Afghanistan: ragazza bruciata viva dalla cognata

(ANSA) – KABUL, 15 MAG – Una giovane afghana di 15 anni è stata uccisa per ragioni sconosciute dalla cognata che l’ha gettata nel forno ‘tandoori’ domestico a Jalalabad City, capoluogo della provincia orientale di Nangarhar. Secondo fonti della polizia, riferisce oggi il portale di notizie Khaama Press, la tragedia è avvenuta ieri quando la ragazza adolescente, di nome Mursal, e la moglie di suo fratello, erano sole a casa. La polizia, chiamata da alcuni vicini, è intervenuta arrestando la donna che però per il momento non ha voluto rispondere alle domande degli inquirenti. La vicenda ha suscitato grande emozione in Afghanistan dove sono comuni i casi di violenza di uomini contro le donne, mentre sono rari quelli di donne contro altre donne.

Condividi: