Elezioni comunali: grandi città a rischio ballottaggio, ecco i sondaggi

Pubblicato il 06 maggio 2016 da redazione

Elezioni-amministrative-comunali-2016

ROMA. – Gli elettori appaiono ancora dubbiosi, molti sono indecisi se andare a votare e, tra i votanti, sembrano più propensi a valutare il candidato piuttosto che lo schieramento politico che lo appoggia. Il risultato è un quadro ancora molto frammentato con un solo briciolo di certezza: almeno nelle grandi città, sugli oltre 1.300 comuni, il sindaco verrà scelto al ballottaggio.

E’ quando si delinea oggi in vista della chiusura delle liste per le amministrative leggendo i risultati dei sondaggi odierni. Dai quali sembrerebbe assai difficile da ripetere la ‘volata’ del centrosinistra alle amministrative del 2011, quando conquistò ben 9 municipi di peso rispetto ai 4 del centrodestra.

Ora in campo c’è anche il M5s che riduce parecchio le possibilità di affermazione dei candidati al primo turno. Per il resto la partita sembra molto aperta: secondo Demopolis (che ha compiuto un’indagine con metodologia Cawi-Cati dal 2 al 4 maggio su un duplice campione rappresentativo degli elettori dei Comuni di Roma e Milano) il 51% degli elettori effettuerà la propria scelta pensando al candidato e prescindendo dal partito.

MILANO: Con il candidato M5S nettamente staccato, la sfida è a due, con una sostanziale parità – secondo i dati Demopolis – tra il candidato Pd Giuseppe Sala, attestato tra il 38 ed il 42%, e Stefano Parisi, candidato unitario del Centrodestra, al 37-41%. I dati rilevati oggi da Tecnè per Tgcom24 (metodo Cati-Cami su un campione di 1.000 persone a Roma e 1.000 a Milano. Margine di errore: +/- 3,1%) fotografano Parisi che passa in vantaggio sul rivale Sala, attestandosi al 38,3%. Parisi vincerebbe anche al ballottaggio con il 50,3%.

ROMA: Dopo il ritiro di Guido Bertolaso, Alfio Marchini sembra tornato competitivo. Per Demopolis, con un consenso tra il 26 ed il 30%, andrebbe sicuramente al ballottaggio la candidata M5s Virginia Raggi. Alle sue spalle si aprirebbe una partita a 3 tra Marchini, Giorgia Meloni e Roberto Giachetti, tutti attorno al 20%. Tuttavia, “meno di 1 cittadino romano su 2, il 47%, ha già deciso chi votare.

E oltre un terzo degli elettori è intenzionato a disertare le urne”, spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento. Per Tecnè le intenzioni di voto favorevoli per la Raggi salgono, rispetto ad una precedente rilevazione, al 28,2%. Scendono invece Roberto Giachetti, candidato del Pd, al 20,6%; Marchini al 20,3%, e Meloni, al 19,6% dei consensi.

In caso di ballottaggio tra Raggi e Giachetti, la candidata del M5s sarebbe in vantaggio di oltre 20 punti attestandosi al 60,4% sul candidato del Pd. Qualora il ballottaggio fosse tra la Raggi e Marchini, ci sarebbe un testa a testa, con la candidata M5S al 50,9%. Il ballottaggio tra la candidata 5 Stelle e la Meloni vedrebbe infine Raggi al 53,6%.

NAPOLI: Stando ad un sondaggio effettuato da Ixè il 4 maggio per Agorà-Rai (CATI-CAMI su un campione casuale probabilistico stratificato di 1.000 soggetti maggiorenni) si prevede un ballottaggio tra Luigi De Magistris, che nel 2011 trionfò al ballottaggio con il 65% contro Gianni Lettieri, e il candidato del M5s, Matteo Brambilla.

Il sindaco uscente nelle intenzioni di voto viaggia tra il 38% e il 41%. Per il ballottaggio la corsa è a tre con Brambilla leggermente avanti (18-21%) e, a ruota, Valeria Valente, candidata col centrosinistra (16-19%), e Lettieri, in corsa col centrodestra (15-18%). Per Demopolis, invece, al ballottaggio andrebbero il sindaco uscente Luigi De Magistris e il candidato di Forza Italia Gianni Lettieri.

TORINO: Per Demopolis si va verso il ballottaggio con l’ex sindaco Piero Fassino che appare in forte vantaggio sull’esponente 5 Stelle Chiara Appendino.

(di Francesca Chiri/ANSA)

Ultima ora

13:07Marra: Raggi, se chiamata andrò a testimoniare

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - "Se e quando mi chiameranno andrò perché è un dovere previsto dal codice e quindi si rispetta". Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, risponde a chi le chiede se andrà a testimoniare, come richiesto dalla difesa, nel processo cominciato oggi a carico dell'ex capo del personale in Campidoglio, Raffaele Marra, e dell'imprenditore Sergio Scarpellini, accusati di concorso in corruzione.

13:01Migranti: “dateci cibo migliore”,200 protestano nel padovano

(ANSA) - PADOVA, 25 MAG - Nuova protesta, che è durata poco più di un'ora, dei profughi ospiti al centro di accoglienza di Bagnoli di Sopra (Padova). Intorno alle 8 di oggi circa 200 migranti di origine africana ospitati nel centro di accoglienza allestito nell'ex caserma di San Siro sono scesi nella piazza principale del paese, davanti al Municipio per chiedere una qualità maggiore del cibo e un incremento delle attività del centro di accoglienza. La protesta si è conclusa intorno alle 9,30. L'ultima manifestazione a Bagnoli risale alla fine dello scorso gennaio quanto un cinquantina di richiedenti asilo bengalesi aveva manifestato stamane, davanti al centro di accoglienza bloccando l'ingresso e l'uscita dal campo per una trentina di minuti.

13:00Manchester: May, livello allerta resta critico

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - Il livello dell'allerta anti-terrorismo resta "critico". Lo ha detto la premier britannica Theresa May parlando a Downing Street. Il primo ministro ha invitato i britannici a rimanere "vigili" contro la minaccia di nuovi attacchi.

12:56Nave Usa in mar Cinese meridionale, Pechino protesta

(ANSA) - PECHINO, 25 MAG - Il cacciatorpediniere Uss Dewey ha navigato entro le 12 miglia di una delle isole artificiali realizzate dalla Cina nelle Spratly, nelle acque contese del mar Cinese meridionale, nella prima operazione sulla "libertà di navigazione" della presidenza Trump. La Cina ha inviato due fregate che hanno "messo in guardia e allontanato" la Dewey dopo l'ingresso nelle acque territoriali "senza permesso", ha affermato il portavoce del ministero della Difesa. "Abbiamo presentato un grave reclamo alla parte americana", ha aggiunto.

12:55Renzi, noi fatto bene su musei, sbagliato non cambiare i Tar

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - "Il fatto che il Tar del Lazio annulli la nostra decisione merita il rispetto istituzionale che si deve alla giustizia amministrativa ma conferma - una volta di più - che non possiamo più essere una repubblica fondata sul cavillo e sul ricorso". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Matteo Renzi. "Non abbiamo sbagliato perché abbiamo provato a cambiare i musei: abbiamo sbagliato perché non abbiamo provato a cambiare i TAR". Lo dice Matteo Renzi su facebook.

12:54Manchester: minuto silenzio in Gb

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - Un minuto di silenzio per le vittime della strage di Manchester è stato rispettato in tutto il Regno Unito alle 11 locali (le 12 in Italia). Nel centro della città inglese colpita dall'attacco terroristico centinaia di persone si sono riunite ad Albert Square, diventato uno dei luoghi simbolo della risposta della comunità alla tragedia.

12:52Calcio: al via assemblea Lega Serie A su diritti tv

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - E' cominciata l'assemblea della Lega Serie A, che affronterà fra l'altro il bando di vendita dei diritti tv del campionato per il triennio 2018-2021. Sono presenti tutti i venti club, oltre alla Spal, invitata come uditrice assieme all'altra società neopromossa dalla Serie B, il Verona. All'ordine del giorno ci sono anche le 'attività promozionali della Lega Serie A in Italia e all'estero', fra cui c'è la proposta al regista premio Oscar Paolo Sorrentino di realizzare delle produzioni video che esaltino la bellezza del nostro calcio, da utilizzare per commercializzare i diritti tv internazionali. Alle 13, sempre nel palazzo milanese di via Rosellini, è in programma l'assemblea della Lega B, chiamata a eleggere il nuovo presidente, con il dubbio che per la terza volta di fila manchi il numero legale, in questa occasione per una mossa del fronte legato a Claudio Lotito.

Archivio Ultima ora