Obama contro Trump, la presidenza non è un reality show

Pubblicato il 07 maggio 2016 da redazione

President Barack Obama speaks in the White House briefing room in Washington, Friday, May 6, 2016, about the economy and new steps to strengthen financial transparency and combat money laundering, corruption, and tax evasion. (ANSA/AP Photo/Andrew Harnik)

President Barack Obama speaks in the White House briefing room in Washington, Friday, May 6, 2016, about the economy and new steps to strengthen financial transparency and combat money laundering, corruption, and tax evasion. (ANSA/AP Photo/Andrew Harnik)

NEW YORK. – “La presidenza degli Stati Uniti non è entertainment, non è un reality show”. Quello a Donald Trump è un duro attacco firmato Barack Obama, sferrato in diretta tv all’ora di pranzo. E lanciato insieme ad un accorato appello agli elettori e ai media: “Non sottovalutatelo”.

Nel frattempo il partito repubblicano vive un’altra drammatica giornata, con i vertici spaccati e incapaci di gestire lo sconquasso provocato dall’affermazione del tycoon newyorchese. Qualche ora prima le parole del presidente americano l’ultima uscita di Trump, che nel giorno delle elezioni amministrative in Regno Unito ha affermato di tifare per la Brexit: “La Gran Bretagna starebbe meglio fuori dall’Unione europea”, è il suo pensiero.

Esattamente l’opposto del messaggio che Obama il mese scorso consegnò nelle mani del premier David Cameron, durante la sua visita a Londra. Per Trump invece non ci sono dubbi sul sostegno alla linea degli euroscettici britannici. Anche se, ha precisato, “sta agli elettori decidere”.

In un’intervista a Fox News, però, ha spiegato come “il fenomeno dell’immigrazione è una cosa orribile per l’Europa”, un fenomeno che spinge molti Paesi del Vecchio Continente a tirarsi indietro. E i temi dell’Europa e dell’immigrazione non sono i soli che dividono profondamente Obama da colui che vuole costruire un muro al confine col Messico e che potrebbe davvero diventare il prossimo Commander in Chief. Hillary Clinton permettendo.

Per questo nei giorni scorsi dalla Casa Bianca era trapelata una chiara indicazione: la campagna elettorale americana è entrata nel vivo e il presidente non ha alcuna intenzione di stare in silenzio. Non farà mai mancare la sua voce per difendere i risultati raggiunti in questi anni e per contrastare la retorica di Trump che parla di un’America in declino e senza leadership.

Puntuale Obama è partito all’attacco, lanciando persino un appello all’elettorato della destra americana tradizionale e moderata: “C’è una chiara divisione all’interno del partito repubblicano. Ma sono gli elettori repubblicani che devono decidere se Donald Trump parla per loro e rappresenta i loro valori”.

Per il presidente devono essere presi in considerazione tutti gli aspetti che definiscono la controversa figura del tycoon. L’invito è quello di “prendere molto sul serio” le dichiarazioni fatte da Trump nel passato. Quelle che hanno fatto scalpore nel mondo intero.

Ma bisogna anche valutare nel dettaglio i programmi elettorali da lui proposti, verificandone a fondo la plausibilità. Concentrarsi sui contenuti, dunque, non solo sugli elementi di spettacolo. E qui non manca la stoccata alla stampa, responsabile per il presidente americano di un’eccessiva enfatizzazione della figura di Trump: “Questa enfasi dei media sul circo mi preoccupa, non è qualcosa che possiamo permetterci”.

Come Obama – ha spiegato lui stesso – non può perdere tempo a leggere i tweet del tycoon. Uno degli ultimi postati lo ritrae nel suo ufficio sulla Fifth Avenue mentre mangia i tacos per la festa del ‘Cinco de Mayo’. Uno stereotipo che fa infuriare ulteriormente la comunità latinoamericana: “Mangiare tacos o indossare un sombrero non rappresenta la comunità ispanica nel 2016”.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

18:11Sicilia: Micciché, mai fatti accordi con Lotti

(ANSA) - PALERMO, 17 DIC - Il neo-eletto presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè in una nota dichiara "che con il ministro dello Sport, Luca Lotti, non c'è stato alcun accordo sulla eventualità di far confluire i voti dei deputati del Pd sulla sua candidatura alla presidenza del Parlamento siciliano". "Il ministro Lotti - sottolinea Miccichè - mi ha telefonato dopo la mia elezione per augurarmi buon lavoro".

18:04Savoia: Vittorio Emanuele, domani a Vicoforte per omaggio

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Domani, alle ore 15.00, insieme a mia moglie Marina, a mio figlio Emanuele Filiberto, a mia sorella Maria Pia ed a mio nipote Serge di Jugoslavia, mi recherò al Santuario di Vicoforte per rendere omaggio alle sepolture provvisorie dei miei nonni, il Re Vittorio Emanuele III e la Regina Elena". Lo scrive, in una nota, Vittorio Emanuele di Savoia.

18:03Savoia: Comunità ebraiche, profonda inquietudine

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "In un'epoca segnata dal progressivo smarrimento di Memoria e valori fondamentali il rientro della salma del re Vittorio Emanuele III in Italia non può che generare profonda inquietudine, anche perché giunge alla vigilia di un anno segnato da molti anniversari", tra cui "gli 80 anni dalla firma delle Leggi Razziste". Lo sottolinea la Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, ricordando che "Vittorio Emanuele III fu complice di quel regime fascista di cui non ostacolò mai l'ascesa".

18:02Igor: accetta estradizione, ma dopo inchiesta Spagna

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Norbert Feher, noto come 'Igor il russo' ha risposto in italiano alle domande del giudice spagnolo, Carmen Lamela - durante l'interrogatorio tenuto in videoconferenza - e ha accettato, non opponendosi al mandato di arresto europeo, di essere consegnato in Italia per essere processato per gli omicidi commessi ad aprile tra Bolognese e Ferrarese. Secondo quanto filtra da ambienti investigativi italiani l'eventuale consegna - come è emerso dall'interrogatorio durante l'udienza di convalida in Aragona - avverrà dopo i processi per i tre omicidi - di due agenti della Guardia Civil e di un allevatore - avvenuti in Spagna lo scorso 14 dicembre. Nell'interrogatorio il latitante, fuggito dall'Italia otto mesi fa, ha detto di essere in Spagna da settembre. Sull'affermazione verranno fatti accertamenti.(ANSA).

17:54Papa: Gentiloni, grazie per esortarci a fare mondo migliore

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Desidero ancora una volta ringraziarla profondamente per il suo inarrestabile impegno che scuote le nostre coscienze e ci esorta a rendere migliore questo mondo". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in un messaggio di auguri a Papa Francesco per il suo compleanno.

17:53Austria: Salvini, Strache? Non è un estremista

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - In Austria "io non vedo estremisti al governo. Heinz-Christian Strache non è assolutamente estremista, se controllare i confini è estremista allora sono estremista anche io. Io vedo un partito che difende l'interesse nazionale austriaco e io come Lega lo voglio fare non solo in Lombardia e Veneto dove governiamo da anni, ma anche in Puglia o in Campania". Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini a "1/2 ora in più".

17:42Salvini, serve programma scritto o no alleanze con FI

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Io chiedo un programma comune del centrodestra, senza un programma scritto" nei suoi "capisaldi non c'è alleanza". Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini a "1/2 ora in più" su Raitre spiegando che l'abolizione della Fornero, un intervento su immigrazione, scuola e sulle politiche europee, sono i punti "su cui non ci può essere trattativa". "Io ritengo che Berlusconi firmerà", spiega Salvini, ritenendo necessario, in vista dell'ipotesi larghe intese anche "un patto contro gli inciuci".

Archivio Ultima ora