Livorno: Ricci, Nogarin non si dimetta per avviso garanzia

(ANSA) – PESARO, 7 MAG – “Non credo che un sindaco si debba dimettere per un avviso di garanzia, penso che debba avere il tempo di dimostrare la sua innocenza”. Così il sindaco di Pesaro e vice presidente dell’Assemblea nazionale del Pd Matteo Ricci commenta l’annuncio del primo cittadino di Livorno Filipo Nogarin (M5s), pronto a dimettersi perché indagato. Ricci e Nogarin avevano avuto un battibecco su Twitter, dopo la proposta di quest’ultimo in sede Anci di un’assicurazione per i sindaci per “responsabilità contabile”. “La presunzione di innocenza vale per qualunque sindaco, sia del Pd, di M5s o di Fi” dice Ricci. Diverso è il caso di condanna, mentre la valutazione dell’opportunità politica “è tutta nelle mani di Nogarin”. “Il Pd non usa 2 pesi e 2 misure noi non facciano come il Movimento 5 stelle che butta fango sugli altri”. “I processi li fanno i giudici, non si fanno sui giornali, su un blog e neppure nelle sedi di partito. Questo vale per tutti – conclude – altrimenti non si salva nessuna istituzione”.

Condividi: