Sindaco Lodi: avviso di garanzia anche a un dirigente Comune

(ANSA) – MILANO, 10 MAG – C’è un quarto indagato nell’ambito dell’inchiesta che ha portato in carcere il sindaco di Lodi Simone Uggetti e l’avvocato lodigiano Luca Marini per turbativa d’asta in relazione all’appalto per affidare in gestione le due piscine pubbliche scoperte della città. Si tratta di Giuseppe Demuro, il funzionario comunale che è diventato responsabile unico del procedimento del bando di gara sotto accusa dopo che l’impiegata che aveva segnalato le irregolarità alla Guardia di Finanza aveva lasciato l’incarico. Al dirigente è stato notificato un avviso di garanzia per turbativa d’asta con contestuale invito a comparire per l’interrogatorio fissato per sabato prossimo. De Muro, sentito come persona informata sui fatti la scorsa settimana in quanto la sua posizione dalle indagini svolte fino ad allora e dalle intercettazioni non sarebbe emersa nettamente, non aveva dato spiegazioni esaustive e alle domande avrebbe risposto con molti “non ricordo” di fatti che risalgono a poco più di un mese prima.

Condividi: