Rodríguez: “No habrá revocatorio ni golpe”

Pubblicato il 17 maggio 2016 da redazione

El integrante de la dirección del Partido Socialista Unido de Venezuela (PSUV), Jorge Rodríguez

El integrante de la dirección del Partido Socialista Unido de Venezuela (PSUV), Jorge Rodríguez

CARACAS- El integrante de la dirección nacional del Psuv, Jorge Rodríguez dijo: “No habrá revocatorio este año 2016, ni golpe de estado que vulne- re la democracia venezolana”, durante rueda de prensa del Partido Socialista Unido de Venezuela, en Caracas.

“Puedo decir con absoluta propiedad que no habrá golpe de Estado que vulnere el estado de derecho, ni la democracia, piensen lo que piensen los voceros de esta derecha desesperada, y sus jefes el asesino paramilitar Álvaro Uribe y el eje Madrid-Washington que está dando las mismas demostraciones de desesperación que da la derecha venezolana”, manifestó.

Rodríguez declaró que desde hoy se inicia el proceso de “desmantelamiento del gigantesco fraude de operación de mentiras, que de mano de Capriles Radonski va a conducir a Venezuela a un gran fracaso”.

El representante aseveró “debemos insistir ante el pueblo de Venezuela de las ansias violentas de esta derecha, que vulnera la Constitución, viola los derechos de los ciudadanos y ciudadanas, con el único fin de hacerse con el poder político en Venezuela”.

Rodríguez señaló que “(esta derecha) intenta sembrar esa matriz a través de guerra psicológica y el desbordamiento de la violencia, han chocado con la vocación de paz del pueblo de Venezuela, y han chocado con la firmeza y determinación del gobierno que preside Nicolás Maduro”.

De igual forma, expresó qie “ya hoy comienza el proceso de digitalización de todas las firmas, allí vamos a encontrar lo que no están en el registro nacional, los que fallecieron y aparecen, los que no tienen huella dactilar, los que aparecen con huellas repetidas, con caligrafía similar, los que no pertenecen a la entidad federal”; y añadió que “esto es un procedimiento relativamente sencillo pero que ustedes encochinaron”.

“La derecha sabe que es imposible que se haga un referéndum este año, esto es una especie de barniz para el golpe de Estado que les están ordenando”, dijo Rodríguez.

El alcalde de Caracas, Jorge Rodríguez señaló que emprenderá una demanda civil y penal contra los medios de comunicación que difundieron una falsa información sobre una supuesta acusación de agresión en su contra. “Mañana (hoy) voy a los tribunales y voy a demandar a La Patilla, a El Nacional, a Noticias Venezuela, a Reporte Confidencial y a todos los medios que se hayan hecho eco de esta mentira”, agregó.

Rodríguez explicó que “esta una supuesta acta policial de un hecho que ocurrió el pasado nueve de mayo, en la policía de Los Salias, firmada por Jefrey Antonio Mendible, por agresión de Jorge Rodríguez a una joven” y agregó “que mala suerte que el nueve de mayo, me correspondía a mi estar en una rueda de prensa del Psuv”.

De igual forma señaló que “ese señor oficial Mendible Marcano fue destituido en el año 2010 por actos delictivos, y tengo la declaración de la señora directora de la policía de Los Salias, esto es totalmente falso“, y añadió que “también converse con el señor alcalde de Los Salias”.

Por otra parte, acusó al gobernador del estado Miranda, Henrique Capriles Radonski y al alcalde del Municipio Sucre, Carlos Ocariz, por publicar fotografías de su hija.

“Capriles y Ocariz, se metieron con mi hija. Mis hijos son sagrados. Ocariz, los hijos son sagrados (…) Mi hija no vive en los Estados Unidos de Norteamérica, ni quiere vivir en ese país. Sé que JJ Rendón les recomendó que publicaran ese tipo de basura”, expresó.

Ultima ora

18:45Usa: accordo al Congresso per nuove sanzioni Russia

(ANSA) - WASHINGTON, 22 LUG - Il Congresso ha raggiunto un accordo bipartisan su un pacchetto di nuove sanzioni nei confronti della Russia da adottare come punizione per le presunte interferenze nelle elezioni americane del 2016 e per le sue aggressioni militari in Ucraina e Siria. Una circostanza che prefigura uno showdown tra Capitol Hill e il presidente Donald Trump, contrario a procedere in questa direzione. La decisione giunge inoltre in un momento di particolare tensione per gli sviluppi sul cosiddetto 'Russiagate'.

18:44Incendi: carabinieri arrestano piromane nell’avellinese

(ANSA) - AVELLINO, 22 LUG - Un uomo di 30 anni è stato arrestato dai carabinieri ad Atripalda (Avellino) per aver dato fuoco a delle sterpaglie all'interno di un'area boschiva demaniale. I militari lo hanno colto in flagranza di reato nel corso dei controlli sul territorio, intensificati dopo l'emergenza incendi. Le fiamme hanno interessato una zona di Atripalda che costeggia il raccordo autostradale per Salerno e la linea ferroviaria. Negli ultimi giorni, i carabinieri hanno denunciato 8 persone alla Procura di Avellino per aver acceso roghi di sterpaglie e rifiuti vegetali.

18:42Iraq: Ap, 26 stranieri arrestati a Mosul, c’è anche Linda W.

(ANSA) - BEIRUT, 22 LUG - C'è anche la giovane ragazza tedesca, Linda W., tra ventisei stranieri arrestati a Mosul, ex roccaforte Isis nel nord dell'Iraq, durante l'offensiva governativa irachena. Lo riferisce l'Associated Press che cita fonti dell'intelligence irachena. Le fonti precisano che dei 26 stranieri, 16 sono donne, otto sono minori e due sono uomini. Sono stati tutti trasferiti a Baghdad. Le stesse fonti riferiscono che alcuni dei fermati sono ceceni, e che tra le donne ci sono russe, iraniane, siriane, francesi, belghe e tedesche. Alcune di queste donne, come Linda W., sembra che lavorassero nella polizia dell'Isis. La storia di Linda è venuta alla ribalta nei giorni scorsi dopo la diffusione della notizia sull'arresto di alcune donne tedesche a Mosul. Convertita all'Islam a 16 anni quando era ancora a scuola in Germania, era partita dalla Sassonia verso la Turchia e da lì era entrata in Siria, unendosi all'Isis. Per riuscire nell'impresa, l'anno scorso Linda aveva falsificato una procura dei genitori.

18:37Incendi: Balcani, proseguono roghi lungo costa adriatica

(ANSA) - BELGRADO, 22 LUG - In Montenegro continuano gli incendi lungo e a ridosso della costa adriatica, che sono tuttavia stati posti sotto controllo. Come riferiscono i media locali, le regioni più colpite dalle fiamme, alimentate dal caldo torrido e dal vento, sono intorno a Podgorica, Danilovgrad, Cetinje, Herceg Novi, Bar. Nonostante continuino a bruciare ettari di boschi e macchia mediterranea, non sembrano esserci minacce per i centri abitati. Determinante si e' rivelato l'intervento di diversi aerei antincendio inviati da Croazia, Bulgaria e altri Paesi. Non destano preoccupazioni gli incendi residui che restano sulla costa dalmata della Croazia, mentre nella vicina Bosnia-Erzegovina la zona più colpita dai roghi e' quella di Mostar, nel sud del Paese. Nelle ultime 24 ore, hanno riferito i media, intorno alla città sono stati registrati almeno 13 focolai di vaste dimensioni.

18:31Tour: Aru “soddisfatto, ho lottato contro ogni avversità”

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "Considerando com'è andata l'ultima settimana, oggi posso solo essere soddisfatto. In relazione a quello che è accaduto negli ultimi mesi, in questa corsa ho lottato sempre con i migliori, ho fatto un passo in avanti rispetto all'anno scorso". Così, ai microfoni di Raisport, Fabio Aru commenta il 5/o posto ottenuto al 104/o Tour de France che si concluderà domani a Parigi. "Tutti hanno visto che noi dell'Astana abbiamo perso uomini importanti, da Fuglsang a Cataldo, per via delle cadute. Anche al Giro avevamo avuto delle perdite, è difficile essere in tanti e io ringrazio i miei compagni per quello che sono riusciti a fare - aggiunge il sardo -. Le polemiche non devono esistere".

18:30Incendio su tratto A1 vicino a Roma, spento da vigili fuoco

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - E' stato spento l'incendio che ha interessato un ampio tratto dell'A1 tra Roma e Orte. A causa del denso fumo presente in carreggiata, sull'autostrada Milano-Napoli è stato necessario disporre la chiusura del tratto tra Orte e la Diramazione Roma nord verso Roma e tra il bivio per la A24 Roma-Teramo e Ponzano Romano in direzione Firenze. Sul posto sono intervenute, oltre alle squadre di terra dei vigili del fuoco, due elicotteri e un Canadair.

18:27Mondiali: Scherma, sciabola, bronzo amaro per Irene Vecchi

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Irene Vecchi ha vinto il bronzo nella sciabola femminile ai Mondiali di scherma in corso a Lipsia. Ma è un podio amaro per la livornese, sconfitta in semifinale dalla tunisina Azza Besbes. Vecchi è partita fortissimo, concludendo il primo parziale con un netto 8-0. Alla ripresa, la tunisina ha iniziato una lenta rimonta che si è conclusa sul 14-14. A portare la stoccata decisiva è stata Azza Besbes. Per Irene Vecchi si tratta del secondo bronzo mondiale in carriera, dopo quello conquistato ai Campionati del Mondo di Budapest nel 2013.

Archivio Ultima ora