Pensioni: Boeri, le riforme non pesino sulle generazioni future

Pubblicato il 11 maggio 2016 da redazione

Pensioni

ROMA. – L’introduzione di maggiore flessibilità di uscita verso la pensione non deve pesare sui conti pubblici e quindi in definitiva sulle generazioni future: il presidente Inps, Tito Boeri ribadisce la necessità di coniugare la libertà delle persone con la sostenibilità dei conti chiedendo di non toccare il debito pensionistico con le norme alle quali il Governo lavora per l’anticipo del pensionamento rispetto all’età di vecchiaia.

Sul tema più generale della previdenza è intervenuto anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella affermando che la “variabilità insistita nelle prestazioni del sistema previdenziale affievolisce la affidabilità di un istituto che vede nella solidarietà intergenerazionale un fondamento della coesione sociale e un presupposto della sua tenuta”.

Mattarella ha quindi sottolineato l’importanza della ”creazione di occasioni di incontro tra domanda e offerta di lavoro: senza occasioni di lavoro per i giovani la crescita economica è più difficile e il rinnovamento sociale più lento”.

Il Governo secondo quanto ha spiegato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, intanto lavora a una misura “strutturale” che consenta l’anticipo del pensionamento a una fascia di età triennale (per il 2017 dovrebbe essere quella dei nati tra il 1951 e il 1953).

L’intervento comunque dovrebbe distinguere tra le diverse situazioni con opzioni diverse nella fascia di età vicina alla pensione di vecchiaia per chi ha ancora un lavoro e chi è disoccupato e chi ha maturato un assegno leggero e chi potrà contare su una prestazione consistente.

Poletti intanto ha assicurato che i furbetti degli sgravi contributivi, ovvero quelli che li hanno richiesti per le assunzioni a tempo indeterminato fatte nel 2015 (60.000 aziende per circa 100.000 lavoratori) pur non avendone diritto saranno “duramente colpiti”.

Secondo Boeri “è necessario concedere libertà alle persone”, tenendo ben presente la “sostenibilità” dei conti, ma anche quella “dell’individuo”. La libertà di andare in pensione deve essere consentita, ma senza toccare il debito pensionistico e senza “aggravare il conto che dovrà essere pagato dalle generazioni future”.

Questa opportunità che dovrebbe quindi prevedere una penalizzazione per chi esce in anticipo secondo Boeri “aiuta anche le imprese”, che spesso “si trovano a gestire dei lavoratori ‘bloccati’, che rimangono in azienda malvolentieri”, e ciò rappresenta “un costo”.

“Vogliamo costruire un intervento equilibrato – ha assicurato Poletti – tenendo conto dei conti dello Stato e distinguendo tra situazioni diverse. L’idea è di fare una misura strutturale”. I sindacati ribadiscono la richiesta di un incontro.

“Il governo – ha detto la numero uno della Cgil, Susanna Camusso – non ci ha contattati, abbiamo visto solo i titoli dei giornali e le dichiarazioni del presidente del Consiglio, sappiamo che c’è ancora un animale come simbolo che si chiama Ape e basta”.

“Sulle pensioni – ha detto il leader della Uil, Carmelo Barbagallo – stiamo aspettando un incontro, abbiamo una nostra piattaforma e mi pare che anche loro abbiano delle idee che magari non coincidono con le nostre, vedremo di discutere rapidamente nel merito perché il paese ha bisogno di una staffetta generazionale e perché alcuni lavoratori devono poter andare in pensione prima”.

Ultima ora

15:04Ladro a processo per direttissima fugge dal tribunale

(ANSA) - GENOVA, 23 MAG - Evasione dal tribunale di Genova questa mattina. Un marocchino di 26 anni è scappato mentre stava per essere processato per direttissima per una serie di furti in auto. L'uomo era appena stato chiamato dal giudice per il suo turno ma invece di entrare in aula, con una azione fulminea, ha iniziato a correre ed è evaso. Sul posto sono arrivate sei pattuglie della polizia che lo stanno ancora cercando.(ANSA).

14:55Terremoto: Marini, nuova scuola media Norcia è un simbolo

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 23 MAG - "Come pensava Giovanni Falcone, di cui oggi ricorre l'anniversario della morte, è possibile realizzare un'Italia diversa affidandosi soprattutto ai più giovani. Questa inaugurazione assume quindi un significato ancora più simbolico": lo ha detto stamani la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, durante l'inaugurazione (cui è intervenuta anche la sottosegretaria Maria Elena Boschi) della nuova scuola media di Norcia, realizzata dalla fondazione Rava e grazie alla raccolta fondi di Corriere della Sera, La7 e Tim. "Insieme al commissario Errani - ha aggiunto Marini - abbiamo approvato il piano scuole che prevede di restituire con il prossimo anno scolastico l'edificio che ospita le secondarie superiori di Norcia mentre attiveremo insieme al Comune la realizzazione condivisa di quelle definitive". "Inoltre - ha aggiunto Marini - la scorsa settimana con Anas abbiamo preso atto del piano di emergenza sulla viabilità che permetterà gli interventi di riparazione e consolidamento del sistema viario dell'Appennino. Quindi speriamo che la scadenza prevista per consentire il transito agevole per Castelluccio possa avvenire - ha concluso - secondo il cronoprogramma che ci hanno presentato, quindi entro i primi di luglio". (ANSA).

14:39Manchester: Firenze, in mano al David bandiera Regno Unito

(ANSA) - FIRENZE, 23 MAG - In segno di solidarietà con il popolo inglese una bandiera del Regno Unito è stata messa in mano al David di piazza della Signoria mentre una banda nera in segno di lutto è stata legata al suo braccio. "Grande tristezza e dolore per i tragici fatti di Manchester" è stata espressa dal sindaco di Firenze, Dario Nardella che su Instagram ha anche scritto: "Firenze abbraccia il popolo britannico".

14:19Venezuela: altri due morti nelle proteste a Barinas

(ANSA) - CARACAS, 23 MAG - La Procura Nazionale venezuelana ha informato oggi sulla morte di altre due persone durante le proteste, scontri e saccheggi che si sono registrati ieri a nello stato di Barinas, nell'ovest del paese. In questo modo, il bilancio di vittime dall'inizio delle manifestazioni antigovernative sale a 56 morti.

14:11Bahrein: fuoco polizia su manifestanti sciiti

(ANSA) - TEHERAN, 23 MAG - Una persona è morta e altre sono rimaste ferite a Diraz, in Bahrein, dopo che la polizia ha aperto il fuoco contro alcuni manifestanti sciiti che protestavano contro la condanna inflitta nei giorni scorsi al leader sciita Sceicco Isa Qassim. Lo riferisce l'agenzia iraniana Tasnim, citando anche l'Istituto britannico per i diritti e la democrazia in Bahrein (Bird). Secondo quanto riferito dal ministero dell'Interno di Manama, la polizia ha arrestato diverse persone "su disposizione delle autorità", aggiungendo che oggi è stato "messo in atto un intervento nel villaggio di Diraz per preservare la sicurezza e l'ordine civile, poiché la città è un rifugio sicuro per i fuggiaschi".

14:10Manchester: Mattarella, anche oggi flagello violenza e male

(ANSA) - PALERMO, 23 MAG - In un passaggio del suo discorso alla cerimonia di commemorazione del 25esimo anniversario della strage di Capaci il capo dello Stato Sergio Mattarella ha ricordato l'attentato a Manchester. "Anche questa epoca - ha detto - è flagellata dalla violenza e dal male".

14:09Chiede andare in carcere perché madre partita per Messico

(ANSA) - VENEZIA, 23 MAG - Un uomo di Chieti si è presentato presso il Corpo di Guardia della Questura in Santa Croce, raccontando di essere sottoposto agli arresti domiciliari, ma di volere essere collocato in carcere in quanto la madre era partita per lavoro per il Messico e a casa non c'era più nessuno che potesse accudirlo. Gli agenti hanno accertato che effettivamente l'uomo era destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari a Chieti ed è stato quindi tratto in arresto per evasione. Il provvedimento è stato convalidato dall'Autorità Giudiziaria e l'uomo è stato tradotto in carcere. (ANSA).

Archivio Ultima ora