Sport

Tags | ,

Giro d’Italia: bis di Greipel, aspettando Nibali

Pubblicato il 13 maggio 2016 da redazione

German Rider Andr?? Greipel on the way of the seventh stage of Giro dItalia cycling race from Sulmona to Foligno, 13 May 2016. ANSA/CLAUDIO PERI

German Rider Andr?? Greipel on the way of the seventh stage of Giro dItalia cycling race from Sulmona to Foligno, 13 May 2016. ANSA/CLAUDIO PERI

FOLIGNO (PERUGIA). – Se lo sprint rimane affare per tedeschi con ‘i gemelli diversi’ Greipel e Kittel che si dividono volate e successi (2 a 2 il conto dopo il successo di oggi a Foligno del ‘Gorilla di Rostock’), il Giro chiede agli sfidanti della maglia rosa Dumoulin di battere un colpo.

L’arrivo sulla cima dell’Aremogna, con l’olandese in gran spolvero a conquistare secondi sui suoi principali avversari, ha costretto tutti a rivedere le strategie e a riconsiderare il valore dell’olandese della Giant che va come un treno nelle crono ma ha dimostrato di sapersi difendere, eccome, anche in salita.

“Abbiamo capito con chi abbiamo a che fare – ha ammesso un Vincenzo Nibali ancora provato dallo psicodramma seguito all’attacco suicida di ieri, con tanto di scuse nei suoi confronti da parte dei due direttori sportivi dell’Astana colpevoli di averlo mandato allo sbaraglio – ora sappiamo che è forte anche in salita e che dobbiamo fare la gara su di lui”.

“Non cambia nulla. Siamo qui per vincere il Giro con Nibali” prova a rincuorare il suo pupillo il ds Beppe Martinelli. L’occasione buona potrebbe arrivare già con la tappa di Foligno ad Arezzo, per 186 chilometri di ordinaria amministrazione fino ai 25 chilometri dall’arrivo dove fa il suo esordio al Giro l’Alpe di Poti, Gran Premio della montagna di seconda categoria a 800 metri d’altezza.

Più che la montagna, otto chilometri e mezzo di salita con pendenze non eccezionali, rappresentano un’incognita i sette Km di sterrato attraverso il bosco. Anche perché le previsioni dicono pioggia. E con le gambe frenate dal fango, un attacco ben assestato potrebbe diventare letale.

“Ci infangheremo un po’ di più – la butta sullo scherzo la maglia rosa Dumoulin confortato da oggi dalla presenza della fidanzata Thanee che lo ha raggiunto in Italia – non credo che la pioggia potrà incidere tanto su un percorso in salita. Penso sia un tracciato buono per me. Ma ogni giorno è diverso e dipende da come stanno le gambe. Magari potrebbe essere buono per Nibali. Ma la crono del Chianti, quella la vinco io”.

Senza storia la volata che Andrè Greipel (Lotto) ha vinto di prepotenza approfittando anche della foratura che a cinque chilometri dalla fine ha tolto dai giochi il rivale Kittel. E’ la quarta vittoria di un tedesco al Giro, tutte allo sprint, e la terza consecutiva per la belga Lotto (due con Greipel e una con Wellens).

Sei gli azzurri tra i primi dieci con Nizzolo e Modolo che devono accontentarsi ancora una volta dei gradini più bassi del podio. In classifica generale situazione immutata con Dumoulin che gestisce 26″ sul danese Fuglsang e 28″ sul russo Zakarin.

Nibali guadagna una posizione, ma non secondi, e ora e’ ottavo. Cadute e forature hanno caratterizzato la tappa: ne ha fatto le spese lo spagnolo Javier Moreno, uno degli scudieri di Valverde. Per lui frattura della clavicola e Giro finito anzitempo. Per altri, invece, il Giro deve ancora cominciare.

Ultima ora

16:58Champions: P.S Berlusconi ufficializza, Juve-Barca in chiaro

(ANSA) - MILANO, 23 MAR - La partita dei quarti di finale di Champions tra Juventus e Barcellona dell'11 aprile andrà in onda in chiaro su Canale 5: a confermarlo ufficialmente è Piersilvio Berlusconi, parlando a margine di un incontro a Cologno Monzese (Milano). Una valutazione dettata dall'importanza del match e che non rientra nelle nuove strategie di Mediaset, sempre più intenzionata a investire con produzioni locali, come ha spiegato Berlusconi: "Anche quando la coppa Campioni era di Sky - ha detto - una partita italiana è sempre stata sulle reti free, spesso su Canale 5".

16:57Mondiali: Cina di Lippi batte la Corea del Sud e spera

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - La Cina di Marcello Lippi batte la Corea del Sud e tiene ancora vive le speranze di qualificarsi al Mondiale 2018. Dopo due pareggi, tre sconfitte e, soprattutto, l'arrivo sulla panchina dell'ex ct azzurro, la nazionale cinese è riuscita finalmente a vincere (1-0) a Changsha il suo primo match del Gruppo A delle qualificazioni asiatiche superando i sudcoreani guidati da un'altra celebrità del calcio mondiale, Uli Stielike. La vittoria consente alla Cina di abbandonare l'ultimo posto in classifica: adesso è 5/a con 5 punti, 'lontana' appena 4 punti dall'Uzbekistan terzo (posto che consentirebbe di andare al playoff), quando mancano ancora quattro partite al termine delle qualificazioni. Guidano la classifica Iran con 11 punti (e 5 partite disputate) e Corea del Sud (10 punti e 6 partite). Matchwinner Yu Dabao con un gol al 34' del primo tempo.

16:56Vitalizi: M5s a Grasso, discutiamo nostra proposta

(ANSA) - ROMA, 23 MAR- "Il Presidente Grasso convochi urgentemente il Consiglio di Presidenza del Senato che dovrà esaminare subito la nostra proposta di delibera che abolisce i privilegi pensionistici dei senatori ed equipara il loro sistema pensionistico a quello di tutti i comuni cittadini". Lo afferma la senatrice e questore M5S Laura Bottici, che ha inviato una lettera al Presidente del Senato Pietro Grasso per chiedere la convocazione urgente del Consiglio di Presidenza. "Non sono più tollerabili disparità - continua - che pongono i parlamentari al di sopra degli altri cittadini: o aboliscono la Legge Fornero per i lavoratori italiani oppure la applicano anche a loro stessi".

16:56Aggressione razzista: ha gridato al nigeriano ‘negro di m.’

(ANSA) - RIMINI, 23 MAR - "Brutto negro di m....". Prima di picchiare, accoltellare e investire con l'auto il nigeriano di 25 anni, gli ha urlato frasi razziste sentite e poi riportate alla Polizia di Stato da diversi testimoni. Il 39enne romano ma residente a Rimini, precedenti per oltraggio e resistenza, è arrivato nei pressi del supermercato di via Trieste ieri verso le 19 in auto col padre. Quando ha visto il nigeriano, seduto davanti a un ristorante, l'ha insultato e poi preso a pugni e calci. Secondo la dinamica ricostruita dalla polizia quando lo straniero ha tentato di fuggire, è salito in auto, lo ha inseguito e investito. Poi sceso dall'auto pare l'abbia raggiunto sferrandogli una coltellata all'addome. È stato identificato dalla polizia, grazie ai testimoni, e pare non sia nuovo a scatti d'ira. Il nigeriano è arrivato in Italia sbarcando in Sicilia a settembre, poi è stato smistato dal cosiddetto hub di via Mattei a Bologna (non il progetto human ecosystems come erroneamente indicato in precedenza) e assegnato a Rimini. (ANSA).

16:38Attacco Londra: la terza vittima è un turista americano

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Era un turista americano, a Londra per una vacanza con la moglie, la terza vittima dell'attacco di ieri sul ponte di Westminster in cui hanno perso la vita, oltre all'attentatore, anche una insegnante di origini spagnole e un poliziotto. Lo riporta il Mirror che cita familiari dell'uomo, Kurt Cochran, che è stato ferito gravemente dal suv ed è poi spirato in ospedale. Coinvolta anche la moglie Melissa, ancora ricoverata con alcune fratture ed una ferita alla testa. "Con dolore rendiamo noto che Kurt è deceduto per le ferite riportate durante l'attacco a Londra", ha postato su Fb la sorella di Melissa, Sara Payne-McFarland.

16:32Trattati Roma: 007, rischio violenze infiltrati in cortei

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - C'è preoccupazione nell'intelligence per la minaccia terroristica dopo l'attacco di Londra. Per quanto riguarda le celebrazioni per i Trattati di Roma di sabato, tuttavia, i pericoli potrebbero arrivare dai violenti infiltrati nei cortei. Lo ha detto, a quanto si apprende, il direttore dell'Aisi, Mario Parente, ascoltato oggi al Copasir per circa tre ore. L'attenzione è puntata sugli antagonisti dei centri sociali più 'duri' - alcune centinaia - che potrebbero strumentalizzare le manifestazioni per fare scontri di piazza. Solo alcune decine sarebbero i manifestanti in arrivo dall'estero, più interessati a eventi come il G20 di Amburgo di luglio ed il G7 di Taormina di fine maggio.

16:22Attacco Londra: King, minaccia estremamente alta in Europa

(ANSA) - BRUXELLES, 23 MAR - "Non credo sia completamente accidentale che l'attacco a Londra sia avvenuto nel giorno del primo anniversario degli attentati a Bruxelles. La minaccia degli attacchi terroristici è estremamente alta in Europa". Così il commissario Ue alla Sicurezza Julian King all'Eurocamera. "Quello di ieri è stato un attacco alla nostra democrazia e credo questo sia un sentimento condiviso in Europa - afferma -. Il loro obiettivo sono il nostro modo di vivere e i nostri valori, ma non li lasceremo vincere. Anche se non ci sarà mai sicurezza al 100% e zero rischio", verrà fatto di tutto per rafforzare la sicurezza.

Archivio Ultima ora