Coniugi uccisi: tutto il paese per l’ultimo saluto

(ANSA) – SETTIMO SAN PIETRO (CAGLIARI), 14 MAG – Tutta la comunità di Settimo San Pietro, paese dell’hinterland di Cagliari, si è stretta oggi attorno ai parenti per l’ultimo saluto a Giuseppe Diana, di 67 anni, e alla moglie Luciana Corgiolu, di 62, i coniugi uccisi nella loro abitazione, un delitto confessato dal loro figlio adottivo Igor, di 28 anni, che è stato arrestato e ora si trova ricoverato nell’ospedale di Iglesias. “Cristo è vittima santa e innocente, innocente e santa è la morte di Giuseppe e Luciana. In questo silenzio sento riecheggiare nel cuore di ciascuno di noi il perché. Perché Dio?”. Così don Giuseppe Orrù, parroco della chiesa di San Pietro, nella sua omelia, ha voluto ricordare i due sposi. Tutto il paese è stato vicino ai familiari e in particolare ad Alessio, il figlio 24enne seduto in prima fila con accanto gli altri parenti, proprio davanti alle due bare marroni ricoperte di fiori.

Condividi: