Bus in scarpata, a giudizio tutti i 15 indagati

Pubblicato il 09 maggio 2016 da ansa

(ANSA) – AVELLINO, 9 MAG – Il gup del Tribunale di Avellino ha rinviato a giudizio tutti i 15 indagati nell’inchiesta per la strage del bus, in cui persero la vita 40 persone, precipitato dal viadotto Acqualonga dell’A16, a Monteforte Irpino (Avellino), il 28 luglio del 2013. Il giudice, Francesco Fiore, ha accolto le richieste della Procura di Avellino, confermando le ipotesi di reato per omicidio colposo plurimo e disastro colposo. La prima udienza del processo si terrà il prossimo 28 settembre davanti ai giudici del Tribunale di Avellino.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

16:55Renzi ricorda Utoya, tenere viva speranza di quei ragazzi

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "Sono passati sei anni, ma è nostro dovere tenere vivo il ricordo di quei ragazzi che sognavano un mondo migliore. Fare politica significa anche tenere viva la loro speranza. Avanti, insieme". Con queste parole il segretario del Pd Matteo Renzi ricorda su Facebook la strage di Utoya a opera di Anders Brevik. "Ricordo bene - scrive Renzi - quel pomeriggio di sei anni fa. Prima la notizia dell'autobomba nel centro di Oslo, che avrebbe provocato 8 morti. Poi la sparatoria ad Utoya dove persero la vita 69 ragazzi che partecipavano ad un campus del Partito Laburista". "La Norvegia - scrive Renzi - reagì con grande forza di fronte a tutto quell'orrore. Quattro giorni dopo i norvegesi scesero in piazza in tante città. L'allora primo ministro norvegese Stoltenberg pronunciò delle parole bellissime: 'La Norvegia ce la farà. Il male può uccidere gli individui, ma non potrà mai sconfiggere un popolo intero'".

16:55Insulti razzisti: Salvini, poliziotto merita un premio

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "Io sto con questo Poliziotto! Altro che sospensione, merita in premio per aver evitato morti o feriti. È la Boldrini che ha sbagliato lavoro". Così su Facebook il segretario della Lega, Matteo Salvini sul caso del poliziotto sospeso per aver pubblicato un video, su un extracomunitario sorpreso mentre percorreva l'autostrada in bicicletta, contenente commenti razzisti e sulla presidente della Camera.

16:41Infermiere ucciso: fermato autore omicidio, confessa

(ANSA) - SALERNO, 22 LUG - È stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario aggravato da futili motivi e dalla presenza di un minore, l'assassino di Maurizio Fortino, il 53enne accoltellato, l'altra sera, a Nocera Inferiore nel Salernitano. A sferrargli una coltellata che gli ha perforato un polmone, secondo l'accusa, è stato stato Davide Sanzone Giancane, 42enne detto il "siciliano", già noto alle forze dell'ordine, fermato dai carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore e che ha confessato il delitto. L'aggressore, secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, è stato sorpreso per le vie del centro cittadino dopo aver accoltellato l'infermiere che lavorava nel dipartimento di salute mentale dell'ospedale Umberto I. Alla base dell'aggressione motivi di gelosia.

16:07Siccità, Zingaretti: a Roma l’acqua sta finendo

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "Il problema c'è ed è grave. Sta finendo l'acqua a Roma", sintetizza il governatore del Lazio Zingaretti. "La mia preoccupazione come sindaca di Roma è che sia fatto tutto il possibile per assicurare l'acqua a oltre un milione di cittadini, agli ospedali, ai vigili del fuoco, alle attività commerciali - dice Virginia Raggi -. Mi auguro che Regione e Acea trovino quanto prima una soluzione condivisa". Ieri la municipalizzata ha annunciato che dovrà razionare a turno l'acqua per 1,5 milioni di Roma, dopo la decisione della Regione di sospendere i prelievi dal Lago di Bracciano. "Riteniamo questo atto della Regione Lazio abnorme e illegittimo ma soprattutto inutile rispetto alla tutela del lago - dice il presidente di Acea Ato2 Paolo Saccani -. Dal lago Acea sta derivando 86 mila metri cubi al giorno, a cui corrisponde un abbassamento di 1,5 millimetri. Il lago di Bracciano è profondo 164 metri". Saccani ha ribadito che in 7 giorni - lo stop ai prelievi é dal 28 luglio - non si potrà che razionare l'acqua.

16:05Stalking: perseguita ex fidanzata, arrestato ventisettenne

(ANSA) - COSENZA, 22 LUG - La Squadra mobile di Cosenza ha arrestato un giovane di 27 anni, D.A., di Rende, accusato di stalking, danneggiamento e violenza sessuale ai danni dell'ex fidanzata. L'arresto é stato fatto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica. L'indagine che ha portato all'arresto del 27enne é scattata dopo la denuncia presentata alla Squadra mobile nei confronti di D.A dall'ex fidanzata del giovane. Gli investigatori hanno trovato in breve tempo riscontri al contenuto della denuncia nei confronti del 27enne, accusato di una serie di minacce, molestie, ingiurie, pedinamenti, controlli a distanza e violenze fisiche e morali nei confronti dell'ex fidanzata, fino alla distruzione del suo cellulare. (ANSA).

15:59Tennis: Atp Umago, oggi il derby Lorenzi-Giannessi

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Sarà il derby azzurro fra Paolo Lorenzi e Alessandro Giannessi a decidere stasera il finalista della parte bassa del tabellone del "Croatian Open", torneo Atp 250 con montepremi di 482.060 euro in corso sui campi in terra rossa di Umago, in Croazia. Il 35enne senese si è aggiudicato i due precedenti confronti con il 27enne spezzino. Ieri, nei quarti, Giannessi, numero 104 Atp, ha battuto in rimonta per 6-7, 6-2, 7-5 il brasiliano Rogerio Dutra Silva, numero 64, protagonista nel turno precedente dell'eliminazione del francese Gael Monfils, numero 2 del seeding. Mentre Lorenzi, numero 34 e quarta testa di serie, ha sconfitto, anche lui in rimonta per 1-6, 7-5, 6-3 il ceco Jiri Vesely, numero 57 e ottava testa di serie. Eliminato, invece, Fabio Fognini, numero 27 e terzo favorito del seeding, nonché campione in carica. Il 30enne di Arma di Taggia ha ceduto per 6-7, 6-2, 7-6, dopo oltre due ore e un quarto di battaglia, il 19enne russo Andrey Rublev, numero 74, ripescato come lucky loser.

15:48Lavoro: ‘Partigiani scuola pubblica’ contro Ddl scioperi

(ANSA) - BOLOGNA, 22 LUG - I 'Partigiani della scuola pubblica' "sono solidali con le organizzazioni sindacali nel condannare le ulteriori limitazioni che il governo vuole imporre al diritto di sciopero. Dopo aver impedito alle sigle minoritarie di fare assemblee in orario di servizio, il Disegno di legge, che sarà ridiscusso a settembre, a firma di Pietro Ichino del Pd, vuole estendere questa limitazione a tutte le sigle". Lo si legge in una nota dell'associazione - che è stata in prima linea nella lotta alla cosiddetta 'Buona scuola' - contro il Ddl sugli scioperi. "Si parla nella proposta - sottolinea l'associazione - addirittura di un referendum con cui la maggioranza dei lavoratori o una 'coalizione sindacale minoritaria nell'azienda o nel settore', potrebbe dichiarare sciopero. Siamo di fronte all'ennesimo provvedimento liberticida", concludono che "calpesta la dignità dei lavoratori, colpiti attraverso la loro voce più libera: quella dei sindacati di base e minoritari".

Archivio Ultima ora