Ciclismo: Giro d’Italia, 2/a tappa occasione per sprinter

(ANSA) – ROMA, 7 MAG – La tappa odierna del Giro d’Italia, gemella di quella del debutto di ieri ad Apeldoorn, è una ghiotta occasione per velocisti, che affronteranno i 190 km in linea da Arnhem a Nijmegen. Si corre su strade buone e pianeggianti, ma rese insidiose da strettoie e rotatorie. Più l’incognita vento. C’è poi un gran premio della montagna di 4/a categoria collocato a 96 metri, a Berg en Dal, al termine di una piccola salita di un chilometro. Poca cosa per pensare che possa fare selezione, ma abbastanza per assegnare la prima maglia azzurra. Lungo la strada villaggi, saliscendi, ponti, dossi e rotatorie. Da segnalare anche il passaggio lungo una pista ciclabile al km 90, laddove c’è un restringimento della strada, e si sconfina in Germania per pochi chilometri. Una volta arrivati a Nijmegen, i corridori compiranno due giri nel circuito cittadino prima della prevedibile volata finale. Sia Arnhem, sia Nijmegen sono all’esordio come città di tappa del Giro.

Condividi: