Scontro sul referendum nel Pd, Renzi anticipa il congresso

Pubblicato il 09 maggio 2016 da redazione

renzi-pd

ROMA. – Una moratoria di cinque mesi dalle amministrative fino al referendum sulle riforme per poi aprire, con anticipo, la battaglia congressuale che regoli i conti e pesi i rapporti di forza. Non dura neanche venti minuti, in direzione Pd, la tregua proposta alla minoranza da Matteo Renzi fino ad ottobre: Gianni Cuperlo chiede una smentita a Maria Elena Boschi sull’accostamento tra chi vota no al referendum a Casapound.

“Non è una comparazione ma un dato di fatto: chi vota no voterà no come Casapound”, risponde il ministro, dando un tono muscolare alla campagna referendaria e riaprendo lo scontro interno. L’anticipo del congresso dem, previsto a dicembre 2017, era nell’aria da tempo: la minoranza l’aveva chiesto, i renziani avevano fatto melina.

Adesso il leader Pd lo rilancia in cambio di una pax a tempo che veda tutto il partito unito in vista della difficile partita delle amministrative che il premier dice di non temere perchè “in base ai sondaggi, alle scorse comunali, M5S avrebbe dovuto vincere in 107 comuni ma ha vinto in 17”.

Candidati “concreti” e orgoglio per le riforme del governo sono il mix che per il premier può tirare la volata alle comunali. “Non abbiamo nessun motivo per continuare una sfibrante discussione interna – è l’appello – Non chiedo una moratoria delle polemiche. Ma si deve fare uno sforzo per non vergognarsi di ciò che abbiamo fatto in questi anni. Non voglio sottacere i tanti problemi sul territorio: sono meno di quelli che i media raccontano, più di quelli che dovrebbero esserci”.

Una tregua lunga cinque mesi, secondo il premier, per affrontare anche la “mobilitazione permanente” per il referendum istituzionale, che Renzi immagina capillare con “banchini” in città ma anche nei luoghi di vacanza. L’offerta convince la minoranza. Anche se, osserva Gianni Cuperlo, “nessuno ha la benda sugli occhi e vediamo le tante ombre, dall’ingresso formale di Verdini in maggioranza alla questione morale di lunga data”.

Ma se sull’unità in campagna elettorale la sinistra non ha nulla da eccepire, nei toni e negli argomenti del referendum alle riforme si scorge una divergenza di vedute pari alla motivazione che anima le varie anime dem. “Ho atteso la smentita – chiede l’ex presidente del Pd – della ministra Boschi che ha posto parte della sinistra sullo stesso piano di Casa Pound. Che senso ha spingere la polemica sino ad ignorare che tra chi sceglierà di dire no ci sono i vertici dell’Anpi o 11 presidenti emeriti della Consulta?”.

Un “bullismo” che imbarazza la minoranza ma non Boschi. “Io ho più volte sentito equiparare – chiarisce il ministro prendendo il microfono in direzione – chi vota sì alle riforme a Verdini. Io mi sono limitata a constatare che chi voterà no lo farà assieme a Casapound”. Per la madrina delle riforme, la minoranza strumentalizza partendo da un titolo del Fatto Quotidiano.

“Da qui alla fine della legislatura – si sfoga – ci sarà una direzione del Pd in cui la minoranza interna non attaccherà questa dirigenza? Dico una, Gianni, anche perché la nostra gente è stanca, quando gli attacchi sono su motivi pretestuosi”.

Un botta e risposta che la dice lunga sul clima dentro il Pd e sulla resa dei conti interna che si aprirà subito dopo il referendum. Ma Renzi, che conferma la sua candidatura al congresso così come il voto nel 2018, si gioca tutto ad ottobre. E lo farà a modo suo: “Noi dobbiamo rispetto per chi fa scelte diverse ma pretendiamo rispetto”, chiarisce il premier. Che, paragonando i costituzionalisti del no agli archeologi, rigetta l’accusa di non poter cambiare la costituzione perché non eletto: “Forse stanno difendendo il codice di Hammurabi e non la Costituzione”.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

19:29Scopre compagno suicida, lei ruba pistola e si spara

(ANSA) - SAN MARINO, 26 MAG - Dopo aver scoperto il cadavere del compagno suicida e aver chiamato forze dell'ordine e ambulanza, una donna di 48 anni ha strappato dalla fondina la pistola di ordinanza ad un militare delle Guardie di Rocca sammarinesi e si è sparata al cuore. E' successo verso le 12 a Castello di Domagnano, a San Marino. La donna non avrebbe retto alla scoperta del suicidio del marito, 60enne, impiccato nel capannone della propria ditta, e approfittando della distrazione di un militare gli ha preso l'arma e l'ha rivolta verso di sé. Sulla dinamica indagano la gendarmeria e il tribunale sammarinese. E' intervenuto per il sopralluogo il commissario della legge di turno, Simon Luca Morsiani, che dovrà verificare tra l'altro se la pistola del militare avesse o meno la sicura. Secondo un testimone, tra la donna e la guardia vi sarebbe stata una breve colluttazione con lei che ha avuto la meglio. (ANSA).

19:06Egitto: attacco a copti, bilancio ufficiale 28 morti

(ANSA) - IL CAIRO, 26 MAG - Fonti mediche e della sicurezza egiziana riferiscono che il bilancio dell'attacco contro un bus di cristiano-copti oggi a Minya, in Alto Egitto, è di 28 morti, tra cui due bimbi di 2 e 4 anni. I feriti sono 22. Le stesse fonti, che hanno richiesto l'anonimato, temono che il bilancio possa aumentare. Secondo l'ex portavoce della chiesa copta ortodossa, Anaba Ermya i morti sarebbero invece 35, tra cui molti bambini.

19:03Sri Lanka: 91 morti piogge e alluvioni, appello al mondo

(ANSA) - COLOMBO, 26 MAG - Lo Sri Lanka ha lanciato un appello al mondo perché lo aiuti a far fronte all'emergenza delle piogge torrenziali, che hanno provocato disastrosi alluvioni e smottamenti, con un bilancio ancora provvisorio di almeno 91 morti accertati e 110 dispersi. La richiesta di aiuto è stata lanciata dal ministero degli esteri di Colombo alle Nazioni Unite e alla comunità internazionale. Il governo fa sapere che finora oltre 2.000 persone sono state evacuate dalle loro abitazioni e che le persone colpite, secondo una stima, sono circa 61.000. La popolazione che vive vicino a corsi d'acqua o sotto pendii è stata invitata ad allontanarsi, mentre elicotteri e imbarcazioni della marina cercano persone bloccate dalle acque sui tetti. Particolarmente colpito dalle avversità meteorologiche è il distretto di Ratnapura e la città capoluogo, dove almeno cinque valanghe e lo straripamento del fiume Kalu Ganga hanno costretto migliaia di persone ad abbandonare le loro case.

18:58Iraq: si evacuano i civili dal centro di Mosul

(ANSA) - BAGHDAD, 26 MAG - Le forze governative irachene hanno lanciato un appello alle migliaia di civili ancora intrappolati nel cuore di Mosul perché lascino le loro case e si mettano in salvo attraverso "corridoi sicuri" appositamente istituiti prima dell'assalto finale ai jihadisti dell'Isis ancora trincerati nei quartieri centrali. "Il governo, le forze armate e il comandante in capo, primo ministro Haidar al Abadi, sono responsabili per la vostra sicurezza", afferma in un comunicato il comandante delle operazioni, generale Abdul Amir Yarallah, assicurando che dirigendosi verso i corridoi sicuri che verranno indicati i residenti troveranno ad attenderli "guide, guardie e veicoli che li porteranno in salvo". L'appello è stato rivolto ai residenti dei quartieri di Zinjili, Sehha, Bab Sinjar, Shefaa, Farouk, Ras al Kor, Maydan, Bab al Top e le parti della Città vecchia comprese nel quartiere di Bab Jadid. Secondo il comando delle forze antiterrorismo l'Isis controlla ormai solo il 5% di Mosul ovest.

18:52Milano, Ismail Hosni rivendica la sua fede islamica

(ANSA) - MILANO, 26 MAG - Avrebbe rivendicato la sua fede islamica raccontando che prega ed è praticante, a differenza di quanto aveva riferito al suo legale nei giorni scorsi, Ismail Tommaso Hosni, il 20enne che otto giorni fa ha ferito a coltellate due militari e un agente alla stazione Centrale di Milano. Interrogato dai pm in Procura, il giovane ha continuato a dire di non ricordare gli istanti dell'aggressione e avrebbe risposto con tanti 'non ricordo' e non facendo nomi a domande puntuali sui suoi contatti per la radicalizzazione sul web.

18:44L. elettorale: 417 gli emendamenti in commissione

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - Sono 417 gli emendamenti al testo base della legge elettorale presentati in Commissione Affari costituzionali della Camera, sia dai gruppi che dai singoli parlamentari. Gli uffici stanno provvedendo ora a fascicolarli.

18:43Voucher: Orlandiani, ci vuole prudenza, perplessità

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - "Prudenza e perplessità", a quanto si apprende, sono manifestate in queste ore dalla componente orlandiana del Pd sull'intervento previsto nella "manovrina" per l'introduzione di strumenti di sostituzione dei voucher.

Archivio Ultima ora