India: Modi attacca la Gandhi per scandalo elicotteri

(ANSA) – NEW DELHI, 7 MAG – Nel suo primo riferimento pubblico allo scandalo delle tangenti nella fornitura di elicotteri AgustaWestland all’aviazione indiana, il premier indiano Narendra Modi si è scagliato durante un comizio elettorale ieri in Tamil Nadu contro la presidente del partito del Congresso, Sonia Gandhi, sottolineandone le origini italiane. Da giorni la vicenda è dibattuta in Parlamento a New Delhi, grazie anche alla sentenza della Corte d’Appello di Milano che ha condannato i presidenti di Finmeccanica (Giuseppe Orsi) e di AgustaWestland (Bruno Spagnolini) per tangenti pagate a personalità indiane di cui solo alcune chiaramente identificate. Così Modi ha definito ‘chori’ (un furto) l’accordo per gli elicotteri assicurando che, per quanto potenti, “i suoi responsabili dovranno essere puniti”.

Condividi: