XIX Festival Latinoamericano de Música

Pubblicato il 11 maggio 2016 da redazione

Festival musica

La Fundación Circuito Sinfónico Latinoamericano Simón Bolívar, en colaboración con la Fundación Musical Simón Bolívar, ente rector del Sistema de coros y orquestas juveniles e infantiles de Venezuela, presentan la XIX edición del Festival Latinoamericano de Música de Caracas, con ocho conciertos de altísima calidad, en los que se escucharán unas cuarenta obras de reciente producción de compositores venezolanos y latinoamericanos, interpretadas por algunos de los más destacados músicos venezolanos.

El Festival Latinoamericano de Música de Caracas, celebra sus veintiséis años de vida ininterrumpida, presentando esta XIX edición en dos partes, dado el éxito alcanzado en 2014. El Maestro Alfredo Rugeles, Director Artístico del Festival, señala, que “con este formato, que se celebrará del 22 al 29 de mayo, y entre el 23 al 30 de octubre de 2016 -año Internacional del Entendimiento Mundial- se aspira, por medio de la música, a promover la paz, a través de la educación y la creación”.

“El público venezolano tendrá, una vez más, la oportunidad de acercarse, por partida doble, a la más reciente producción de la música latinoamericana contemporánea de concierto”, afirma Diana Arismendi, Directora Ejecutiva del Festival y Directora de Cultura de la Universidad Simón Bolívar.

Este 2016, estaremos celebrando y homenajeando, los cien años del nacimiento de dos trascendentales creadores latinoamericanos: Antonio Estévez (Venezuela, 1916-1988) y Alberto Ginastera (Argentina 1916-1983). Ambos compositores fueron activos participantes, en las tres primeras ediciones del Festival en los años 50 y 60.

También, lo dedicaremos a la memoria del insigne compositor venezolano, recientemente fallecido, Alfredo Del Mónaco, (1938-2015). Igualmente, estaremos homenajeando al compositor Juan Carlos Núñez, ganador del Premio Nacional de Música 2015.

En esta primera parte de Festival Latinoamericano de Música, contaremos con la presencia de un selecto grupo de invitados internacionales: los compositores Alberto Guzmán Naranjo (Colombia), Orlando Jacinto García, (Cuba-USA) y Carlos Alberto Vázquez (Puerto Rico); y de los solistas Esteban Mujica, pianista venezolano-francés, y Lelio Olarte, violinista colombiano.

Por Venezuela, participarán los compositores: Diana Arismendi, Marianela Arocha Bernal, Leo Duerto, Norman Gómez, Andrés Levell, Víctor Márquez, Raquel Quiaro, David Pedroza, Pedro Simón Rincón, Simón Rodríguez, Alfredo Rugeles, José Agustín Sánchez, Manuel Sosa, Ricardo Teruel e Icli Zitella.

La agenda

Entre el 22 y el 29 de mayo, tendremos la oportunidad de escuchar tres magníficos conciertos sinfónicos, dos a cargo de la Orquesta Sinfónica Simón Bolívar, bajo la dirección de los Maestros Alfredo Rugeles y César Iván Lara, con la actuación de la pianista Alba Acone, la soprano Sara Catarine y el actor y escritor, Luigi Sciamanna.

El tercer concierto, contará con los artistas invitados de Colombia, Alberto Guzmán Naranjo (compositor y director) y el violinista Lelio Olarte, junto a la Orquesta Sinfónica Juvenil del Conservatorio de Música Simón Bolívar.

El sábado 28 de mayo, la Orquesta Sinfónica Municipal de Caracas presentará, en homenaje al compositor venezolano Juan Carlos Núñez, Premio Nacional de Música 2015, su ópera “El tambor de Damasco”, junto a un destacado elenco de cantantes venezolanos, bajo la batuta del Maestro Régulo Stabilito.

Entre el lunes 23 y el jueves 26, se ofrecerán cuatro conciertos de música de cámara de diferentes formatos, que incluyen obras de jóvenes talentos venezolanos, menores de treinta años; obras para clarinete y flauta solos, interpretadas por brillantes solistas de la OSSB; un recital único de música europea y latinoamericana en memoria del Maestro Pierre Boulez, en las manos del joven pianista venezolano-francés Esteban Mujica y por último, un maravilloso recital que conjuga música original para piano a cuatro manos y un homenaje al Maestro Antonio Estévez, en su centenario, con una extensa Antología de sus canciones, en la interpretación del Dúo Sans-Palacios y la soprano Cristina Núñez.

En esta edición, nos acogen la Sala Simón Bolívar y la Sala Fedora Alemán del Centro Nacional de Acción Social por la Música (CNASPM), y la Sala José Félix Ribas del Teatro Teresa Carreño. La entrada a todos los eventos (conciertos, charlas y clases magistrales) será libre.

Los artistas invitados nos ofrecerán, no sólo sus obras e interpretaciones, sino también sus conocimientos a través de clases magistrales y conferencias dirigidas a nuestros jóvenes estudiantes y a un público interesado en la reflexión del pensamiento musical de nuestros días.

Así mismo, se podrá disfrutar de un fructífero intercambio de música e ideas, con compositores venezolanos de todas las generaciones, entre el lunes 23 y el viernes 27 en el Centro Nacional de Acción Social por la Música (CASPM), ubicado en Quebrada Honda, entre las 10:00 a.m. y 1:00 p.m.

Este evento de importancia artística, didáctica y de indudable integración regional para nuestro país, es posible gracias, al apoyo de la Corporación Andina de Fomento (CAF), la Fundación Enclave / Fundación BOD, la Embajada de Estados Unidos de América, la Fundación Mercantil, la Fundación Educativa Caroní, el Grupo Gomelast, el Hotel Paseo Las Mercedes, la Sociedad de Autores y Compositores de Venezuela (SACVEN), Óptica Caroní, la Fundación Meijer-Werner, y la Universidad Simón Bolívar.

Toda la programación e información puede ser obtenida en la página web: festivallatinoamericanodemusica.com,
a través de la cuenta de Twitter:@festivallat
y en Facebook: Festival Latinoamericano de Música

Ultima ora

00:31Calcio: Mourinho, completata l’opera di Ferguson

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "È una soddisfazione tipo Inter-Bayern, quando senti dal primo minuto di averla in tasca. Abbiamo iniziato benissimo, ho avuto subito la sensazione di pieno controllo della partita, che stavamo giocando come volevamo; sono stato sempre tranquillo, la squadra ha giocato bene, con tanta intelligenza tattica. Credo che tutti abbiano avuto da subito la sensazione che la coppa era nostra". José Mourinho esulta, intervistato da Sky Sport dopo la vittoria dell'Europa League nella finale di Stoccolma contro l'Ajax. "Mi fa certamente piacere vincere tre competizioni nella stessa stagione - continua il tecnico - Non è un grande triplete, ma è importante per un club come il nostro che in questo momento non è ancora in grado di pensare a quel livello. Con Ferguson scherzavamo dicendo che io ho fatto un piccolo lavoro per lui: Sir Alex ha vinto quasi tutte le coppe, io ho vinto questa che mancava".

00:29Calcio: Pogba, ora nessuno può più criticarci

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Volevamo vincere questa coppa, siamo arrivati fino a qui e siamo molto orgogliosi: ora nessuno può più parlare. Forse non è stata una stagione positiva al 100%, ma abbiamo raggiunto questo risultato e non abbiamo rimpianti". È un Paul Pogba che non trattiene la voglia di zittire le critiche, a lui e al Manchester United, quello che solleva il trofeo dell'Europa League al termine della finale di Stoccolma contro l'Ajax. "Abbiamo iniziato bene e segnato presto - continua l'ex bianconero - Poi abbiamo retto bene, anche soffrendo un po', e segnato il secondo gol. La Juventus? Sono contento se vincerà la Champions e mi farà piacere sfidarla per la Supercoppa". Più contenuta la gioia di Zlatan Ibrahimovic, fuori per infortunio. "Certamente mi dispiace non aver giocato - ammette a Sky Sport - D'altronde, ora abbiamo vinto ed è quel che conta. Ogni trofeo è collettivo e quest'anno ne abbiamo vinti tre. Il mio futuro? Lavoro e vado avanti, torno fra qualche settimana. Dove? Vediamo, bella domanda...".

00:14Brasile:Temer mobilita militari contro proteste Brasilia

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 24 MAG - Il presidente del Brasile, Michel Temer, ha mobilitato le forze armate per difendere la sede della presidenza della Repubblica e dei ministeri a Brasilia contro le violenti proteste anti-governative scoppiate oggi nella capitale federale. La decisione del capo di Stato - formalizzata da un apposito decreto e comunicata dal ministro della Difesa, Raul Jungmann - è stata criticata tanto dalla maggioranza quanto dall' opposizione. "Spero che la notizia non sia vera", ha commentato il giudice della Corte suprema, Marco Aurelio.

00:12Indonesia: due kamikaze si fanno esplodere, tre agenti morti

(ANSA) - GIACARTA, 24 MAG - Almeno tre agenti di polizia sono rimasti uccisi e una decina di altre persone, fra cui cinque agenti, sono rimaste ferite in Indonesia, dove due kamikaze si sono fatti esplodere la scorsa notte a pochi minuti l'uno dall'altro in una stazione di autobus nell'affollato quartiere orientale di Kampung Melayu, a Giacarta, capitale federale della più popolata nazione a maggioranza islamica del mondo. Il portavoce della polizia ha confermato quanto si era saputo in precedenza sulla dinamica del duplice attentato, compiuto, ha detto, da due terroristi suicidi, entrambi uomini, che si aggiungono al computo delle vittime. La zona è piena di agenti, con artificieri e unità cinofile. Filmati ripresi da passanti con il cellulare e postati su Youtube mostrano un poliziotto ferito portato in ambulanza in barella. Un altro filmato mostra brandelli di carne sparsi a terra sul marciapiede. In Indonesia, da anni si combatte contro formazioni jihadiste, prima legate ad Al Qaida, ora con militanti collegati all'Isis.

00:05Calcio: Darmian, vittoria per le vittime di Manchester

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "È stato un percorso lunghissimo e faticoso; la nostra presenza qui in finale non era scontata. È stata una partita difficile, ma abbiamo meritato di vincere questo trofeo che il club non aveva mai vinto nella sua storia. E poi con questo pubblico meraviglioso...". Lo ha detto Matteo Darmian a Sky Sport poco dopo la conquista dell'Europa League con lo United, nella finale di Stoccolma contro l'Ajax, a 48 ore dall'attentato terroristico di Manchester. "È stato un avvenimento drammatico che ci lascia un po' di amaro in bocca, nonostante questa fantastica serata - ha osservato il difensore - La vittoria è per tutte le vittime e per le persone che stanno soffrendo". Tornando a parlare di calcio, poi, Darmian ha dribblato la domanda sui suoi rapporti con il tecnico José Mourinho. "Io ho cercato sempre di lavorare - ha detto l'ex granata - Queste sono serate che ogni giocatore si augura di giocare: fortunatamente ne ho avuto l'opportunità e l'ho sfruttata. Ma l'importante è che la squadra abbia vinto".

23:41Manchester: Telegraph, arrestata una donna

(ANSA) - MANCHESTER 24 MAG - Una donna è stata arrestata a Manchester, in relazione all'attacco suicida di lunedì sera, che ha provocato la morte di almeno 22 persone e decine di feriti al termine del concerto di Ariana Grande, nell'Arena della città inglese. Lo scrive su Twitter il Telegraph. Secondo l'emittente Itv, l'arresto è frutto di una operazione armata della polizia locale e di unità antiterrorismo, in un quartiere di torri residenziali a nord della città. Testimoni hanno sentito una forte esplosione, mentre la polizia penetrava in serata in una palazzina di Northland Road a Blackley. Uno degli abitanti del quartiere, Chris Barlow, ha detto di aver parlato con uno degli agenti dell'unità antiterrorismo, secondo cui la polizia ha fatto saltare per aria la porta di uno degli appartamenti e ha portato via un paio di persone. Secondo fonti della polizia di Manchester "c'è stata una perquisizione e una donna è stata arrestata in relazione all'inchiesta sull'incidente all'Arena di Manchester".

23:35Venezuela: procura accusa forze ordine per morte dimostrante

(ANSA) - CARACAS, 24 MAG - La Procuratrice nazionale venezuelana, Luisa Ortega Diaz, ha detto oggi che un manifestante morto il 26 aprile a Caracas è stato ucciso durante una protesta antigovernativa da un lacrimogeno sparato dalla Guardia Nazionale ad altezza d'uomo, sottolineando che questa pratica è illegale e proibita. In una conferenza stampa, Ortega Diaz ha mostrato ai cronisti la granata lacrimogena che avrebbe ucciso lo studente ventenne Juan Pernalete: "E' molto pesante", ha detto, spiegando che gli avrebbe provocato uno shock cardiaco per trauma del torace. Questa versione sulla morte di Pernalete smentisce in modo categorico quella presentata in precedenza dal ministro per la Comunicazione, Ernesto Villegas, e dal suo collega degli Interni, Nestor Reverol, che avevano escluso ogni responsabilità della Guardia Nazionale nella morte del giovane.

Archivio Ultima ora