Costa, meglio toghe che esprimono apertamente loro opinioni

(ANSA) – ROMA, 8 MAG – “Non mi scandalizzo di fronte ai magistrati che esprimono apertamente le loro opinioni su questioni di rilievo costituzionale. Mi preoccupano di più quelli che fanno politica attraverso gli atti giudiziari e quelli che sfruttano il loro ruolo per prepararsi ad una carriera politica”. Lo ha detto Enrico Costa, ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, interpellato dall’ANSA in merito al dibattito apertosi sul caso Morosini.

Condividi: