Berlino estende i controlli alla frontiera con l’Austria

Pubblicato il 10 maggio 2016 da redazione

berlino

BRUXELLES. – Resta critica la situazione in Europa sul fronte della crisi dei migranti, con l’annuncio da parte della Germania di prolungare i controlli alle frontiere e del referendum in Ungheria sui ricollocamenti dei rifugiati, mentre si rinnovano le tensioni con la Turchia, di cui è sempre più in dubbio la tenuta dell’accordo con l’Ue.

Dura Human Rights Watch, che lancia di nuovo l’allarme: le guardie di frontiera turche sparano sui rifugiati siriani. Intanto, anche se con una minore intensità, continuano gli arrivi via mare, quasi 190mila da inizio anno secondo i dati dell’Oim.

La Germania, ha annunciato il ministro dell’interno Thomas De Maizieire, vuole estendere i controlli alle frontiere con l’Austria, già avviati a settembre, fino a quando la protezione dei confini esterni dell’Ue non sarà migliorata.

Era stata proprio la decisione di Berlino alla fine dell’estate a far scattare a catena la stessa decisione in Austria, dove le tensioni politiche sui migranti, nonostante il pugno duro mostrato al Brennero nei confronti dell’Italia, hanno portato alle dimissioni del cancelliere socialdemocratico Werner Faymann.

A Bruxelles, però, non è giunta nessuna richiesta ufficiale da parte della Germania: si aspetta ancora, infatti, che entro giovedì gli Stati membri adottino la proposta della Commissione che consente il prolungamento dei controlli in punti specifici delle frontiere per altri sei mesi.

E questo riguarderà anche Austria, Danimarca, Svezia e Norvegia. La situazione non va meglio sul versante dell’accoglienza dei migranti: il parlamento ungherese ha dato il via libera al referendum chiesto dal governo Orban sul piano di reinsediamento dei rifugiati in base a quote.

Provocatoria la formulazione del quesito sottoposto agli elettori: “Vuoi che l’Ue prescriva l’insediamento obbligatorio di cittadini non ungheresi in Ungheria, anche senza il consenso del parlamento?”.

La Commissione Ue, che già aveva duramente criticato l’idea, ha avvertito: “Da quanto abbiamo compreso si riferisce a decisioni future da prendere”. Anche perché, ha messo in guardia, “il processo decisionale” Ue previsto dai Trattati “in ogni caso resta lo stesso”, e non si può fare marcia indietro su “decisioni esistenti e legalmente vincolanti” già prese dai 28.

Grossi grattacapi anche dalla Turchia: dopo il siluramento del premier Ahmet Davutoglu, negoziatore dell’intesa con l’Ue, Bruxelles “di comune accordo” ha deciso di rinviare a data da destinarsi una riunione sulla liberalizzazione dei visti prevista per venerdì.

Le dichiarazioni del presidente Recep Tayyp Erdogan, contrario alla modifica della legge anti-terrorismo turca necessaria per riempire i 5 criteri mancanti per l’ok, hanno raffreddato ulteriormente il già scettico Europarlamento, che ha sospeso la discussione.

A questo si aggiunge l’imbarazzo per la nuova denuncia di Hrw: “Le guardie di frontiera turche sparano ai richiedenti asilo siriani che cercano di raggiungere la Turchia”, con 5 morti tra cui un bambino e 14 feriti gravi negli scorsi giorni. “Non abbiamo un Piano B, abbiamo solo un Piano A di cui proseguiamo l’attuazione”, insiste ancora la Commissione Ue.

(di Lucia Sali/ANSA)

Ultima ora

01:50Molestie sessuali a Wall Street, via due manager

(ANSA) - WASHINGTON, 23 OTT - Dopo il mondo della tv e del cinema gli scandali sessuali sembrano non risparmiare Wall Street. Fidelity Investment, una delle più grandi società di investimento al mondo, ha cacciato due alti dirigenti nelle ultime settimane sullo sfondo di accuse di questo tipo. Lo scrivono i media Usa. C. Robert Chow, 56 anni, si è dimesso a inizio mese per presunti commenti sessuali inappropriati verso alcune colleghe mentre Gavin Baker è stato licenziato in settembre per molestie ad una dipendente di 26 anni. Fidelity non ha voluto commentare nello specifico ma in una nota ha dichiarato che le sue politiche "proibiscono le molestie in qualsiasi forma. Quando una denuncia di questo genere è portata alla nostra attenzione, noi indaghiamo immediatamente e prendiamo misure veloci e appropriate. Noi semplicemente non tollereremo, e non tolleriamo, questo tipo di comportamento".

23:54Malta, migliaia a corteo per chiedere giustizia su blogger

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Migliaia di maltesi sono scesi per le strade de La Valletta per chiedere giustizia su Daphne Caruana Galizia, la giornalista uccisa lunedì scorso in circostanze ancora misteriose. Lo scrive The Times of Malta precisando che al corteo sono state chieste le dimissioni del capo della polizia e del procuratore generale. I manifestanti hanno proposto che un nuovo capo della polizia e un nuovo procuratore vengano immediatamente eletti dalla maggioranza dei due terzi del Parlamento. Le richieste, proposte dal leader dei manifestanti, Michael Briguglio, sono poi state sottoposte alla presidente della Repubblica Marie Louise Coleiro Preca, che ad un certo punto è stata anche vista al corteo. Preca ha detto agli organizzatori della marcia che l'omicidio è stato un atto di codardia e ha poi lanciato un appello ad avere fiducia nelle istituzioni e nella democrazia. Alla marcia non hanno partecipato il premier Joseph Muscat ed il leader nazionalista all'opposizione Adrian Delia.

23:48Slovenia, presidenziali, ballottaggio tra Pahor e Sarec

(ANSA) - LUBIANA, 22 OTT - La Slovenia dovrà attendere il ballottaggio del 12 novembre per conoscere il suo nuovo presidente. Tuttavia, al momento, tra l'uscente Borut Pahor e il principale antagonista tra i nove candidati presentatisi, Marjan Sarec, non sembra esserci storia. Pahor ha di fatto mancato la vittoria al primo turno per un paio di punti percentuale concludendo lo scrutinio delle schede a circa il 47% dei consensi. Sarec si è invece fermato al 25% circa. L'affluenza alle urne è stata del 42,02% per 1,7 milioni di votanti. Il presidente che sarà designato dalle urne in novembre, si insedierà il 23 dicembre.

21:48Pallavolo: serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della seconda giornata del campionato di serie A/1 di pallavolo donne, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Il Bisonte Firenze martedì 25 Foppapedretti Bergamo - Liu Jo Modena 1-3 (27-29, 25-19, 16-25, 18-25) Savino Scandicci - Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-18, 25-20, 25-19; giocata ieri) Unet E-Work Busto A. - Lardini Filottrano 3-0 (25-18, 25-21, 25-16; giocata ieri) Saugella Monza - Sab Legnano 3-1 (28-26, 21-25, 25-18, 25-14) Pesaro - Igor Gorgonzola Novara 0-3 (19-25, 19-25, 19-25). - Classifica: Scandicci 6; Novara 5; Busto Arsizio 4; Conegliano, Firenze, Legnano, Monza, Filottrano e Modena 3; Bergamo, Casalmaggiore e Pesaro 0.

21:39F1: Usa, al via Ferrari e Vettel subito in testa

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Partenza super di Sebastian Vettel nel Gp degli Usa di F1 appena cominciato sul circuito di texano di Austin, con Usain Bolt starter 'di lusso'. La Ferrari del tedesco è riuscita a sopravanzare la Mercedes di Lewis Hamilton, che era in pole position, e a prendere la testa della gara. Alle spalle dei due favoriti c'è l'altra Mercedes del finlandese Valtteri Bottas.

21:36Incidenti stradali: muore in Calabria bambina di 6 anni

(ANSA) - CIRÒ MARINA (CROTONE), 22 OTT - Una bambina di sei anni é morta in un incidente stradale accaduto stasera a Cirò Marina, in località "Boldito", lungo la statale 106 jonica. La bambina era a bordo di un'automobile condotta dal padre e sulla quale viaggiavano anche la madre e la sorella maggiore. Secondo una prima ricostruzione, il conducente dell'auto ha perso il controllo dell'automobile, forse a causa di un cane che ha attraversato la strada, finendo contro la barriera di protezione. La bambina é morta sul colpo, mentre i genitori e la sorella sono rimasti feriti e sono stati portati nell'ospedale di Crotone. Le loro condizioni, comunque, non sarebbero gravi. Sul luogo dell'incidente, per i rilievi, si é recato il personale della Polizia stradale insieme ai carabinieri. (ANSA).

21:29Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della Superlega di pallavolo: Lube Civitanova - Bunge Ravenna rinviata Calzedonia Verona - Sir Safety Perugia 0-3 Wixo Piacenza - Callipo Vibo Valentia 3-2 Kioene Padova - Diatec Trentino 1-3 Biosì Sora - Azimut Modena 0-3 Revivre Milano - Gi Group Monza 3-1 BCC Castellana Grotte - Taiwan Latina 3-1 - Classifica: Perugia e Modena 6; Milano 5; Piacenza e Trentino 4; Civitanova, Monza e Castellana Grotte 3; Verona 2; Ravenna, Latina e Vibo Valentia 1; Sora e Padova 0.

Archivio Ultima ora