Calcio: Lippi, io dt della Nazionale? Niente di vero

(ANSA) – ROMA, 11 MAG – “È più che una voce, lo leggo tutti i giorni sui giornali, ma onestamente non c’è ancora niente di vero”. Così Marcello Lippi sull’ipotesi di un suo ritorno in Nazionale, nel ruolo di direttore tecnico federale. Il ct campione del mondo nel 2006 – parlando dei prossimi Europei a margine del convegno “The value of Uefa Champions League final” all’Università Bocconi di Milano – sottolinea i tanti successi ottenuti dagli azzurri: “Se l’Italia non avesse perso ai rigori i Mondiali del ’94, avrebbe cinque titoli e il Brasile quattro. A livello di club abbiamo avuto dei momenti poco felici, ma quando arriva il momento delle grandi competizioni, siamo sempre competitivi; anche senza Marchisio e Verratti”. Da Lippi, infine, anche una battuta sulla possibilità di prendere il posto di Cristian Brocchi alla guida del Milan la prossima stagione: “Meglio la panchina del Milan rispetto a quelle di Viareggio? Quelle di Viareggio sono molto comode: non ci sono tensioni e non ci sono problemi”.

Condividi: