Calcio: Lazio;Inzaghi’da ex a tecnico,lo devo a spogliatoio’

(ANSA) – ROMA, 06 MAG – “Adesso ci sono tante responsabilità in più allenando la prima squadra, ma non cambierà l’atteggiamento. Questo spogliatoio era il mio fino a poco tempo fa e mi ha permesso di allenare la Lazio dei grandi. Ovviamente senza il mio staff non sarei potuto arrivare da nessuna parte”. Lo dice il tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, in una lunga intervista alla radio ufficiale del club. Dopo aver allenato a lungo la Primavera, con l’esonero per Simone Inzaghi si è aperta la strada dei grandi: “Ai giocatori ho chiesto solo rispetto – precisa tra un passaggio e l’altro -, essendo un gruppo di 25 giocatori tutti di ottima caratura e visto che poi vanno fatte delle scelte per le partite da disputare. Mi arrabbio quando non c’è la puntualità durante gli allenamenti, bisogna avere rispetto soprattutto nei confronti di altri”. “A quale allenatore mi ispiro? Il primo è Materazzi, grazie a lui ho fatto il calciatore e chissà se non ci fosse stato dove sarei finito”, si dice sicuro il tecnico biancoceleste. “Ho meritato poi il mio successo sul campo – conclude – ma senza qualcuno che ti lancia è difficile andare avanti. Ho cercato di prendere spunto un po’ da tutti: Mancini, Eriksson e Simeone”. (ANSA).

Condividi: