Salvini, non mi auguro sindaco musulmano per nostre città

(ANSA) – MILANO, 7 MAG – “Quando i cittadini votano hanno sempre ragione ma non me lo auguro come futuro per Milano o per Roma”: così il segretario della Lega Nord e capolista per il partito alle comunali di Milano, Matteo Salvini, ha commentato l’elezione a Londra del primo sindaco musulmano, Sadiq Khan. “Non per la persona in quanto tale, perché c’è l’islamico tranquillo e per bene – ha aggiunto a margine di una sua visita al gazebo della Lega di piazzale Brescia a Milano – È l’Islam come religione, come legge, che non è una legge di pace, di integrazione, di accoglienza, di rispetto, di tolleranza. Non è solo una religione ma una legge incompatibile con i nostri valori”. “Mi auguro che le città italiane non seguano tra qualche anno la stessa scia”, ha concluso.

Condividi: