Pd: in Sardegna si lavoro al dopo Soru

(ANSA) – CAGLIARI, 6 MAG – E’ già iniziato il dopo Soru nel partito democratico della Sardegna. In attesa della convocazione dell’assemblea regionale, probabilmente sabato 21, si intensificano le interlocuzioni tra le correnti del partito per cercare di metabolizzare la condanna e le successive dimissioni di Soru da segretario. Certo è che il Pd, sia in ambito nazionale che regionale, si trova nell’occhio del ciclone per la questione morale. Ora si aprono i giochi per la successione con tre ipotesi in campo. L’assemblea potrebbe decidere di andare verso un segretario di transizione affiancato da figure forti, si pensa a un triunvirato, per traghettare il partito nella campagna elettorale per le amministrative e preparare il prossimo congresso, atteso in autunno. Oppure potrebbe essere la segreteria nazionale ad entrare a gamba tesa sulle vicende sarde nominando un commissario. La strada più diretta, ma decisamente in salita, sarebbe invece quella di andare subito a congresso per eleggere la nuova guida del partito.

Condividi: