Carceri: dimessi ultimi tre pazienti da Opg Reggio Emilia

(ANSA) – BOLOGNA, 6 MAG – Dimesse le ultime tre persone – due pazienti della Lombardia, uno del Veneto – ricoverate nell’Ospedale psichiatrico giudiziario (Opg) di Reggio Emilia. Termina l’esperienza dell’istituzione, nata a fine ‘800, per ospitare persone con disturbo mentale e responsabili di reato. La struttura dove era ospitato l’Opg, ha spiegato la Regione Emilia-Romagna, torna nella disponibilità dell’amministrazione penitenziaria. L’Emilia-Romagna è stata tra le prime Regioni italiane pronte ad accogliere, nei tempi stabiliti dalla legge 81/2014, in strutture alternative i propri residenti internati negli Opg, realizzando le Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) di Bologna e Casale Mezzani (Parma) e permettendo così la dimissione di tutti i ricoverati emiliano-romagnoli. Le strutture sono operative da un anno. Ora anche le altre Regioni (tra cui, appunto, Lombardia e Veneto) che avevano pazienti ricoverati nella struttura reggiana, si si sono dotate di servizi alternativi. (ANSA).

Condividi: