere e presunta malversazione, per l'organizzazione del referendum del 1 ottobre.

17:32Massa, indagati sacerdote e il vescovo Santucci

(ANSA) - MASSA, 22 SET - Il sacerdote don Luca Morini e il vescovo della diocesi di Massa monsignor Giovanni Santucci sono indagati in un'inchiesta sull'impiego da parte del sacerdote delle offerte dei fedeli: il sospetto è che le abbia usate per spese personali 'particolari'. L'indagine della procura, partita nel febbraio 2016 e chiusa ora, nasce dopo che un escort napoletano aveva raccontato di una relazione col prete. "Acquisizione illecita di ingenti somme di denaro come ministro del culto", è la contestazione. Don Morini è accusato dai fedeli di aver usato offerte e donazioni a scopi personali. Il vescovo è indagato per impiego indebito di denaro e tentata truffa per due episodi, un prelievo di 1.000 euro dal fondo della Fondazione Pie Legati per consegnarli a don Morini senza motivare perché e per aver fatto pressione sulla Cattolica Assicurazione per aumentare il punteggio di invalidità di don Morini. L'avvocato difensore del vescovo parla di "grande equivoco".

17:31May, periodo di transizione è interesse comune

(ANSA) - LONDRA, 22 SET - Un accordo di transizione "è nell'interesse" sia dell'Ue sia del Regno Unito dopo la Brexit. Lo ha detto Theresa May a Firenze, formalizzando la proposta di una fase "di attuazione" durante la quale Londra punta a restare nel mercato unico, offrendo in cambio il mantenimento dei suoi impegni finanziari verso Bruxelles. Tale periodo, secondo i media, dovrà essere di due anni e prevedere un versamento di circa 20 miliardi di euro al bilancio comunitario. Nella fase di transizione di due anni auspicata da Theresa May per il dopo Brexit, fino al 2021, in Gran Bretagna resterà in vigore una serie di norme Ue e la giurisdizione delle corti europee, ma il Regno si riserva di riacquisire piena sovranità sul "controllo dei suoi confini".

17:31Calcio: Juventus, bilancio record con ricavi a 562 milioni

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Numeri da record per il bilancio della Juventus, approvato oggi dal consiglio di amministrazione. L'utile dell'esercizio è pari a 42,6 milioni di euro (contro i 4,1 dell'anno precedente), i ricavi ammontano a 562,7 milioni, a fronte dei 387,9 al 30 giugno 2016. I dati dovranno essere approvati dall'assemblea degli azionisti, convocata per il 24 ottobre.

17:29Assenteismo: sindaco Assisi, niente sconti

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 22 SET - "Niente sconti a chi non rispetta la legge e il pubblico impiego": il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, commenta così il licenziamento senza preavviso di una dipendente del Comune che attestava falsamente la sua presenza in servizio. Lo fa rispondendo all'ANSA. "Ci siamo mantenuti coerenti - ha sottolineato - con le nostre affermazioni. Chi non rispetta la legge e il pubblico impiego provoca un danno a tutta la collettività, oltre che d'immagine all'ente e alle persone oneste che lavorano per esso. Dipendenti - conclude Proietti - che abbiamo il dovere di difendere".(ANSA).

17:23Papa visita a sorpresa il centro di riabilitazione S.Lucia

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Oggi il Papa è uscito dal Vaticano per una visita a sorpresa alla Fondazione Santa Lucia, in Via Ardeatina, un centro di eccellenza molto conosciuto a Roma, specializzato nella neuro-riabilitazione di pazienti con deficit di movimento e cognitivi, dove vengono trattate patologie derivanti da ictus, lesioni midollari, Parkinson e sclerosi multipla. Papa Francesco accompagnato da Presidente dell' Associazione, Maria Adriana Amadio, e dal Direttore Generale, Edoardo Alesse, ha visitato il reparto di riabilitazione dei bambini affetti da patologie neurologiche. Si è fermato ed ha scherzato con loro; ha scambiato poi alcune parole di conforto con i genitori. Il Papa ha assistito con grande attenzione agli esercizi che consentono ai bambini di acquisire o recuperare la stabilità motoria. In seguito ha visitato il reparto dei pazienti tra i 15 e 25 anni tetraplegici e paraplegici, alcuni dei quali a seguito di incidenti stradali, e la palestra dove le persone anziane svolgono attività per la riabilitazione motoria.

Archivio Ultima ora