Governo fiducioso, verso il sì alla flessibilità. Prosegue il negoziato con l’Ue

Pubblicato il 17 maggio 2016 da redazione

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi, Roma, 29 aprile 2016. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi, Roma, 29 aprile 2016.
ANSA/GIUSEPPE LAMI

BRUXELLES. – Continua senza sosta il negoziato tra Bruxelles e Roma sulla flessibilità e il rispetto del Patto di stabilità, e il Governo fa sapere di essere fiducioso. I margini supplementari ci saranno ma non arriveranno senza la richiesta di sforzi in più da parte dell’Italia.

Resta la questione del debito troppo elevato, che ha raggiunto il 132,7% del pil nel 2015 e non è sceso nemmeno di un decimale quest’anno, ponendo l’Italia in conclamata violazione della ‘regola del debito’. Una condizione che obbliga la Ue ad aprire una procedura o, in alternativa, a chiedere sforzi di bilancio supplementari.

La richiesta non si tradurrà però in una manovra, quanto piuttosto in una sorta di ‘raccomandazione’ che fissi un impegno vincolante da inserire nella legge di stabilità 2017. La Commissione sta ancora cercando il modo con cui chiedere all’Italia impegni aggiuntivi.

Fonti dell’esecutivo fanno sapere che il Governo è assolutamente fiducioso che l’Europa possa accordare i margini di flessibilità richiesti, nei limiti previsti dalle regole, ovvero nel rispetto del tetto dello 0,75% del Pil previsto dagli accordi Ecofin. Il tetto riguarda solo la flessibilità per riforme e investimenti, quindi quella per migranti e sicurezza dovrebbe essere concessa come ‘extra’. Anche su questa non dovrebbero esserci problemi.

Ma la questione del debito è ancora tutta da risolvere. Nel 2015 l’Italia ha violato la regola che ne fissa il ritmo di riduzione, e nel 2016 non ci sono rimedi sufficienti. La mancata correzione aggraverà quindi il 2017. Il saldo strutturale, parametro a cui si guarda per valutare la discesa del debito, nel 2016 peggiora di 0,7% invece di migliorare di 0,1%.

Una “deviazione significativa” che secondo Bruxelles richiede una correzione necessaria anche se venisse accordata tutta la flessibilità richiesta, inclusa quella sulle spese eccezionali per i migranti. I dubbi sono soprattutto sul 2017, anno molto difficile nel quale il Governo si è impegnato a portare il deficit all’1,8%, eliminando totalmente le clausole di salvaguardia su Iva e accise, puntando parallelamente su spending review e revisione delle tax expenditures per coprire l’intero importo (oltre 15 miliardi di euro). Una correzione ulteriore per abbattere il debito, in assenza di nuova flessibilità, sembra difficile da considerare.

Bruxelles arriverà a formulare la sua eventuale richiesta vincolante all’Italia solo mercoledì, quando pubblicherà i giudizi sul rispetto del Patto. Fino ad allora, prosegue lo scambio con le autorità italiane, anche in forma scritta, con una nuova missiva che dovrebbe presto raggiungere il tavolo di via XX Settembre e che dovrebbe contenere nuove richieste di informazioni visto che quelle fornite la scorsa settimana non hanno soddisfatto.

Intanto, sale la pressione politica su Bruxelles affinché applichi le regole in modo uguale per tutti e non proceda soltanto contro Spagna e Portogallo: “Moscovici non può proporre che le regole vengano applicate in un modo diverso per la Spagna o il Portogallo rispetto a quelle applicate in Italia e in Francia”, perché “è stato nominato per applicare le stesse regole in tutta la Ue e non per favorire i suoi amici socialisti”, ha detto il capogruppo del Ppe, il tedesco della CSU Manfred Weber

Ultima ora

02:34CC Firenze, ragazze sentite per oltre 12 ore

(ANSA) - FIRENZE, 22 NOV - Dodici ore e mezzo la durata-record dell'incidente probatorio all'aula bunker di Firenze sul caso della denuncia di due carabinieri per violenza sessuale contro due studentesse americane il 7 settembre scorso in città. Sono state sentite le due ragazze dal Gip Mario Profeta in lunghe deposizioni durate rispettivamente circa 7 ore la prima e cinque ore e mezzo la seconda. All'uscita dell'aula gli avvocati hanno sottolineato che sono state fatte solo brevi pause per necessità personali. L'incidente probatorio è cominciato stamani alle 10 e si è concluso intorno alle 22.30. Al termine del fuoco di fila delle centinaia di domande fatte dal gip, comunque meno di quelle proposte della difesa, secondo gli avvocati delle due giovani statunitensi, 19 e 21 anni, si è rafforzata l'ipotesi di reato. La difesa ha insistito sulla tesi di un rapporto consenzienti, che le ragazze hanno negato decisamente per tutta la deposizione, tra pianti e malori.

01:25Champions:Nainggolan,dopo loro gol ci siamo un po’ sfasciati

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Di Francesco ha detto che non dobbiamo pensare di essere diventati tutti bravi? Se il mister ha detto così avrà avuto i suoi motivi. Io penso che abbiamo fatto un buon primo tempo. Potevamo sfruttare meglio l'ultimo passaggio e poi dopo il loro gol ci siamo un po' sfasciati''. Nonostante il ko con l'Atletico, ai microfoni di "Premium Champions", il centrocampista della Roma Radja Nainggolan vede il bicchiere mezzo pieno: ''Però all'inizio del girone nessuno avrebbe detto che ci saremmo giocati la qualificazione contro il Qarabag all'ultima giornata. Rispetto all'andata ci siamo difesi molto, avevamo più paura di sbagliare, ora abbiamo la possibilità di passare e abbiamo giocato con più personalità''. ''Simeone ha detto che sarei un giocatore straordinario per l'Atletico Madrid? Sono sempre belle parole ma io sono qui, sono felice di rappresentare questa squadra. Ho fatto una scelta chiara due anni fa e l'anno scorso e non vedo perché dovrei cambiare squadra''.

01:20Champions: Allegri, molto importante non aver subito gol

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Le critiche servono a migliorare a riflettere sugli errori. E' stata un partita bella tatticamente, abbiamo subito pochissimo e avevamo davanti un Barcellona che quest'anno difende molto meglio''. Ai microfoni di 'Premium Champions', l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri analizza lo 0-0 contro il Barcellona: ''Nel primo tempo abbiamo avuto delle situazioni favorevoli, mentre nella ripresa ci hanno concesso meno anche se qualcosa abbiamo creato. Non dimentichiamoci che giocavamo contro il Barcellona. L'atteggiamento mi è piaciuto, in queste partite bisogna difendere tutti, abbiamo giocato a tre dietro ma in sostanza i giocatori erano gli stessi delle ultime gare però stasera tutti hanno difeso. Non mi interessava il risultato, mi interessava l'atteggiamento, dovevamo metterci il cuore: se la Juve difende come sa non prende gol''. ''Ora - aggiunge Allegri - da qui fino al 6 gennaio avremo dei giorni per allenarci con continuità per poter migliorare il gioco''

00:45Champions: qualificate agli ottavi Chelsea e Barcellona

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Dopo i match di questa sera della quinta giornata della fase a gironi della Champions League passano agli ottavi di finale con un turno d'anticipo il Chelsea e il Barcellona, le formazioni dei gironi di Roma e Juventus.

00:43Champions: Valverde’Messi in panchina? Anche lui riposa’

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - ''Ci sono momenti in cui nonostante l'enorme qualità Messi ha bisogno di riposare in una partita dura come quella contro la Juve''. Il tecnico del Barcellona Ernesto Valverde spiega così la sua decisione di lasciare Leo Messi inizialmente in panchina nel match di Champions a Torino contro la Juventus. ''Siamo felici per la qualificazione - aggiunge Valverde ai microfoni di Mediaset Premium - abbiamo cercato di dominare il gioco anche se abbiamo sofferto, giocare con la Juve non è mai semplice''.

00:37Champions: Di Francesco, vinto chi aveva più rabbia

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "E' stata una partita equilibrata, fino al loro gol: ha vinto alla fine chi aveva piu' rabbia". E' la disamina della partita con l'Atletico Madrid da parte di Eusebio Di Francesco. "Nel primo tempo abbiamo recuperato tanti palloni, ma per la squadra che siamo abbiamo fatto troppi errori - le parole del tecnico della Roma, a Mediaset Premium - Ci vuole più cattiveria, non solo in fase difensiva ma anche nell'ultimo passaggio". Di Francesco ha negato che la Roma abbia 'mollato' dopo il derby. "Euforia da derby? L'euforia fa bene, la presunzione no: dobbiamo essere più cattivi, questa è la lezione di stasera".

00:34Champions: Psg a valanga con il Celtic

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Paris Saint Germain-Celtic 7-1 in un match della quinta giornata del gruppo B di Champions League. In gol Dembelè (2' pt), Neymar (9' e 22' pt), Cavani (28' pt e 34' st), Mbappè (35' pt), Verratti (30' st) e Dani Alves (35' st). Nello stesso gruppo Anderlecht-Bayern Monaco 1-2: in gol Lewandowski (6' st), Hanni (18' st) e Tolisso (32' st). Nel gruppo A Basilea-Manchester United 1-0, in gol Lang al 44' st.

Archivio Ultima ora