Black bloc al Brennero attaccano le forze dell’ordine

Pubblicato il 08 maggio 2016 da redazione

in Brennero, Italy, Saturday, May 7, 2016. (ANSA/AP Photo/Antonio Calanni) [CopyrightNotice: Copyright 2016 The Associated Press. All rights reserved. This material may not be published, broadcast, rewritten or redistribu]

in Brennero, Italy, Saturday, May 7, 2016. (ANSA/AP Photo/Antonio Calanni) [CopyrightNotice: Copyright 2016 The Associated Press. All rights reserved. This material may not be published, broadcast, rewritten or redistribu]

BRENNERO (BOLZANO). – Si temevano disordini e i disordini ci sono stati. Il corteo organizzato al valico del Brennero dai circoli anarchici trentini e dai black bloc si è trasformato quasi in una battaglia campale, svoltasi a quota 1.300, là dove nella vallata passano la linea ferroviaria internazionale del Brennero e l’autostrada che poi portano in territorio austriaco.

Le prime avvisaglia si erano avute già nei giorni scorsi quando sul web era circolato un volantino che ritraeva un black bloc con una mazza in mano, accanto allo slogan “no borders”. La giornata si è conclusa con 5 manifestanti arrestati – tre maschi e due donne, tutti cittadini italiani – 4 feriti e 18 contusi tra le forze dell’ordine.

A loro ha espresso vicinanza il ministro dell’Interno Angelino Alfano che è stato in costante collegamento con il capo della polizia Alessandro Pansa per monitorare quanto accaduto ieri al Brennero. Da parte sua il capo della Polizia ha ringraziato gli uomini delle forze dell’ordine per l’impegno e la professionalità dimostrate nel fronteggiare la situazione.

I disordini del Brennero hanno preso il via verso le tre del pomeriggio quando i manifestanti giunti in treno da varie località italiane e che attendevano alla stazione ferroviaria sono stati raggiunti dai loro compagni che venivano da nord, dall’Austria in particolare ma anche dalla Germania. Anarchici e black bloc sono usciti in 500 dalla stazione vestiti di nero e con il volto coperto da fazzoletti neri. Ad attenderli una selva di telecamere e di cronisti, che sono subito stati oggetto di slogan contro la stampa.

I manifestanti hanno anche cercato di aggredire alcuni cineoperatori che svolgevano il loro lavoro lungo le strade. Sono intervenuti i poliziotti che li hanno respinti con i manganelli. Il corteo è poi stato raggiunto da altri manifestanti, giunti al Brennero con le loro automobili.

Ma, anziché recarsi oltre il confine con l’Austria dove ad attenderli c’erano 700 gendarmi in assetto antisommossa, hanno preferito ingaggiare con le loro provocazioni poliziotti, carabinieri, agenti della guardia di finanza che presidiavano l’area. Ad un certo punto un gruppo di manifestanti ha abbattuto una recinzione, invadendo la sede ferroviaria e, contemporaneamente, lanciando grossi sassi ed altri oggetti, oltre che bengala e botti contro le forze dell’ordine.

Il corteo si è poi diviso in due parti, con metà dei manifestanti che hanno invaso la linea ferroviaria e l’altra metà che ha raggiunto l’autostrada. Per un po’ di tempo il traffico su entrambe le arterie è rimasto bloccato.

Le forze dell’ordine sono poi però riuscite poi ad accerchiare i manifestanti disperdendone gran parte e bloccando quanti erano rimasti lungo la statale del Brennero a sud del confine. Qui c’è stato l’ultimo lancio di sassate dei dimostranti e le forze dell’ordine hanno messo in campo anche un grosso idrante che ha convinto gli ultimi black bloc a disperdersi.

Solidarietà alle forze dell’ordine è stata espressa da vari esponenti politici, in particolare, dal leader della Lega, Matteo Salvini, da Emanuele Fiano, responsabile sicurezza del Pd, da Maurizio Gasparri e Mara Carfagna (FI), da Raffaele Fitto (Consevatori e Riformisti) e dal governatore della Liguria, Giovanni Toti.

Per il segretario del Silp Cgil, Daniele Tissone, “le azioni di vera e propria guerriglia urbana nulla hanno a che vedere con chi si batte per l’eguaglianza, l’accoglienza o la solidarietà e, per questo, sono totalmente inaccettabili”.

Severa condanna da parte del presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher: “proprio perché il diritto alla libertà di espressione è un bene inestimabile della nostra società democratica, coloro che oggi al Brennero hanno provocato gli scontri sono da perseguire e punire con tutti i mezzi a disposizione dello stato di diritto”.

(dell’inviato Roberto Tomasi/ANSA)

Ultima ora

09:03Terremoti: due forti scosse alle Fiji

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Le isole Fiji sono state colpite oggi da due violenti terremoti, di magnitudo 5,1 e 6,4: lo rende noto l'Istituto geofisico americano (Usgs). Il primo, di minore potenza, é stato registrato 289 chilometri a nord dell'isola di Ndoi e ad una profondità di 579 chilometri mentre il secondo - molto più potente - ha colpito a sud delle isole, ad una profondità di 98 chilometri. Il Pacific Tsunami Warning Centre ha escluso un rischio tsunami.

08:52Mo: Hamas, attacco di oggi è nuovo capitolo Intifada

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 SET - Hamas da Gaza plaude per l'attacco palestinese di oggi che ha causato 3 morti israeliani: "è un nuovo capitolo dell''Intifada di Al-Quds (Gerusalemme)", ha detto Hazzam Qassam portavoce della fazione, citato dai media. "Significa che ogni tentativo di 'giudaizzare' la città non cambia il fatto che Gerusalemme è arabo-musulmana: i suoi cittadini e la gioventù non risparmieranno alcun sforzo per redimerla con il loro spirito e sangue", ha aggiunto.

08:24India-Usa: Mattis a New Delhi per Afghanistan e armamenti

(ANSA) - NEW DELHI, 26 SET - Il Segretario alla Difesa statunitense James Mattis è giunto oggi a New Delhi per una visita di due giorni che avrà al centro la lunga crisi in Afghanistan e la cooperazione indo-americana in campo militare, con un possibile annuncio da parte dell'India dell'acquisto di aerei da caccia e droni. Lo ha reso noto l'agenzia di stampa Ani. Subito dopo il suo arrivo Mattis, che è il primo ministro americano a visitare l'India dall'insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, ha incontrato la collega Nirmala Sitharaman, mentre in giornata sarà ricevuto dal premier Narendra Modi.

08:22Mo: polizia, ucciso terrorista autore attacco

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 SET - La polizia ha annunciato che è stato ucciso il palestinese autore dell'attacco terroristico di questa mattina a Har Adar in Cisgiordania, che ha causato la morte di tre israeliani. L'uomo - 37 anni di Beit Sourik con regolare permesso di lavoro in Israele - è arrivato ai cancelli del villaggio assieme ad un gruppo di manovali palestinesi ed ha aperto il fuoco sui guardiani da distanza ravvicinata.

08:21Brexit: May incontrerà Tusk oggi a Downing Street

(ANSA) - ROMA, 26 SET - La premier britannica Theresa May incontrerà il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk oggi a Downing Street. L'incontro, scrive la Bbc online, si terrà parallelamente al quarto round di negoziati sulla Brexit con Londra a Bruxelles. Tusk aveva annunciato martedì scorso, a margine dell'Assemblea Generale Onu, di avere accettato di incontrare May oggi a Londra.

07:57‘Ndrangheta: arrestato sindaco di Seregno, corruzione

(ANSA) - MONZA, 26 SET - Il sindaco di Seregno (Monza) Edoardo Mazza, di Forza Italia, è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Milano in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dai Gip dei Tribunali di Monza, nell'ambito della maxi inchiesta sulle infiltrazioni della 'Ndrangheta in Brianza e in Lombardia. E' accusato di corruzione: avrebbe favorito gli affari con un imprenditore legato alle cosche, il quale si sarebbe a sua volta adoperato per procurargli voti. A legare a "doppio filo" politica e 'ndrangheta, secondo l'inchiesta della Procura di Monza e della Dda di Milano, sarebbe stato un imprenditore edile di Seregno il quale avrebbe intrattenuto rapporti con politici del territorio, e coltivato frequentazioni e rapporti fatti di reciproci scambi di favori con esponenti della criminalità organizzata. Il suo ruolo sarebbe stato "determinante" per l'elezione del sindaco arrestato.(ANSA).

07:55Mo: attacco Cisgiordania, 3 israeliani uccisi

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 SET - Tre israeliani sono rimasti uccisi nell'attentato avvenuto oggi a Har Hadar, in Cisgiordania. Lo rende noto la polizia israeliana secondo cui l'assalitore e' giunto ai cancelli del villaggio assieme con un gruppo di manovali palestinesi ed ha aperto il fuoco sui guardiani da distanza ravvicinata.

Archivio Ultima ora