Il Venezuela attraversa una delle fasi piú critiche della sua storia

Pubblicato il 11 maggio 2016 da redazione

Pensionati in Venezuela durante una riunione in cui l'Ambasciatore e funzionari dei Patronati hanno spiegato i motivi che hanno determinato la riduzione delle pensioni e quale potrebbe essere la situazione nel 2016.

Pensionati in Venezuela durante una riunione in cui l’Ambasciatore e funzionari dei Patronati hanno spiegato i motivi che hanno determinato la riduzione delle pensioni e quale potrebbe essere la situazione nel 2016.

ROMA – La settimana parlamentare è iniziata con il Venezuela e la nostra comunità al centro dei lavori della Camera dei Deputati.

Rispondendo nell’aula di Montecitorio ad una interrogazione urgente presentata dai deputati Fabio Porta, Giovanni Burtone, Demetrio Battaglia e Antonio Cuomo, del Partito Democratico, con la quale i parlamentari chiedevano “se e quali iniziative il Governo intenda adottare per monitorare costantemente l’evolversi della crisi in Venezuela e per assicurare alla comunità italiana il massimo sostegno in una condizione di oggettiva criticità, soprattutto per quanto riguarda la mancanza di generi di prima necessità, ponendo il tema anche nell’ambito degli organi internazionali”, il Sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto della Vedova ha confermato come “il Paese sta attraversando una delle fasi più critiche della sua storia, che si sta ripercuotendo anche sulla numerosa comunità italiana residente nel Paese, le cui condizioni economiche e sociali sono fortemente deteriorate”.

Sulla questione della sicurezza, il governo ha affermato che “l’Ambasciata sta svolgendo un lavoro a tutto campo, grazie anche all’esperto che opera in loco e che si occupa delle denunce di violenze o minacce da parte dei connazionali, oltre che di eventuali casi di sequestri. La sicurezza viene, poi, posta sistematicamente all’ordine del giorno negli incontri con gli esponenti del Governo di Caracas, alla luce del continuo innalzamento degli indici di criminalità che si registrano nel Paese e, in particolare, nella capitale”.

Sulla grave carenza di medicine il Sottosegretario ha risposto che “su istruzioni della Farnesina, l’ambasciatore italiano a Caracas ha rappresentato alla Ministra degli esteri venezuelana, Delcy Rodríguez, la forte preoccupazione del Governo italiano e ha proposto delle modalità operative per far pervenire dall’Italia una lista di medicinali essenziali ai nostri connazionali, in particolare agli anziani”.

Sul tema delle pensioni, infine, molto sentito dai nostri connazionali, l’On. Della Vedova ha sostenuto che il nostro governo “è in costante contatto con l’INPS e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali per vagliare la possibilità di riconsiderare il tasso di cambio attualmente utilizzato per pagare le pensioni agli italiani in Venezuela ed attuare il tasso di concambio flessibile, di valore più o meno corrispondente al precedente tasso SIMADI recentemente soppresso.

– In tal modo secondo – il rappresentante del governo – verrebbe calcolato in maniera più congrua il rateo di pensione spettante e garantito un potere d’acquisto reale, superando così le criticità legate al tasso di cambio ufficiale attualmente utilizzato, che sovrastima la valuta locale.

Fabio Porta, deputato eletto in Sudamerica e Presidente del gruppo interparlamentare Italia-Venezuela, ha così commentato la risposta del governo:

– Il Parlamento italiano non ha dimenticato i nostri connazionali che vivono in Venezuela e l’attenzione di tanti miei colleghi a quanto avviene in quel Paese conferma tale sensibilità; sono certo che il governo, che oggi come nelle scorse settimane ha risposto con altrettanta attenzione e preoccupazione ai nostri appelli, agisca rapidamente, sia sul tema delle pensioni che su quello dell’emergenza sanitaria e della sicurezza.

Ultima ora

09:14Terremoti: Kos, le due vittime sono turisti

(ANSA) - ATENE, 21 LUG - Le almeno due vittime del terremoto di magnitudo 6.7 che ha colpito questa notte l'isola di Kos sono due turisti. Lo ha detto il sindaco dell'isola Giorgos Kyritsis. I due sono un turco e uno svedese e sono rimasti uccisi dal crollo del tetto del bar nel quale si trovavano al momento della scossa.

09:12Agguato nel Napoletano: ucciso 22enne, era vicino a clan

(ANSA) - NAPOLI, 21 LUG - Un uomo di 22 anni, la scorsa notte, è stato ucciso in un agguato a Giugliano, in provincia di Napoli. Si tratta di Enis Mahmoudi, già noto alle forze dell'ordine e considerato dagli inquirenti vicino al clan dei Paparella. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Giugliano e del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, l'uomo dopo le due è stato raggiunto, in via Colonne, da tre colpi di arma da fuoco ed è morto sul colpo. (ANSA).

08:06Wp, legali Trump studiano come minare l’inchiesta Russiagate

(ANSA) - WASHINGTON, 21 LUG - Alcuni degli avvocati che assistono il presidente Donald Trump stanno esplorando modi per limitare o minare l'inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller sul cosiddetto 'Russiagate', nel tentativo di montare il caso su quanto presumono costituisca conflitto di interesse. Lo scrive il Washington Post citando fonti informate, secondo cui inoltre i legali di Trump stanno esaminando i termini della facolta' del presidente di concedere amnistia. Per il New York Times componenti della squadra del presidente, tra avvocati e collaboratori, stanno passando al setaccio il vissuto professionale e politico degli investigatori che collaborano con il procuratore speciale.

07:58Venezuela: ucciso manifestante 24enne in periferia Caracas

(ANSA) - CARACAS, 20 LUG - Un giovane manifestante è morto e almeno altri due sono rimasti feriti oggi dopo essere stati raggiunti da spari di arma da fuoco nel quartiere di Santa Eulalia, a Los Teques, una zona popolare nell'hinterland di Caracas. La notizia, diffusa da vari media locali, è stata confermata dalla deputata Delsa Solorzano, che ha identificato la vittima come Ronney Tejera, di 24 anni. Si tratta della 96/a persona uccisa dall'inizio delle proteste antigovernative che si susseguono in Venezuela da inizio aprile. Fonti locali citate dalla stessa Solorzano hanno indicato che "uomini vestiti di nero" e presunti agenti della polizia hanno aperto il fuoco contro un gruppo nel quale si trovava Tejera e gli altri manifestanti che sono rimasti feriti.

07:50Gerusalemme: Città vecchia chiusa a chi ha meno 50 anni

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 LUG - La polizia di Gerusalemme ha adottato misure di emergenza per prevenire disordini oggi durante le preghiere del venerdi'. In particolare - ha reso noto una portavoce - l'ingresso in Citta' Vecchia e alla Spianata delle moschee sara' limitato ai musulmani di eta' superiore ai 50 anni, mentre per le donne non ci sono limitazioni. ''Sappiamo - ha precisato - che elementi estremisti vogliono infrangere l'ordine pubblico ricorrendo a violenze''. Ieri in quella zona si sono verificati incidenti. Intanto il governo israeliano ha deciso che i metal detector alla Spianata delle Moschee restano.

07:45Gerusalemme: Città vecchia chiusa a chi ha meno 50 anni

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 LUG - La polizia di Gerusalemme ha adottato misure di emergenza per prevenire disordini oggi durante le preghiere del venerdi'. In particolare - ha reso noto una portavoce - l'ingresso in Citta' Vecchia e alla Spianata delle moschee sara' limitato ai musulmani di eta' superiore ai 50 anni, mentre per le donne non ci sono limitazioni. ''Sappiamo - ha precisato - che elementi estremisti vogliono infrangere l'ordine pubblico ricorrendo a violenze''. Ieri in quella zona si sono verificati incidenti. Intanto il governo israeliano ha deciso che i metal detector alla Spianata delle Moschee restano.

07:41Terremoto Kos: anche piccolo tsunami

(ANSA) - KOS (GRECIA), 21 LUG - Alcuni testimoni oculari sull'isola di Kos hanno visto il mare ''gonfiarsi'' dopo la scossa di terremoto di magnitudo 6.7 che nella notte ha provocato anche uno tsunami circoscritto. Le autorita' avevano avvertito in effetti della possibilita' di un piccolo maremoto dopo il sisma dell'1.30 della notte ora locale. L'acqua ha invaso una strada di fronte al mare e parte dell'abitato principale dell'isola, dove si trova anche la ''citta' vecchia''. Un'imbarcazione e' stata spinta sulla strada principale e diverse automobili si sono scontrate fra loro a causa dell'innalzamento del livello dell'acqua.

Archivio Ultima ora